David di Donatello 2017: tutti i vincitori

Si è svolta stasera presso di Studi De Paolis di Roma la cerimonia di premiazione dei 62° David di Donatello, i più importanti premi cinematografici italiani. A condurre la serata, che pare aver strizzato l’occhio per più di una soluzione ai cugini d’oltreoceano, gli Oscar, è stato Alessandro Cattelan, che ha esordito con un monologo in puro stile Academy Awards.

La cerimonia si è svolta in maniera fin troppo veloce, con discorsi interrotti bruscamente e l’abbattimento dei tempi di pathos tra la carrellata dei candidati e l’annuncio dei vincitori. I favoriti, dopo l’annuncio del 21 febbraio, erano Indivisibili (17 candidature), La Pazza Gioia (17 candidature) e  Veloce come il vento (16 candidature) e, infatti, gli esiti sono stati ampiamente dentro le previsioni.

Di seguito l’elenco di tutti i vincitori nell’ordine in cui sono stati annunciati.

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

  • Valerio Mastandrea, per Fiore

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

  • Antonia Truppo, per Indivisibili

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE

  • Nicola Guaglianone, Barbara Petronio, Edoardo De Angelis, per Indivisibili

MIGLIORE SCENEGGIATURA ADATTATA

  • Gianfranco Cabiddu, Ugo Chiti, Salvatore De Mola, per La stoffa dei sogni

MIGLIORE COSTUMISTA

  • Massimo Cantini Parrini, per Indivisibili

MIGLIOR TRUCCATORE

  • Luca Mazzoccoli, per Veloce come il vento

MIGLIOR ACCONCIATORE

  • Daniela Tartari, per La pazza gioia

DAVID GIOVANI

  • Pierfrancesco Diliberto, per In guerra per amore

MIGLIOR SUONO

  • Presa diretta: Angelo Bonanni – Microfonista: Diego De Santis – Montaggio e Creazione suoni: Mirko PERRI – Mix: Michele Mazzucco, per Veloce come il vento

MIGLIORE MUSICISTA

  • Enzo Avitabile, per Indivisibili

MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA

  • Io, Daniel Blake, di Ken Loach

MIGLIOR FILM STRANIERO

  • Animali Notturni, di Tom Ford

MIGLIORE SCENOGRAFO

  • Tonino Zero, per La pazza gioia

MIGLIORE MONTATORE

  • Gianni Vezzosi, per Veloce come il vento

MIGLIORI EFFETTI DIGITALI

  • Artea Film & Rain Rebel Alliance International Network, per Veloce come il vento

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE

  • “ABBI PIETÀ DI NOI”, per Indivisibili, musica, testi di Enzo Avitabile, interpretata da Enzo Avitabile, Angela e Marianna Fontana, per Indivisibili

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE

  • Marco Danieli, per La ragazza del mondo

MIGLIOR AUTORE DELLA FOTOGRAFIA

  • Michele D’Attanasio, per Veloce come il vento

MIGLIOR REGIA

  • Paolo Virzì, per La pazza gioia

MIGLIOR DOCUMENTARIO

  • Crazy for football, di Volfango De Biasi

MIGLIOR PRODUTTORE

  • Attilio De Razza, Pierpaolo Verga, per Indivisibili

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

  • Stefano Accorsi, per Veloce come il vento

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA

  • Valeria Bruni Tedeschi, per La pazza gioia 

MIGLIOR FILM

  • La pazza gioia, di Paolo Virzì

Dunque, a trionfare sono stati Indivisibili e Veloce come il vento, con 6 David ciascuno, seguiti da La pazza gioia, che ha preso 5 David. Un solo premio a Fiore di Claudio Giovannesi e Fai bei sogni di Marco Bellocchio è rimasto completamente a bocca asciutta.

Roberto Giacomelli

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *