10 giorni senza mamma, L’agenzia dei bugiardi e Attenti al gorilla: la nuova commedia all’italiana in DVD

Warner Bros Home Entertainment continua a farsi portabandiera della nuova commedia all’italiana e così distribuisce (solo) in DVD alcune recenti commedie nostrane approdate sul grande schermo ad inizio anno. Fabio De Luigi, Valentina Lodovini, Giampalo Morelli, Paolo Ruffini, Herbert Ballerina, Frank Matano, Pasquale “Lillo” Petrolo, Cristiana Capotondi e soprattutto Diana Del Bufalo (minimo comune denominatore di tutti e tre i titoli) sono i protagonisti di queste commedie “tutte da ridere” proposte da Warner Bros. Nello specifico stiamo parlando del gradevolissimo 10 giorni senza mamma, dell’insipido L’agenzia dei bugiardi e del surreale Attenti al gorilla.

Tre film e due remake: un dato sconcertante che ci fa capire quanto sia in crisi il genere che da sempre ha contraddistinto la cinematografia italiana.

Carlo (De Luigi) e Giulia (Lodovini) sono una coppia felice, o almeno in apparenza. Conducono una vita ordinaria ed hanno tre figli a cui badare: Camilla, adolescente ribelle alle prese con le prime cotte; Tito, furbetto di dieci anni dallo scherzo facile ed infine la piccola Bianca, che ha poco più di due anni e non ha ancora imparato a parlare bene. Pur amandosi, Carlo e Giulia stanno affrontando un periodo di crisi. Lui è costantemente distratto ed assorbito dai problemi lavorativi mentre lei è confinata al ruolo di casalinga con il compito di badare a tempo pieno alla casa e ai figli. Per sfuggire all’esaurimento nervoso, un giorno Giulia decide di prendersi una piccola pausa dalla quotidianità e farsi una vacanza a Cuba con sua sorella. Solo dieci giorni, che sarà mai? Per Carlo, che conosce poco i suoi figli e non ha la più pallida idea di come si possa portare avanti una casa, è subito il panico.

10 giorni senza mamma è l’ultima brillante fatica di Alessandro Genovesi e, pur non trattandosi di una commedia perfettamente riuscita, rappresenta senza alcun dubbio la punta di diamante di questo trittico offertoci da Warner Bros.

Remake della commedia argentina – inedita sul nostro mercato – Mamá Se Fue de Viaje (Ten Day Without Mom) diretta da Ariel Winograd, 10 giorni senza mamma è una riuscita commedia per famiglie sulla famiglia che si diverte a giocare sul ribaltamento di uno stereotipo sociale decisamente vecchio: non è più l’uomo a dover mantenere la famiglia bensì la moglie con una drastica inversione dei ruoli tra mamma e papà.

Nulla di nuovo sotto il sole, assolutamente, eppure 10 giorni senza mamma a fine corsa soddisfa e il merito è soprattutto dei talenti emergenti Angelica Elli, Matteo Castellucci e Bianca Usai, i tre figli problematici di Carlo e Giulia che del film sono il vero cuore pulsante. Peccato per qualche problema di ritmo pronto ad appesantire una narrazione che, tuttavia, appare anche piuttosto audace vista e considerata la scelta di Genovesi di battere la via del minimalismo autoriale. Quasi interamente girato in interni e con la macchina preferibilmente a spalla, 10 giorni senza mamma assume l’aspetto del “documento” quotidiano di una famiglia che si trova improvvisamente privata del suo principale (unico?) punto di riferimento.

Il DVD di 10 giorni senza mamma messo sul mercato da Warner Bros soddisfa le aspettative e riesce a trovare un giusto equilibrio tra qualità tecnica e contenuti. Possiamo contare, dunque, su un quadro video sufficientemente nitido e attento al dettaglio affiancato da un reparto audio squillante che contempla una sola traccia in italiano Dolby Digital 5.1. Soddisfacenti i contenuti extra che offrono un backstage di 12 minuti corredato d’interviste a regista e interpreti principali, una reel di papere della durata di 9 minuti e l’immancabile trailer. Niente male.

