Life – Non oltrepassare il limite e Underworld: Blood Wars in Blu-ray

Terminato il periodo vacanziero e lasciati alle spalle il mare e la montagna, riapriamo la rubrica dedicata alle recenti uscite home video per parlarvi di due titoli recentemente editati da Sony Pictures Home Entertainment e Universal Pictures Home Entertainment. I film in questione sono l’horror fantascientifico Life – Non oltrepassare il limite e il quinto (forse ultimo) capitolo della fortunata saga cinematografica che pone al centro della scena una sanguinaria faida tra vampiri e lupi mannari. No, non parliamo di Twilight bensì di Underworld: Blood Wars.

Sei membri dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale raccolgono un campione cellulare proveniente da Marte che testimonierebbe l’esistenza di una vita extraterrestre. Con il passare dei giorni la forma di vita – che nel frattempo è stata chiamata Calvin – cresce e mostra di avere una sua intelligenza, finché l’incauta fiducia del biologo Hugh Derry causa la fuga di Calvin dall’unità di contenimento e per gli astronauti è l’inizio di un incubo.

La fantascienza e l’horror sono un connubio perfetto, due generi che si sposano con naturalezza e non raramente hanno dato vita a vere chicche capaci di trascendere entrambi i generi. Un esempio lampante? Alien e la sua portata ansiogena che ha ridefinito i dettami della paura. Ed è proprio al film di Ridley Scott che Daniel Espinosa ha sicuramente guardato per portare sul grande schermo lo script di Rhett Reese e Paul Wernick, dal momento che l’incipit da space opera ben presto si trasforma in un body count degno del più spietato slasher movie, solo che al posto del classico killer mascherato c’è una forma di vita aliena. Life non va per il sottile e mette da parte qualsiasi possibile retaggio filosofico-esistenziale per far piombare lo spettatore immediatamente in un frenetico survival movie.

Life non è Arrival, né tanto meno Solaris (che qualcuno, per qualche strana ragione, ha scomodato). Life è puro b-movie, però fatto con i ricchi mezzi di Hollywood, quelli da grandi occasioni. E questa cosa forse potrebbe depistare i più, che attirati dalla sontuosa veste del film e da un cast che conta in prima fila Jake GyllenhaalRyan Reynolds e Rebecca Ferguson, potrebbero rimanere delusi dallo spirito spudoratamente di genere del film. Al contrario gioiranno gli amanti del’horror, che Life abbraccia con efficacia grazie a un’ottima gestione della tensione fin dai primi minuti del film, quando la forma di vita aliena è ancora un organismo unicellulare ma fortemente reattivo.

Life – Non oltrepassare il limite arriva, per mano di Sony Pictures e Universal Pictures, in home video con quattro differenti opzioni d’acquisto: DVD, Blu-ray disc, Blu-ray disc steelbook e Blu-ray 4K Ultra HD + Blu-ray. Vi parliamo dell’edizione standard Blu-ray, un’edizione capace di lasciare più che appagati grazie ad un’ottima veste tecnica unita ad un reparto di contenuti extra piuttosto esaustivo. Come già accennato, il supporto si difende molto bene sotto il profilo tecnico e restituisce il film alla visione casalinga senza fargli perdere quell’efficacia che lo contraddistingueva sul grande schermo. Possiamo confidare, dunque, su un quadro video decisamente nitido capace di reggere molto bene durante le numerose sequenze buie del film. Allo stesso modo, il reparto sonoro funziona alla perfezione con tracce audio in 5.1 DTS-HD MA (italiano e tedesco) e 7.1 DTS-HD MA (per la traccia originale).

I contenuti extra non sono abbondantissimi ed equivalgono ad un minutaggio poco al di sopra della mezz’ora, ciò nonostante risultano di qualità grazie ad una serie di featurette ricche di interviste al cast e allo staff tecnico/artistico capaci di approfondire e sviscerare molti aspetti interni al film. Tra queste troviamo Life: A gravità zero (7 minuti) e Terrore claustrofobico: Creare un thriller nello spazio (7 minuti). Si aggiunge l’interessante inserto Creare la vita: l’arte e la realtà di Calvin dedicato alla realizzazione, pratica e concettuale, della minaccia extraterrestre posta al centro del film ed alcuni simpatici Diari di un astronauta (della durata di 3 minuti) in cui i personaggi principali del film si auto-presentano e rilasciano un breve messaggio dallo spazio. L’offerta si conclude con una reel contenente 6 scene eliminate dal cut finale.

Voltiamo pagina.

Nell’ormai lontano 2003 nasceva la longeva saga di Underworld, affascinante e riuscito mix di action e horror che immaginava un’epica e secolare guerra tra vampiri e lupi mannari all’interno di suggestive location tanto dark quanto gotiche. Una formula vincente abilmente migliorata con il secondo capitolo, Underworld: Evolution, in cui la componente action lasciava il passo a quella horror grazie ad un’autentica sfilata di mostri ben pensati e realizzati. Negli anni, anche se lentamente, la saga è andata avanti di capitoli fino ad arrivare a questo Underworld: Blood Wars, quinto nonché peggior film della saga.

