Monthly Archives: agosto 2017

Supercar: arriva il reboot con Kevin Hart e John Cena

L’abbiamo sognata e amata. Abbiamo invidiato Michael Knight e riso dell’ironia più umana che artificiale di KITT. In tempi in cui si fa un gran parlare di vetture a guida automatica, la memoria va a quell’ormai lontano gennaio del 1984 quando entrava in scena dal garage di una villa americana una Pontiac Firebird Trans Am, rigorosamente nera, che tutti abbiamo finito per amare. Di certo qualcuno di noi ci ha pure rosicato sopra: perché quel Michael Knight alto, affascinante, dallo sguardo penetrante del cowboy su quattro ruote era entrato in possesso quasi per caso di un’auto così speciale? E noi?

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Dunkirk, la recensione

Non è facilissimo scrivere di un capolavoro annunciato. Soprattutto se, a fine visione, si sente addosso quell’imbarazzo misto a delusione per non aver assistito a quel capolavoro tanto sbandierato.

Dunkirk è un film di Christopher Nolan nel bene e nel male. Quel Nolan post Cavaliere Oscuro, forse un po’ montato dai paroloni di certa critica che lo hanno eletto a erede di Kubrick. E questa sua nuova opera ne è la conseguenza: un film molto rigoroso, tecnicamente fenomenale, ma troppo attento ad adagiarsi sulla perfezione della sua confezione da dimenticare completamente un cuore.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Easy – Un viaggio facile facile, la recensione

Isidoro (Nicola Nocella) è conosciuto da tutti come Easy, ma la sua vita non è altrettanto facile: da quando il suo sogno di diventare un pilota di Formula 1 si è infranto, Easy è scivolato in una spirale di cibo spazzatura e antidepressivi. Ma un bel giorno il fratello gli offre l’opportunità di mettersi nuovamente alla guida… di un carro funebre. Easy si ritrova così a partire per l’Ucraina insieme alla bara di Taras, un operaio morto nel cantiere del fratello.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La principessa e l’aquila, la recensione

Aisholpan è una ragazza di 13 anni e fa parte di una famiglia nomade che vive nella parte mongola dei monti Altaj, una zona in cui una tradizione in particolare molto sentita viene tramandata di padre in figlio da secoli: la caccia con le aquile. Un’usanza tutta maschile in una società dove le donne sono ritenute troppo deboli per poter anche solo pensare di cimentarsi in qualsiasi tipo di attività al di fuori dei lavori casalinghi. Ma per Aisholpan la questione è diversa. Cresciuta fin da piccola con il mito dei cacciatori di aquile, decide di voler far parte di quel mondo andando contro una tradizione millenaria.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

La maledizione di Samara è tornata! The Ring 3 in Blu-ray

Samara è tornata ed è anche piuttosto minacciosa! The Ring, uno dei film horror più celebri e di successo del terzo millennio, aggiunge un tassello alla sua saga e arriva a quota tre… The Ring 3 è un sequel fin troppo tardivo e per questo, forse, ha pagato il suo relativo flop al botteghino, ma vale la pena dargli un’occhiata per capire come è stata aggiornata la vicenda della maledizione che si trasmette(va) tramite un VHS. Per farlo non c’è niente di meglio che l’uscita in home video del film, che arriva nelle nostre case grazie a Universal Pictures e Paramount in DVD, Blu-ray Disc e in un cofanetto che comprende tutti e tre i film americani.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Bernie, Scambio a sorpresa e Wish I Was Here: diverse sfumature di comedy in Blu-ray

Questa torrida estate 2017 è stata testimone dell’uscita di una manciata di titoli inediti per l’home video della Koch Media, interessanti commistioni con il genere comedy che rispondono al titolo di Bernie, Scambio a sorpresa – Life of Crime e I Whis I Was Here.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Overdrive, la recensione

In questi mesi il cinema d’azione, soprattutto di matrice statunitense, è al centro di una vera rivoluzione che ha ridefinito ritmi, spettacolarità e coreografie. Una delle saghe più influenti – perché ormai si ragiona per saghe anche in questo genere – è stata senz’altro Fast & Furious, che grazie a un mix di azione spettacolare e completamente al di fuori di ogni realismo e una particolare umanità nella delineazione dei personaggi positivi, è riuscita a decretare un nuovo canone di blockbuster action.

E il resto del mondo non sta di certo a guardare! Soprattutto la Francia, che da quando ha trovato nella EuropaCorp di Luc Besson una piccola Hollywood transalpina, ha dato al grande pubblico successi di tutto rispetto.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Amityville – Il risveglio, la recensione

Quella della “casa più infestata” degli Stati Uniti è una storia che va avanti dai primi anni ’70, quando la villetta sita al 112 di Ocean Avenue ad Amityville, sulla costa meridionale di Long Island, fu tristemente nota alle cronache per il delittuoso fatto che costò la vita a ben sei persone. Un’intera famiglia, i De Feo, sterminata dal figlio maggiore Ronnie, poi condannato a sei ergastoli ma sempre dichiaratosi spinto all’omicidio da una presenza maligna che gli ha sussurrato di farlo. La realtà spesso supera la fantasia e la terribile storia dei De Feo fu solo il primo tassello di un caso mediatico che raggiunse ogni dove, perché i successivi proprietarie della villetta in stile coloniale di Ocean Avenue, i Lutz, sono stati testimoni di uno dei più celebri casi al mondo di infestazione spiritica. Da quel momento la casa di Amityville è diventata un’icona del paranormale, attirando l’interesse di medium, esperti di paranormale e demonologi, come i celeri coniugi Warrern, oggi famosi grazie ai film di James Wan The Conjuring.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Cattivissimo me 3, la recensione

Sono passati ben 10 anni dalla prima comparsa di Gru e i suoi Minions sul grande schermo con il primo capitolo di Cattivissimo Me e dopo essere diventato uno dei più grandi successi nel cinema d’animazione con il secondo capitolo, e una parentesi dedicata esclusivamente ai gialli e simpatici Minions nel 2015, arriva, il prossimo 24 agosto, Cattivissimo Me 3.

Diretto, ancora una volta, da Pierre Coffin con l’aiuto di Kyle Balda, con il quale ha già collaborato per il film I Minions, Cattivissimo Me 3 riprende le fila dei precedenti capitoli dell’Illumination e vede Gru e Lucy alle prese con il tragico licenziamento dalla AVL (Anti-Villain League), per la quale lavoravano ormai da tempo, per la mancata cattura del criminale Balthazar Bratt. La parte difficile sta nel dire alle piccole Margot, Edith e Agnes la verità e metterle al corrente delle difficoltà che dovranno affrontare, ma una sorpresa è già lì che aspetta Gru: la scoperta di un fratello gemello, Dru, biondissimo e ricchissimo, che proverà a riportare Gru sulla “cattiva” strada.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Max Giusti, Arisa e Paolo Ruffini raccontano Cattivissimo Me 3

In occasione dell’uscita italiana di Cattivissimo me 3, terzo capitolo della saga d’animazione di successo targata Illumination Entertainment, il cast vocale italiano del film ha incontrato la stampa a Roma. Nel contesto della Casa del Cinema, Max Giusti, Arisa e Paolo Ruffini, rispettivamente voci di Gru/Dru, Lucy Wilde e Balthazaar Bratt, hanno raccontato alla stampa la loro esperienza.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)