Monthly Archives: settembre 2015

Padri e figlie, la recensione

L’ultimo lavoro americano di Gabriele Muccino, dopo il deludente Quello che so sull’Amore, approderà nelle nostre sale il 1 ottobre 2015. Padri e Figlie, letteralmente Fathers and Daughter nel titolo originale, è una pellicola con un cast eccezionale, ma che non è tutto brilluccichii.

A tenere le fila dell’intero film c’è la storia d’amore tra un padre e una figlia che insieme affrontano i problemi di una vita tutt’altro che facile. Russell Crowe veste i panni di Jake Davis, uno scrittore premio Pulitzer che, durante un litigio in auto con sua moglie, causa un incidente in cui lei rimane vittima.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: -1 (da 1 voto)

RZA torna in home video con L’uomo con i pugni di ferro 2

Tre anni fa arrivava nei cinema di tutto il mondo l’esordio cinematografico del musicista RZA, L’uomo con i pugni di ferro, un divertito e divertente omaggio al cinema settantiano di arti marziali asiatico con contaminazioni western e innesti fantasy.  Con il bene placido di Quentin Tarantino, che collaborò con RZA per le musiche di Kill Bill, e la collaborazione di Eli Roth, che ha co-firmato la sceneggiatura, L’uomo con i pugni di ferro guadagna oggi un sequel, prodotto direttamente per il mercato dell’home video, distribuito proprio in questi giorni da Universal Pictures

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Fast & Furious 7 arriva in Blu-ray a tutta velocità!

Era il 2001 quando Rob Cohen portava sul grande schermo i personaggi scaturiti dalla mente di Gary Scott Thompson, bulletti in canotta con la passione per i motori di grossa cilindrata e poliziotti sotto copertura che di alta velocità se ne intendono. Da allora ne sono stati fatti di chilometri e quello che nasceva come un piccolo film desideroso di omaggiare il cinema alla “gioventù bruciata”, è diventato il più costoso, importante e remunerativo franchise action in mano a Hollywood: Fast & Furious. Dopo quattordici anni siamo giunti a quota 7 e al timone del progetto passa il talentuoso enfant prodige dell’horror low budget James Wan. Ha suscitato clamori e apprezzamenti in sala, adesso Fast & Furious 7 arriva in home video grazie ad Universal Pictures che lo distribuisce in una ghiotta edizione estesa e ricca di contenuti extra.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Zombeavers arriva in Home Video con Midnight Factory

Solo poco tempo fa vi abbiamo parlato di Midnight Factory, nuova etichetta di proprietà Koch Media nata con l’intento di raccogliere e portare in Italia il meglio della produzione mondiale del genere horror. Midnight Factory, lo ricordiamo, nel cuore dell’estate ha esordito nella distribuzione home video portando sul nostro mercato due chicche sanguinolente: Piranha 3DD e il bellissimo Backcountry. Due horror poco convenzionali distribuiti persino in edizioni lussuose e da collezione arricchite da una buona quantità di inserti speciali. La temeraria etichetta distributiva continua dritta lungo il suo cammino e accresce il proprio listino con un altro titolo in perfetta sintonia con la politica Midnight Factory. Arriva in home video il bizzarro Zombeavers, film che vi farà sicuramente cambiare opinione sui castori.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La terza stagione di House of Cards in blu-ray

La democrazia è sopravvalutata

Frank Underwood

In attesa che vengano avviate le riprese della quarta stagione – già annunciate per la prossima estate – arriva in home video la terza stagione della fortunata serie House of Cards, creata e prodotta da Beau Willimon nonché uno dei principale cavalli di battaglia del servizio streaming on demand Netfilx. Più che un cavallo di battaglia, House of Cards è un vero e proprio puledro di razza, una serie che utilizza il linguaggio del thriller per raccontare i “terrificanti” intrighi e manipolazioni che avvengono all’interno della Casa Bianca per arrivare a “possedere” l’ambita stanza ovale. Dal 2013 (anno in cui è stata messa on demand la prima bellissima stagione) ad oggi House of Cards ha fatto razzie di premi ed ha saputo conquistare pubblico e critica di tutto il mondo. Questo mese, per merito di Sony Pictures Home Entertainment, arriva finalmente in casa vostra la terza stagione completa.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Green Inferno, la recensione

