Monthly Archives: giugno 2016

Cattivi vicini 2, la recensione

Da John Landis ai National Lampoon, passando per Porky’s e La rivincita dei Nerds, c’è tutta una tradizione nata negli anni ’80 che ha rielaborato il genere comedy americano aggiornandolo ai gusti del pubblico di allora, gusti che si affidano a una risata greve, di pancia, preferibilmente orientata al politicamente scorretto. Quella commedia ha avuto dei figli negli anni ’90, che si sono moltiplicati a loro volta, fino ad arrivare all’attuale panorama comico statunitense che guarda ai propri nonni con rispetto e voglia di emulazione. Tra i molti esempi di commedia chiaramente vogliosa di riesplorare canoni “classici” c’è senz’altro Cattivi vicini, campione d’incassi della stagione estiva 2014, che oggi ha guadagnato un sequel.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il piano di Maggie – A cosa servono gli uomini, la recensione

Di “relazione tascabile” parlava la scrittrice Catherine Jarvie e Zygmunt Bauman teorizzava l’“amore liquido” nella società postmoderna: l’amore cambia e, anche se qualcuno cerca ancora la scarpetta di cristallo nella metropolitana o il cavallo bianco sotto casa, noi siamo in balia di questi cambiamenti. L’amore si trasforma esattamente come qualunque altro aspetto della nostra vita e la sua metamorfosi è dovuta a cambiamenti sociali e culturali rilevanti. Ma il cinema si è accorto di questo cambiamento, si è adeguato? O si continua a portare sul grande schermo delle fotocopie (belle ma pur sempre inattuali) di Pretty Woman?

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il Trono di Spade 6: cosa è accaduto nel finale di stagione [Spoiler]

The Winds of Winter conclude questa stagione davvero grandiosa, mettendo al centro le vicende che riguardano in primo luogo Stark, Lannister e Taragaryen, le quali convergono in un’unica storia che guarda al passato delle tre casate.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Ghostbusters: l’incontro con Paul Feig, regista del reboot

Ghostbusters uscirà nei cinema di mezzo mondo il 28 luglio, ma con un mese di anticipo il regista e sceneggiatore del discusso reboot al femminile Paul Feig ha fatto una “gita” promozionale a Roma per presentare il suo film. Avvalorato dalla presenza del fanclub italiano e dopo la proiezione in anteprima di Ghostbusters (ma di questo vi parleremo più avanti), Paul Feig si è intrattenuto con la stampa nella sempre gradevole cornice della Casa del Cinema per rispondere a un po’ di domande, ecco un riassunto dell’interessante botta e risposta.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

EIFF 2016: Mr. Right

Quanti sognano un giorno di poter incontrare finalmente il loro Signor (o Signora) “Giusta”?

Martha è fresca di tradimento da parte del fidanzato che l’accusa di essere “poco disposta a sperimentare cose nuove”. Dopo essere stata praticamente obbligata dalle amiche ad uscire, incontra al supermercato un uomo misterioso, che la invita ad un appuntamento con lui immediatamente. Quello che la ragazza non sa, o meglio non vuol capire dato che lui glielo ripete in tutti i modi, è che Mr. Right per vivere uccide le persone.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

EIFF 2016: Yoga Hosers

C’erano una volta nel Canada occupato dai nazisti, Coleen e Coleen, che si ritrovarono loro malgrado a dover salvare l’amato paese a colpi di yoga.

Serve dire altro?

Divenuto famoso nell’ultimo anno più perché “ci recita la figlia di Johnny Depp” che per altro, Yoga Hosers è semplicemente una bomba!

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 9.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 2 voti)

Strade di musica, la recensione

E’ sempre affascinante quando un sottofondo musicale, suonato dal vivo, accompagna le nostre passeggiate per la città. Ma quando le note cessano, vi siete mai domandati chi sono quelle persone che, con i loro strumenti spesso bizzarri, hanno arricchito le vie romane di suggestione e mistero? Strade di musica, documentario firmato dai giovani registi Michele Morsello Angileri e Giuliano Giacomelli, nasce proprio da interrogativi come questo, esplorando le storie di alcuni musicisti di strada che, nella Capitale, hanno stimolato la loro curiosità.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

EIFF 2016: The Virgin Psychics

Yoshiro (Shota Sometani) aspetta da tutta la vita la ragazza del suo destino, quella che aveva conosciuto in una sala d’attesa molti anni prima, quando erano ancora entrambi nel ventre materno. Ogni sera a letto,   prima di dormire, si masturba e cerca disperatamente di pensare a lei. Ma le uniche immagini che ha sono dei brevi flash di un loro futuro incontro, in cui però non riesce a vedere il suo volto. Quando una notte, durante una delle sue sessioni, viene colpito da uno strano fenomeno sovrannaturale e le cose per lui cambieranno radicalmente.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Jem e le Holograms, la recensione

Se siete stati bambini negli anni a cavallo tra gli Ottanta e i Novanta, molto probabilmente vi siete imbattuti in Jem, un cartoon americano che impazzava sulle allora reti Finivenst, ideato da Chirsty Marx e diviso in tre stagioni, per un totale di 65 episodi. Quel cartoon era ispirato a una linea di bambole della Hasbro e come parte dei giocattoli Hasbro, oggi si è trasformato in film! E così, dopo Transformers, G.I. Joe, Tartarughe Ninja e Battleship, ecco arrivare Jem e le Holograms, diretto da Jon M. Chu e prodotto dalla casa esperta in horror a basso costo BlumHouse.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Kiki & i segreti del sesso, la recensione

Scommettiamo che tra di voi lettori qualcuno cova una inconfessabile mania legata alla sfera sessuale? Sono più frequenti di quanto si possa immaginare e vanno dalle comunissime forme di feticismo alle ben più bizzarre fantasie sessuali come la dacrifilia, che descrive l’eccitazione nel vedere il partner che piange, l’efefilia, che si riferisce al piacere nello sfiorare i tessuti o l’arpaxofilia, in cui si raggiunge l’orgasmo quando si viene minacciati da uno sconosciuto. A dar voce, in modo molto ironico, a queste e altre “filie” ci pensa Paco Leòn con Kiki & i segreti del sesso, remake iberico del film australiano del 2014 The Little Death.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)