La secolare faida che vede contrapposti vampiri e licantropi (Lycans) non riesce a trovare una tregua. I vampiri, aristocratici signori della notte, vivono nascosti all’interno di grandi magioni segrete ed ora il loro timore più grande è quello di essere scovati da Marius (Tobias Menzies), il nuovo e determinato leader dell’esercito dei lycans. Al centro di questa guerra, ancora una volta, c’è la guerriera vampira Selene (Kate Beckinsale) a cui i vampiri hanno voltato le spalle da tempo ed ora principale obiettivo di Marius, convinto che nel sangue di Selene e sua figlia Eve ci sia la formula per rendere i lycans la razza dominante e porre fine a questa sanguinosa e millenaria battaglia.

Rispetto ai capitoli precedenti, in Blood Wars assistiamo ad una drastica diminuzione della componente action così come quella sbalorditiva. Pochi combattimenti, pochi mostri e pochi effetti speciali. In compenso tante chiacchiere, giochi di potere e doppi o tripli giochi. Ne viene fuori un Underworld poverello e poco fantasioso che, pur riprendendo la storia lì dove l’avevamo lasciata quattro anni fa, preferisce soprassedere sulle tante argomentazioni importanti lasciate in sospeso alla fine di Underworld: Il Risveglio. Il finale aperto ci lascia presagire che ci potrà essere dell’altro in futuro ma, vista e considerata la situazione, tutto ci suggerisce che sia bene terminare qui l’avventura di Selene e la disputa tra vampiri e lycan.

Anche nel caso di Underworld: Blood Wars, l’offerta di Sony Pictures e Universal Pictures è la medesima: DVD, Blu-ray disc, Blu-ray disc steelbook e Blu-ray 4K Ultra HD + Blu-ray. Vi parliamo sempre dell’edizione standard blu-ray e non possiamo fare altro che tessere le lodi del prodotto in questione. Tecnicamente il supporto è esente da pecche. Volendo far i pignoli, potremmo puntare il dito contro il video che restituisce un’immagine a tratti eccessivamente buia ma questa è una colpa da imputare principalmente al film dal momento che, lo stesso problema, lo avevamo notato all’uscita in sala (il combattimento tra Selene e Marius sui ghiacci è davvero di difficile lettura). Sorvolando su quest’aspetto “fotografico”, sul resto c’è poco da lamentare. Il quadro video è comunque limpido e ben definito e il reparto audio è potente grazie ad un buon 5.1 DTS-HD MA (sia nella versione originale che quella italiana).

Come nel caso precedente, venendo ai contenuti extra, anche qui possiamo riscontrare un minutaggio generale non troppo elevato (siamo sui 32 minuti c.a. complessivi) ma le featurette contenute risultano interessanti grazie ad una serie di interviste, che spaziano in tutti i reparti, capaci di approfondire il singolo film e la saga, dalle origini ad oggi. Tra queste featurette, che hanno l’aspetto di un unico e corposo back-stage segmentato a dovere per argomentazioni, troviamo: L’evoluzione di Selene (8 minuti), La costruzione di una guerra di sangue (12 minuti), Sangue vecchio e nuovo (6 minuti) e Il male evoluto (6 minuti).

Giuliano e Roberto Giacomelli

LIFE – NON OLTREPASSARE IL LIMITE di Daniel Espinosa

Label: Sony Pictures Home Entertainment e Universal Pictures Home Entertainment

Formato: Blu-ray disc (disponibile anche in DVD, Blu-ray steelbook e 4K Ultra HD)

Video: Formato panoramico ad alta definizione 2.39:1 – 1920 x 1080p

Audio: Italiano, Tedesco 5.1 DTS-HD MA, Inglese 7.1 DTS-HD MA, Inglese per non vedenti 5.1 Dolby Digital

Sottotitoli: Italiano, Inglese, Inglese per non udenti, Tedesco, Turco

Extra: Scene eliminate, Life: a gravità zero, Creare la vita: l’arte e la realtà di Calvin, Terrore claustrofobico: creare un thriller nello spazio, Diari di un astronauta.

UNDERWORLD: BLOOD WARS di Anna Foerster

Label: Sony Pictures Home Entertainment e Universal Pictures Home Entertainment

Formato: Blu-ray disc (disponibile anche in DVD, Blu-ray steelbook e 4K Ultra HD)

Video: Formato panoramico ad alta definizione 2.40:1 – 1920 x 1080p

Audio: Italiano, Inglese 5.1 DTS-HD MA

Sottotitoli: Italiano, Inglese

Extra: L’evoluzione di Selene, La costruzione di una guerra di sangue, Sangue vecchio e nuovo, Il male evoluto.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *