Monthly Archives: gennaio 2017

Animali fantastici e dove trovarli arriva in home video!

Ottime notizie per i fan di J.K. Rowling: la Warner Bros ha annunciato la data di uscita in home video di Animali fantastici e dove trovarli, i dettagli delle varie edizioni casalinghe e una sorpresa per i fan di Harry Potter, ovvero l’uscita in Ultra HD 4K di tutta la saga dedicata al mago interpretato da Daniel Radcliffe.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il crime italiano in un unico saggio: Ciak, si Spara!

Vi segnaliamo un volume potenzialmente interessante che tratta un argomento a noi molto caro, il crime cine-televisivo italiano, una delle poche forme audiovisive che nel nostro Paese oggi tratta il “genere” così come lo abbiamo imparato a conoscere, e soprattutto rende protagonisti i cattivi.

Ciak, si Spara è il titolo del saggio, scritto da Nico Parente, già tra gli autori del saggio L’esorcista – Quarant’anni dopo, e edito da Nicola Pesce Editore.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Riparare i viventi, la recensione

A partire da oggi, approda nelle nostre sale Riparare i viventi, il film di Katell Quillévéré presentato alla 73^ Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Il film è tratto dal romanzo di Malys de Kerangal e ci mostra ciò che avviene nelle ore successive all’incidente che coinvolge un gruppo di ragazzi, tra cui Simon, cui viene dichiarata la morte cerebrale.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: -1 (da 1 voto)

Socialmente Pericolosi, la recensione

Raccontare la camorra al cinema in maniera originale e innovativa è diventata un’impresa ardua dal momento che, a partire dal Gomorra di Matteo Garrone, i boss della malavita napoletana hanno invaso sia il grande che il piccolo schermo. A provare a dare una ventata di novità è Fabio Venditti il quale, dopo una lunga carriera da giornalista e autore di reportage per la Rai e altre testate, si cimenta con il lungometraggio Socialmente pericolosi, che racconta la storia vera della fraterna amicizia tra un giornalista e un potente boss della camorra. Un’operazione decisamente mal riuscita poiché il film non prende mai una direzione ben precisa, rimanendo a metà tra un film di finzione e un documentario, cosa che lo rende poco appassionante e piuttosto forzato in alcune scelte narrative.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Split, la recensione

C’era un momento, a cavallo tra la fine degli anni ’90 e l’inizio del nuovo millennio, in cui M. Night Shyamalan sembrava la più grande promessa del cinema thriller. Qualcuno lo aveva identificato come erede di Hitchcock e questo perché è riuscito a piazzare, uno dietro l’altro, una serie di opere riuscitissime che si avvalevano di una regia impeccabile e giocavano con le emozioni dello spettatore, inserendo spesso colpi di scena che davvero lasciavano di sasso. Da Il Sesto Senso a The Village, passando per il meraviglioso Unbreakable – Il Predestinato e il riuscitissimo sci-fi Signs. Poi la stella di Shyamalan ha cominciato a brillare sempre meno, ha alternato film riusciti ma lontani anni luce dai fasti iniziale, come Lady in the Water ed E venne il giorno, a dei filmetti impersonali come L’ultimo dominatore dell’aria e After Earth, che hanno anche floppato magistralmente al botteghino.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La La Land, la recensione

Essere un film d’apertura non è un compito affatto facile. È necessario riprodurre l’anima di un festival e portare l’attenzione del pubblico verso qualcosa di completamente innovativo; bisogna costruire un ponte cinematografico fra vecchio e nuovo.

Tra cinefilia e intrattenimento, musiche che hanno già un posto libero nell’Ipod e regia magistrale, Damian Chazelle dirige una vera e propria lezione di cinema con il suo La La Land, film d’apertura della 73esima Mostra del Cinema di Venezia.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 9.0/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 2 voti)

Proprio lui?, la recensione

Un’allegra famigliola composta da padre (il Bryan Cranston di Breaking Bad), madre (Megan Mullally) e figlio minore (Griffin Gluck) va a trascorrere il Natale nella lussuosa casa del fidanzato della figlia maggiore (Zoey Deutch). James Franco interpreta questo sboccato ed irriverente giovane genio dell’informatica: il suo carattere estroverso e scurrile metterà a dura prova la pazienza del capofamiglia.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

xXx – Il ritorno di Xander Cage, la recensione

Vin Diesel ci piace. Prima di essere un bravo attore è un ottimo imprenditore.

Ci piace perché con una manciata di film è riuscito a imporsi come star in senso lato e, nello specifico, come idolo del cinema action. E infatti, in una carriera ormai ventennale, la sua immagine è attribuibile principalmente a un paio di ruoli… ma che ruoli!

Dopo aver investito sul franchise di Fast & Furious e quello di Riddick, il buon Diesel va a ripescare un suo “vecchio” ruolo di successo pronto alla serializzazione massiccia: Xander Cage, protagonista di xXx, coriaceo spoof di 007 diretto da Rob Cohen nell’ormai lontano 2002.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Dopo l’amore, la recensione

Amarsi è complicato. Separarsi lo è ancora di più.

Il regista belga Joaquim Lafosse non è il primo e non sarà l’ultimo a parlare delle pene del divorzio al cinema, ma nel suo ultimo film, Dopo l’amore, l’occhio cinematografico è concentrato su aspetti più amari e spesso nascosti.

Marie e Boris hanno due cose che li legano profondamente nonostante il loro amore sia ormai finito: la casa, pagata con i soldi di lei ma completamente ristrutturata da lui, e le loro figlie gemelle. Boris è senza lavoro e pieno di debiti e Marie non vuole concedergli la quantità di denaro che lui richiede.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Capolavori restaurati: 4 mosche di velluto grigio e Amarcord in Blu-ray Disc

L’impegno di CG Entertainment nel recupero dei grandi classici del cinema italiano in una rinnovata versione home video prosegue con due capolavori della nostra cinematografia degli anni ’70, 4 mosche di velluto grigio e Amarcord, pietre miliari firmate da due dei registi più influenti, celebrati e di fama internazionale che il nostro cinema abbia mai avuto.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)