La voce della pietra: arriva in Blu-ray il dramma soprannaturale con Emilia Clarke

Nel 1997 lo scrittore romano Silvio Della Porta Raffo pubblica il romanzo La Voce della Pietra, un dramma che si tinge di mistero e ambientato nelle campagne toscane degli anni cinquanta. L’opera fa guadagnare all’autore una candidatura al prestigioso Premio Strega e, dopo aver raccolto apprezzamenti e consensi ovunque, finisce per catturare l’attenzione dei riflettori di Hollywood. Così a vent’anni di distanza dall’uscita del romanzo, La Voce della Pietra diventa un film di carattere internazionale con protagonista Emilia Clarke, beniamina di tutti coloro che negli ultimi anni hanno seguito una dieta a base di pane e Game of Thrones. In Italia, tuttavia, La Voce della Pietra arriva direttamente sul mercato dell’home video e sotto il marchio di Koch Media.

Italia, anni ’50. L’infermiera Verena (Clarke) si reca in una grande magione immersa nelle campagne toscane per assistere il piccolo Jakob, un bambino che si è chiuso in un preoccupante mutismo dopo la morte di sua madre. Preoccupato per la salute di suo figlio, Klaus (Marton Csokas) spera che Verena possa riuscire a scavare nella psicologia del bambino e riuscire lì dove hanno fallito le infermiere che l’hanno preceduta. Verena prova subito ad instaurare un feeling con il piccolo Jakob che, però, non sembra reagire in nessun modo. Quando Verena inizia a sospettare che qualcosa di soprannaturale e inconsolabile si aggira tra le mura silenziose di quella immensa dimora, decide di apportare modifiche al suo solito metodo pedagogico.

Diretto da Eric D. Howell, più attivo come stunt che come regista, La Voce della Pietra è un dramma soprannaturale che elegge l’Italia come vera protagonista della vicenda viste e considerate le meravigliose location che accompagnano il film dalla prima all’ultima scena e l’utilizzo, in ruoli secondari ma non per questo marginali, di grandi attori del nostro cinema come Lisa Gastoni, Remo Girone e Caterina Murino.

Un’opera che sa come rendere “grazie” al Paese che le ha dato vita, dunque, ma che purtroppo non riesce cogliere e a tradurre in immagini tutto quel potenziale che si annidava tra le pagine di Raffo così da risultare – al sopraggiungere dei titoli di coda – come una grande occasione mancata.

Durante la visione del film si ha più volte la sensazione che Howell non sapesse con certezza in quale direzione veicolare il racconto e che, una volta trovato il bivio, abbia imboccato la strada sbagliata. Ambientato nelle suggestive campagne toscane immerse costantemente in una fitta nebbia autunnale, che tanto (troppo) ci ricordano l’isola di Jersey vista in The Others, La Voce della Pietra omaggia chiaramente un certo cinema gotico del passato ma al tempo stesso non riesce a coglierne l’essenza così come la forza emotiva. Le tante suggestione offerte dal racconto, infatti, in mano ad altri (pensiamo appunto all’Amenábar di ieri o al Bayona di oggi) avrebbero potuto assicurare una giusta dose di suspance ed emozioni, invece Howell non sembra troppo interessato alla componente “mistery” così da portare avanti quasi unicamente la linea del dramma familiare. Gli elementi soprannaturali diventano quasi delle “sporcature” dovute all’interno di un racconto afflitto da una narrazione totalmente piatta.

Un triste caso in cui l’inquietudine lascia il passo alla noia.

La Voce della Pietra arriva sul nostro mercato direttamente in DVD e in Blu-ray disc per mano della Koch Media. L’edizione ad alta definizione – di cui vi parliamo – soddisfa pienamente le aspettative riuscendo a raggiungere risultati davvero molto validi soprattutto sul fronte tecnico. Il quadro video, dunque, appare impeccabile e restituisce un’immagine nitida capace di rendere giustizia alla bella fotografia di Peter Simonite, valorizzando sia le illuminazioni in interni che quelle esterne di carattere naturale. Alla stessa maniera il reparto audio svolge bene il suo lavoro grazie alla traccia squillante in DTS-HD Master Audio 5.1 sia per l’edizione originale che per quella doppiata in italiano.

I contributi extra, al contrario, si nascondono dietro un’apparente furbizia. Abbondanti sulla carta si traducono, invece, in una misera manciata di minuti. Diversi extra ma tutti spaventosamente brevi. L’inserto più lungo è dedicato ad una lettura di Silvio Raffo de La Voce della Pietra (5 minuti), dopodiché troviamo un’intervista a Emilia Clarke (non indicata nel retro del bluray), una doppia intervista di nuovo alla Clarke e Marton Csokas ed una terza intervista ad Emilia Clarke che ci parla, in modo specifico, del personaggio di Verena. Tutte featurette della durata di 1 minuto. L’offerta dei contributi extra si conclude con l’immancabile trailer del film.

Giuliano Giacomelli

LA VOCE DELLA PIETRA di Eric D. Howell

Label: Koch Media

Formato: Blu-ray disc (disponibile anche in DVD)

Video: 16:9 (2.35:1)

Audio: Italiano e Inglese 5.1 DTS-HD Master Audio

Sottotitoli: italiano

Extra: Intervista a Emilia Clarke, Intervista a Emilia Clarke e Marton Csokas, Emilia Clarke parla di Verena, Silvio Raffo legge “La Voce della Pietra”, Trailer.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.