Fred (Morelli) è cresciuto con un trauma: la separazione dei suoi genitori a seguito di enormi tradimenti venuti a galla. Si è più volte domandato, dunque, come sarebbe stata la sua infanzia se sua madre non avesse mai scoperto le scappatelle di suo padre. Cresciuto con questo interrogativo nella testa, Fred ha messo in piedi una particolarissima agenzia specializzata nelle bugie il cui motto recita “meglio una bella bugia che una brutta verità”. L’agenzia ha lo scopo di creare alibi credibili a tutti coloro che hanno qualcosa di grosso da nascondere e la paura di affrontarne le conseguenze. Fred porta avanti l’attività assieme all’esperto di tecnologia Diego (Bellerina) e l’apprendista narcolettico Paolo (Ruffini). Ma il destino è spesso beffardo e una sera Fred si innamora di Clio (Alessandra Mastronardi), ragazza bella e paranoica che ama farsi paladina della sincerità a tutti i costi. Fred, di conseguenza, non può confessarle che ha messo in piedi un intero racket fondato sulle bugie e le cose si complicano ulteriormente quando il ragazzo scopre che Alberto (Massimo Ghini), il padre della ragazza, è un suo cliente che vuole nascondere una storia clandestina con l’amante Cinzia (Del Bufalo), ragazza con poco cervello e desiderosa di sfondare nel mondo della musica rap. Quando per una serie di bizzarre coincidenze si ritrovano in vacanza tutti insieme, la storia è destinata ad implodere.

Questo è L’agenzia dei bugiardi, l’ultima commedia diretta da Volfango De Biasi nonché remake del francese Alibi.com. diretto da Philippe Lecheau e distribuito sul nostro mercato sempre da Warner Bros.

Il film di De Biasi percorre la strada del remake fotocopia che cerca di ripercorrere l’opera originale in tutto e per tutto, concedendosi ben poche libertà creative. Se si conosce già il film francese, perciò, sarà inevitabile la sensazione di deja-vu continuo a causa di una narrazione che procede attraverso i medesimi step e ripropone persino interi dialoghi (ed inquadrature) senza la minima variazione. I problemi più grandi che affliggono il film di De Biasi emergono principalmente proprio lì dove L’agenzia dei bugiardi cerca di prendersi delle libertà – narrative e creative – rispetto all’opera originale. Un allontanamento che, seppur minimo, era anche prevedibile dal momento che Alibi.com tutto è fuorché una commedia facile.

Non siamo dalle parti della classica commedia francese infatti, quella di Philippe Lecheau è una commedia fuori di testa, assolutamente surreale e demenziale, pronta ad abbondare in cattiveria e scorrettezze, volgarità di qualunque tipo e persino una massiccia dose di citazionismo volutamente trash a tanta cultura pop più o meno recente. Nel film di De Biasi tutto questo viene a mancare e il film, pur ricalcando alla perfezione lo schema francese, normalizza l’intera vicenda facendola aderire allo schema collaudato di tanto cinema e tanta fiction italiana. Tutto si riduce ad una pura e semplice questione di “corna” con mariti che devono sfuggire alle mogli nei corridoi dell’albergo per non far scoprire le scappatelle, amanti nascosti nell’armadio, sospetti ed equivoci continui. Insomma, cose viste e riviste in tantissima commedia italiana degli anni’80 e in almeno una dozzina di cinepanettoni con Christian De Sica e Massimo Boldi.

Come nel caso precedente, anche il DVD de L’agenzia dei bugiardi riesce a soddisfare le aspettative pur senza strafare. Un supporto di qualità, senza infamia e senza lode, che riesce a fare il suo lavoro senza mostrare falle di alcun genere. Un DVD tecnicamente valido pronto a restituire un’immagine ben illuminata e sufficientemente nitida, supportata da un reparto audio di qualità (ancora una volta Dolby Digital 5.1). I contenuti speciali soddisfano ancora una volta e offrono il trailer del film ed un corposo speciale/backstage di 15 minuti ricco di interviste al regista e al cast.