Presentato al Festival di Roma nel 2013 e poi bloccato dalla produzione per due lunghi anni, The Green Inferno arriva finalmente nei cinema, in Italia come Paese d’esordio, grazie a Koch Media e Midnight Factory. Il quarto film da regista di Eli Roth vuole essere un omaggio al cinema cannibalico italiano e lo fa alla maniera dell’autore di Cabin Fever, che in Hostel: Part II aveva dichiaratamente espresso la sua ammirazione per il cinema italiano di genere includendo in cammei Edwige Fenech, Luc Merenda e Ruggero Deodato, quest’ultimo – Re del Cannibal Movie – proprio nel ruolo di un cannibale.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Magic Mike XXL, la recensione

I re di Tampa sono tornati, più in forma che mai. Il gruppo di spogliarellisti (ops, secondo loro il termine tecnico è “intrattenitori”) che avevamo conosciuto nel primo Magic Mike è sempre pronto a scendere in pista, ma stavolta sarà l’ultima: i ragazzi vogliono lasciarsi alle spalle questa carriera. E cosa c’è di meglio di una stripper convention a Myrtle Beach per dare l’addio al palco? Mancherebbe solo lui, l’unico e solo Magic Mike (Channing Tatum), ormai fuori dal giro da tre anni. Mike ha infatti intrapreso un’attività in proprio, che però non lo soddisfa pienamente, e per di più è stato mollato dalla fidanzata. Ma quando avvertirà il richiamo del branco e dello stage non potrà dire di no ad un ultimo, spettacolare canto del cigno.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

CG Entertainment racconta l’infanzia: Incompresa e Banana in DVD

I bambini sono degli enigmi luminosi”. Con queste parole lo scrittore francese Daniel Pennac descrive il colorato e complicato mondo dell’infanzia, delicata fase esistenziale che da sempre ha destato l’interesse di moltissimi autori cinematografici che, attraverso la settima arte, hanno voluto raccontare o ricordare le gioie e le paure che si hanno quando si è “piccoli”. Da Truffaut a J.J Abrams, passando per Richard Donner e i fratelli Dardenne, in tanti hanno detto la loro sulla giovinezza analizzando una precisa sfumatura del mondo del fanciullo e adesso, grazie a Good Films in collaborazione con CG Entertainment, arrivano in DVD due singolari pellicole tutte italiane desiderose di ricordare quant’è unico essere bambini: Incompresa e Banana.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’esigenza di unirmi ogni volta con te, la recensione

“Odio gli ombrelli ed i poeti”, in queste parole si potrebbe riassumere la personalità di Giuliana, interpretata da Claudia Gerini nel film L’esigenza di unirmi ogni volta con te. Tratto dall’omonimo romanzo dello stesso regista, Tonino Zangardi, dal titolo difficilmente ricordabile, il film racconta la storia d’amore tra Giuliana, una cassiera di un supermercato, e Leonardo (Marco Bocci), un poliziotto dall’aria del bello e dannato. Ogni giorno, lui compra un panino con la mortadella nel supermercato dove Giuliana lavora e l’attrazione tra di loro è già alle stelle. Lui la salva durante una rapina nel supermercato ed è amore. La storia di passione travolgente porterà a sconvolgere due vite, due persone, la sicurezza di due routine quotidiane, un passato nascosto ed una vita noiosissima; tutta ottima poesia,  peccato che si concretizzerà in una delle sceneggiature più deboli degli ultimi mesi di cinema italiano.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 2.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Venezia 72. Everest, la recensione

10 maggio 1996, la tragica avventura di Rob Hall a capo di una spedizione per raggiungere la vetta Dell’Everest.

Presentato in apertura della 72esima edizione della Mostra dell’arte cinematografica di Venezia, Everest di Baltazar Kormàkur è un progetto ambizioso che si pone l’obiettivo di raccontare nel modo più fedele possibile quel terribile giorno.

Appare evidente da subito l’intenzione, poi confermata dal regista, di non concentrarsi o dare risalto a un aspetto dell’esperienza ma di cercare di riproporla nella sua complessità.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)