36TFF. All These Small Moments, la recensione

Crescita.

C’è solo un modo per raccontarla: attraverso le sfumature. E in questo All These Small Moments riesce bene.

Già dal titolo, il primo lungometraggio firmato da Melissa B. Miller e presentato in concorso al 36esimo Torino Film Festival, vuole farci capire che la pellicola terrà conto proprio di quei piccoli momenti che, caotici e imprevedibili, si sommano a generare un cambiamento. Nostro malgrado.

Ma andiamo per ordine: il film segue le vicende di Howie Sheffield, ragazzo adolescente ossessionato da una trentenne che vede ogni giorno in autobus.

A causa di un braccio rotto che lo costringe in biblioteca durante l’ora di ginnastica, conosce anche Lindsay, coetanea che nutre interesse nei suoi confronti.

Ad aggiungersi all’uragano emotivo, i suoi genitori hanno gravi problemi di coppia e non sono in grado di gestirli senza coinvolgere i due figli.

Questo è ciò che affronta Howie, e lo fa con pacatezza a tratti poetica. E la messa in scena rispetta il modo di fronteggiare gli eventi del protagonista, con una regia chiara, delicata.

Plauso a Brendan Meyer che interpreta Howie in modo naturale e, soprattutto, a una brillante Molly Ringwald nei panni della madre.

Ma un grande punto di forza di questa pellicola è che anche gli altri personaggi, adolescenti o adulti che siano, vivono i loro “small moments”: sia i genitori di Howie, sia Odessa, la trentenne di cui il protagonista è innamorato, sono vittime del tumulto sentimentale che regna sovrano.

Quasi a voler sottolineare che poco importa l’età, ogni vita è densa di momenti a cui diamo poca importanza, ma che, nel profondo, ci fanno inevitabilmente crescere, nel bene o nel male.

Michele Cappetta

PRO CONTRO
  • Trama delicata.
  • Ottima recitazione.
  • Finale didascalico.
  • Poco memorabile.
VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
36TFF. All These Small Moments, la recensione, 7.0 out of 10 based on 1 rating
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.