CANDYMAN (Candyman)

CANDYMAN

Negli anni in cui negli Stati Uniti vigeva ancora la schiavitù,  Daniel, viene ingaggiato da un facoltoso proprietario terriero per dipingere il ritratto della figlia. I due ragazzi si innamorano incontrando la ferma opposizione del padre della giovane e, quando lei rimase in cinta, scoppiò uno scandalo che vide Daniel come unico capro espiatorio. Al ragazzo venne amputata una mano e, dopo esser stato cosparso di miele venne fatto uccidere da uno sciame di api al grido di “Canyman, candyman“. Poco prima di morire però il ragazzo venne portato davanti ad uno specchio che catturò la sua anima. Nasce così Candyman, un’anima tormentata che vorrebbe solo trovare la pace. Candyman può uscire dal suo bolio solo quando qualcuno pronuncia per cinque volte il suo nome davanti ad uno specchio; l’essere si materializza e trucida la persona che l’ha evocato, senza alcuna pietà. Il mito di Candyman continua attraverso i decenni, periodo in cui, la curiosità umana gli ha permesso di disseminare sempre più vittime.

FILM: Candyman – Terrore dietro lo specchio (Bernard Rose, 1992), L’inferno nello specchio – Candyman 2 (Bill Condon, 1995), Candyman 3 – Il giorno della morte (Turi Meyer, 1999).

NOME COMPLETO: Daniel Robitaille

ALIAS: Candyman

ETA’: Indefinita

NAZIONALITA’: Americana

OCCUPAZIONE: Schiavo, Artista

ARMI: Il suo amato uncino

POTERI: Comandare sciami di api

OBIETTIVI: Uccidere chiunque lo evochi

NEMESI: Nessuno

MULTIMEDIA: Il racconto The Forbidden contenuto in Books Of Blood – Vol. 5 di Clive Barker

PRIMA COMPARSA SULLO SCHERMO: 1992

ATTORE CHE LO INTERPRETA: Tony Todd

FRASE: “Che cosa sanno i buoni se non quello che imparano dagli eccessi di noi cattivi?”

 

Claudio Casero

Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.