Archivio categorie: Serie TV

Tornano Murtaugh e Riggs nella seconda stagione di Lethal Weapon, ora disponibile in dvd

Tornano i due agenti dell’LAPD Roger Murtaugh e Martin Riggs, ancora una volta fianco a fianco pronti a fronteggiare criminalità e corruzione. Ma occhio, non stiamo parlando degli iconici Danny Glover e Mel Gibson bensì dei loro “surrogati” televisivi Damon Wayans e Clayne Crawford. Nel 2016, infatti, la fortunata saga poliziesca di Richard Donner – autentica pietra miliare del cinema action – è stata sottoposta ad un reboot televisivo voluto da Warner Bros Television e l’emittente Fox. In attesa di poter gustarci la terza stagione (che da noi andrà in onda a maggio, mentre negli Stati Uniti è finita solo da qualche settimana), Warner Bros Entertainment ci offre la possibilità di ripassare i 22 episodi della seconda stagione di Lethal Weapon che è adesso disponibile in home video solo in DVD.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

True Detective 3: oltre lo spazio e i “tempi”

1980.

1990.

2015.

No, non è un film di Christopher Nolan, al quale notoriamente piace dilatare il tempo, ma è l’ultima stagione (la terza, per la precisione) di True Detective, la serie tv creata e scritta da Nic Pizzolatto.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

La seconda stagione di Suburra: lo spaghetti crime di Netflix

Netflix, ormai famigerata “tagliateste” di serie troppo “fuori dalle righe”, il 22 febbraio ha pubblicato la seconda stagione di Suburra, stavolta con la direzione artistica di Andrea Molaioli (La ragazza del lago, Slam – tutto per una ragazza, Il gioiellino e già regista di quattro episodi della prima stagione di Suburra – La serie) e Piero Messina (L’attesa) che sostituisce i registi della prima stagione, rilasciata a ottobre 2017: Michele Placido (Romanzo Criminale, Vallanzasca – Gli angeli del male, La scelta) e Giuseppe Capotondi (La doppia ora).

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Aspettando Black Mirror: distopie antologiche da non perdere!

[*Una serie antologica è una serie di fiction radiofonica o televisiva caratterizzata da episodi o stagioni che presentano trame e personaggi diversi]

Sebbene nei primi anni della sua uscita Black Mirror non avesse attirato una così grande fetta di pubblico, un po’ alla volta, grazie anche al passaparola, si è lentamente intrufolato nella vita di qualunque amante delle serie tv. Ha visto poi la sua esplosione quando nel 2016 è stato comprato da Netflix. E ora siamo tutti in questa specie di febbre da Black Mirror aspettando freneticamente la quinta stagione (di cui non conosciamo ancora la data di uscita). Ma non disperate! La vostra astinenza da contenuti angoscianti e scioccanti può essere sconfitta: qui per voi cinque serie antologiche che vi terranno sulle spine in vero stile Black Mirror.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Fantascienza seriale! Star Trek: Discovery e The Expanse in home video

Universal Pictures International Italy e Paramount Pictures portano in home video due serie tv fantascientifiche che si sono contraddistinte negli ultimi mesi tra gli appassionati di sci-fi, Star Trek: Discovery, serie spin-off e prequel della leggendaria space-opera di Gene Roddenberry, e The Expanse, riduzione televisiva dei romanzi firmati da Daniel Abraham e Ty Franck.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Umbrella Academy: Essere Speciali

Dal 15 febbraio è disponibile su Netflix una serie attesa con grande curiosità, The Umbrella Academy. La serie trae ispirazione dall’omonima serie a fumetti creata da Gerald Way (conosciuto ai più come cantante dei “My Chemical Romance”) e Gabriel Bà, e vede come showrunner Steve Blackmann (Legion, Fargo, Altered Carbon).

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Big Mouth: la nostra mostruosa adolescenza

L’8 febbraio Netflix ha pubblicato l’episodio speciale di San Valentino della terza stagione della serie animata Big Mouth, creata da Nick Kroll (The Oh, Hello Show; The League, Kroll Show), Andrew Goldberg (I Griffin), Mark Levin (Innamorarsi a Manhattan, Alla ricerca dell’isola di Nim, Genitori in blue jeans) e Jennifer Flackett (Beverly Hills 90210, Avvocati a Los Angeles, Viaggio al centro della Terra).

L’uscita anticipata di cinque giorni è un’opportunità per fare un onesto binge watching e recuperare le prime due stagioni di questo dissacrante e irriverente cartone animato, riservato a un pubblico tardo adolescente o ad adulti sarcastici.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Russian Doll: negare il dolore

Tra le ultime serie uscite su Netflix, precisamente il primo febbraio, c’è Russian Doll, creata da Natasha Lyonne (American Pie, Orange is the new black), Amy Phoehler (Mean Girls, Parks and Recreation) e Leslye Headland. La serie parla di Nadia (Natasha Lyonne), che alla sua festa di compleanno si trova incastrata in un loop temporale che termina e ricomincia tramite la sua continua morte.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Unbreakable Kimmy Schmidt: quando devi essere geniale per capire il demenziale

Avete presente la fiaba di Hans Christian Andersen intitolata I vestiti nuovi dell’imperatore? Quella in cui un vanitoso imperatore viene raggirato da due sarti imbroglioni che dicono di poter cucire gli abiti più belli del mondo ma che possono essere visti solo dalle persone intelligenti e va a finire che il monarca sfila nudo per le strade? Bene, in questo caso farò la parte dei due sarti furfanti perché voglio assolutamente che tutti corriate a vedere questa serie o che al massimo facciate finta di conoscerla per convincere almeno i vostri amici ad andare a vederla.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +3 (da 3 voti)

The Punisher, seconda stagione: reiterare i concetti

Il 18 gennaio è uscita su Netflix la seconda stagione di The Punisher, ultima creazione dell’universo televisivo Marvel, particolarmente attesa dopo la cocente delusione di Iron Fist. Torna a interpretare Frank Castle Jon Bernthal, sempre perfetto nel ruolo di rude macho dal cuore tenero.

In questa stagione, Punisher sembra inizialmente aver trovato un po’ di pace ma quasi subito si trova in mezzo ad un nuovo intrico da risolvere come solo lui sa fare: a cazzotti e mitragliate. Le scene d’azione di The Punisher come al solito sono imbattibili: veloci, accurate e con un livello di violenza che a volte ricorda Sin City. In quanto serie d’azione, The Punisher non può deludere proprio sotto questo punto di vista, intrattenimento puro per lo spettatore che cerca un action fatto come si deve.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)