Monthly Archives: ottobre 2013

Captain Phillips – Attacco in mare aperto, la recensione

La nave-cargo Maersk Alabama, capitanata da Richard Phillips, è diretta verso la Somalia per consegnare un carico di prodotti alimentari. Mentre la nave si trova ancora al largo della costa somala, una barca con a bordo tre pirati somali attacca la Maersk Alabama e riesce a salire a bordo. I pirati prima tengono sotto scacco l’equipaggio e poi decidono di andar via sequestrando il capitano per chiedere un lauto riscatto. Ma l’avventura di Richard Phillips e dei suoi rapitori sarà piena di ostacoli.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

DARKSIDE CINEMA.IT INTERVISTA CHECCO ZALONE, PROTAGONISTA DEL FILM SOLE A CATINELLE

L’attore comico Checco Zalone ha gentilmente scambiato quattro chiacchiere con i microfoni di Darkside Cinema in occasione della presentazione alla stampa, al Cinema Adriano di Roma, del suo ultimo film da protagonista, Sole a Catinelle, diretto da Gennaro Nunziante e prodotto dalla Taodue di Pietro Valsecchi.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Sole a catinelle, la recensione

Checco Zalone lavora nel campo delle vendite porta a porta, nello specifico è rappresentate di aspirapolveri, un settore che gli consente di fare presto carriera grazie alle vendite ai numerosi parenti. Il tenore di vita di casa Zalone comincia a salire vertiginosamente, ma problemi con il fisco lo riportano subito con i piedi per terra. A questo si aggiunge la separazione con la moglie Daniela e la promessa fatta al figlio Nicolò che se avesse preso tutti 10 sulla pagella gli avrebbe regalato una bella vacanza. Promessa che si vede costretto a mantenere malgrado le difficoltà economiche, visto che Nicolò tutti 10 li prende davvero! Così padre e figlio si mettono in viaggio verso il Molise, da zia Rita, dove Checco spera di far divertire il figlio e di vendere aspirapolveri ai parenti rimasti. Ma il Molise non è il luogo più adatto per un bambino e così Checco decide di rimettersi in auto per un viaggio on the road che li porterà a Portofino tra la creme della società.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

47 RONIN: NUOVO TRAILER INTERNAZIONALE E IL MANIFESTO ITALIANO

47 Ronin, epico affresco del Giappone del diciottesimo secolo diretto da Carl Erik Rinsch e interpretato da Keanu Reeves, arriverà nelle sale il 14 marzo 2014 distribuito dalla Universal Pictures.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il Pasticciere, la recensione

Achille Franzi è un pasticciere sensibile, raffinato ed anche diabetico. Seguendo le orme paterne, fin da bambino ha dedicato tutta la sua vita ai dolci e alla cucina ed ora è convinto che la sua missione nella vita sia quella di portare dolcezza nella vita degli altri. Un giorno come un altro, durante una visita di lavoro da un suo cliente, Achille diviene testimone involontario di un omicidio causato da un regolamento di conti. Da quel momento in poi Achille Franzi diventerà la pedina di un “gioco” finanziario più grande di lui che lo metterà a stretto contatto con un ambiguo avvocato e una sensuale prostituta.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 3.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Before Midnight, la recensione

A diciotto anni dall’indimenticabile magia del primo incontro tra Jesse (Ethan Hawke) e Celine (Julie Delpy), narrato nel cult Prima dell’Alba (Before Sunrise, 1995), il regista Richard Linklater svela finalmente al pubblico, in trepidante attesa, cos’è accaduto dopo l’enigmatico interludio parigino di Prima del Tramonto (Before Sunset, 2004), ambientato a nove anni di distanza dal primo capitolo e altrettanti anni prima della nuova intensa pellicola Before Midnight.
I diciotto anni rappresentano la prima tappa significativa nella vita di ciascuno di noi. La cosiddetta ‘maggiore età’; il momento in cui, dalla fanciullezza, si intraprende il cammino verso la crescita, umana e spirituale, e la consapevolezza di quale sia il nostro posto nel mondo, destinata ad accrescere, cambiare e confonderci di più ogni anno a venire. È proprio ciò che è successo ai nostri protagonisti, che certamente non sono più i giovani impulsivi che, quasi vent’anni prima, decisero di scendere insieme da quel treno, pur essendosi appena conosciuti, e trascorrere un’eccitante nottata in giro per le strade di Vienna prima di separarsi forse per sempre.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +3 (da 3 voti)

Blancanieves, la recensione

C’era una volta una bambina che non aveva mai conosciuto la madre. Lei imparò l’arte da suo padre, un famoso torero, ma era odiata dalla sua malvagia matrigna. Un giorno lei scappò con una truppa di nani-toreri, e divenne una leggenda.

Qualcuno risvegli Buster Keaton dalla tomba e gli dica che si sbagliava e che – ebbene si! – è ancora possibile girare film muti. Credo che ne sarà contento. Evitate magari di dirlo a D. W. Griffith che, con i tempi che corrono, sarebbe capace di girare il sequel di Nascita di una nazione… 

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

ENDER’S GAME, la recensione

In un lontanissimo futuro, il dodicenne Ender Wiggins (Asa Butterfield), il più sveglio e dotato dei suoi compagni, viene ammesso alla Scuola di Guerra, una stazione orbitante nello spazio in cui giovani talenti vengono addestrati alla battaglia, attraverso simulazioni in assenza di gravità, e si giocano la possibilità di diventare Comandanti della Flotta Internazionale.
Questo perché gli abitanti della Terra, dopo il devastante attacco subito molti anni prima dalla specie aliena dei Formics, che costò la vita all’eroico Comandante Mazer Rackham (Ben Kingsley), vogliono essere più che preparati per respingere un nuovo eventuale assalto e, anzi, fare sì che sia l’ultimo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Metallica 3D: Through the Never, la recensione

Negli ultimi anni  stiamo assistendo a una tendenza che forse non ci saremmo aspettati, ovvero portare i concerti al cinema. Un utilizzo anomalo dello spettacolo live, visto che proprio la peculiarità di questi eventi viene meno, ovvero il calore, il trasporto e il contatto fisico che un’esperienza di questo tipo può trasmettere solo dal vivo. Eppure sono sempre di più i concerti che vengono portati sul grande schermo, spesso utilizzando un orpello tecnologico del recente progresso cinematografico come il digital 3D. Sembrerebbe banale, eppure proprio la stereoscopia riesce a fornire alla semplice registrazione di un concerto quel tanto in più che basta a renderlo esperienza immersiva, a dargli quello sprint che possa andare “oltre”. Non è un caso, dunque, se gran parte dei “concerti al cinema” di questi anni sono proprio in 3D, perfino il nostrano Ligabue con Campovolo ne ha dato esempio.

Ma ora arriva per la felicità di chi nelle vene ha il metallo e solo per due giorni – 29 e 30 ottobre 2013 – Metallica 3D: Through the Never, il film evento dei Metallica che arriva nelle nostre sale grazie a Lucky Red.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)