L’ultimo tassello di questo “mosaico” sulla nuova commedia italiana è rappresentato da Attenti al gorilla di Luca Miniero, una commedia tanto surreale quanto imbarazzante.

Lorenzo (Matano) è un avvocato fallito, non ha un soldo e per la sua attività non può permettersi nemmeno un normale studio legale così da stazionare provvisoriamente nel salone di bellezza di Concita (Del Bufalo). Costantemente in lite con la sua ex moglie Emma (Capotondi), avvocato di successo al servizio del bioparco, Lorenzo pensa bene di avanzare una causa allo zoo denunciando la cattiva manutenzione del gorilla Peppe (la cui voce è di Claudio Bisio). Lorenzo vince la causa ma il Tribunale affida a lui il compito di riportare l’animale in Africa. Non potendo permettersi le spese di viaggio, Lorenzo decide di tenersi il gorilla in casa come bizzarro coinquilino. Il grande animale, più umano degli umani, aiuterà Lorenzo a recuperare il rapporto con Emma e con i suoi tre figli.

Cosa abbia spinto Luca Miniero a mettere la firma su una commedia del genere ma, ancor di più, cosa abbia spinto attori di talento come Cristiana Capotondi, Francesco Scianna e – perché no? – Pasquale Petrolo a mettere la faccia su un tale prodotto è davvero un mistero. Un mistero facile da svelare perché, ovviamente, la risposta è una sola: i soldi.

Duole dirlo ma Attenti al gorilla è davvero un prodotto inqualificabile, una commedia costantemente indecisa su tutto che non riesce ad essere né canonica e né davvero surreale. Ne consegue uno spettacolino tanto ingenuo quanto sciocco, ricco di brutte trovate (in primis quella di utilizzare Bisio per dare voce ai pensieri del primate) e davvero incapace di suscitare anche un timido sorriso. A nulla serve la simpatia di Lillo utilizzato malamente come spalla comica di Matano, ciò arriva è solo tanta noia ed anche un po’ di imbarazzo per coloro che hanno scelto di metterci la faccia.

Anche Attenti al gorilla arriva in home video con Warner Bros solamente in edizione DVD. Il prodotto in questione si allinea ai precedenti, con un supporto di qualità che soddisfa senza strafare. Il quadro video, considerando l’assenza dell’alta definizione, appare particolarmente nitido e luminoso con un’immagine particolarmente viva nei colori. A supportarla ci pensa un degno reparto audio, ancora una volta in Dolby Digital 5.1. Contenuti extra allineati con quelli dei casi precedenti, dunque il trailer del film (non indicato nel retro del DVD) con l’aggiunta di un backstage di 7 minuti impreziosito da interviste al cast tecnico ed artistico.

Giuliano Giacomelli

10 GIORNI SENZA MAMMA di Alessandro Genovesi

Label: Warner Bros Entertainment

Formato: DVD

Video: 2.35:1 (16/9)

Audio: Italiano Dolby Digital 5.1

Sottotitoli: Italiano per non udenti

Extra: Backstage, Trailer, Papere

 

L’AGENZIA DEI BUGIARDI di Volfango De Biasi

Label: Warner Bros Entertainment

Formato: DVD

Video: 2.35:1 (16/9)

Audio: Italiano Dolby Digital 5.1

Sottotitoli: Italiano per non udenti

Extra: Backstage, Trailer

 

ATTENTI AL GORILLA di Luca Miniero

Label: Warner Bros Entertainment

Formato: DVD

Video: 2.35:1 (16/9)

Audio: Italiano Dolby Digital 5.1

Sottotitoli: Italiano per non udenti, Inglese

Extra: Backstage, Trailer

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.