Lorne Malvo (Fargo, la serie)

LORNE MALVO

Lorne Malvo è il fil rouge che lega i 10 episodi della serie televisiva Fargo. In questo caso, l’espressione francese non indica solo un nesso, ma anche la scia di sangue che questo sinistro personaggio lascia dietro di sé in ogni luogo che tocca. Malvo è infatti un killer su commissione, uno spietato sicario che però sa avere modi estremamente affabili e persuasivi. No, tutto ciò non è contraddittorio, perché la sua qualità preponderante è sicuramente il sentirsi a suo agio in qualsiasi situazione… tanto da indossare vesti camaleontiche. In un caso, infatti, assume l’identità di un pastore luterano dimesso e provinciale, cambiando aspetto in pochi secondi. Gli basteranno un paio di occhiali e una sistemata ai capelli per convincere dei poliziotti che lui è solo un innocuo portatore della parola di Dio, riuscendo a farsi rilasciare dopo un arresto.
In realtà, Malvo conosce davvero bene la Bibbia: al fine di ricattare e tormentare Stavros Milos, proprietario di una catena di supermercati ma soprattutto devoto cristiano, il killer si lascerà ispirerà dalle famose Piaghe d’Egitto. Ma parlare di mera ispirazione non è abbastanza esaustivo: Malvo, infatti, metterà letteralmente in scena alcune delle Piaghe -come se il mondo circostante fosse un teatrino e lui un crudele burattinaio – come la pioggia di pesci intorno alla casa di Stavros o l’invasione di locuste in uno dei suoi supermercati.

Certamente a Lorne Malvo non mancano né la dedizione né la pazienza necessarie a finire lavori all’apparenza impossibili. Ma quest’ultima parola non esiste nel suo vocabolario, ed è ciò che lo porta a compiere stragi sanguinose, anche in luoghi affollati, o a intraprendere delicati lavori di copertura che durano mesi… per poi buttare all’aria tutto solo per dimostrare di avere ragione (basti pensare alla scena dell’ascensore nell’hotel).
Dire, quindi, che questo personaggio manchi di empatia è un eufemismo; il paradosso, però, è che Malvo sembri avere un certo codice morale. Come quando conosce nella sala del pronto soccorso Lester Nygaard, il sottomesso agente assicurativo vessato da tutti, e riesce a estorcergli in un battito di ciglia chi gli ha fatto un occhio e nero e perché. Ma non si limita a svolgere il ruolo di una spalla su cui piangere, no: Lorne si offre a Lester nella qualità di vendicatore, intortandolo con persuasive chiacchiere sull’importanza di farsi valere in questo mondo selvaggio. Malvo non si limita a parlare, ma ucciderà Sam Hess, l’uomo che ha picchiato Lester. Non fatevi ingannare, però: il sicario non ha certo un cuore tenero, ma solo delle idee decisamente singolari sul concetto di giustizia, come un moderno dio greco che punisce la hybris degli ottusi mortali.

Definire Lorne Malvo un semplice predatore (“Perché l’uomo vede più tonalità di verde che di qualunque altro colore?” è la domanda che Malvo rivolge al poliziotto Gus Grimly. La risposta è: perché è un predatore), un pazzo psicopatico o un crudele killer non basta. Lui è tutto questo, ma è anche molto di più: è un filosofo dalle parole sinuose e precise, con una visione della vita come una giungla e delle persone come animali selvatici. Malvo non è solo il Male, è il Caso beffardo, il Destino che ti precipita addosso con tutti i suoi imprevedibili risvolti quando meno te l’aspetti. Malvo è il pettegolezzo scabroso sulla bocca di tutti, la parola più sbagliata che ti sfugge al momento meno opportuno. Malvo è un essere umano come tutti, ma ha poteri sovrannaturali: è magnetico ma sfuggente come il canto delle Sirene nell’Odissea, capace di attirarti al lato oscuro senza che tu te ne accorga (basti vedere la trasformazione di Lester Nygaard da balbuziente ometto a implacabile bugiardo, e non solo, dopo essere entrato a contatto con Malvo). In molti l’hanno visto ma non lo sanno ritrovare: sembra essere un indovinello maledetto, il coniglio – o sarebbe meglio dire il lupo – che il mago fa sparire nel suo cappello a cilindro.

Serie tv: Fargo

Nome completo: Lorne Malvo

Alias: Frank Peterson, Dr. Michaelson

Età: non precisata

Nazionalità: americano

Occupazione: killer professionista a pagamento

Armi: pistole, coltelli, fucili (sarebbe meglio chiedersi quali armi NON usa?)

Poteri: la dote della persuasione correlata all’abilità di assumere altre identità. Senza contare l’assoluta, completa mancanza di scrupoli.

Obiettivi: uccidere le vittime assegnatagli, eliminando qualsiasi ostacolo sulla sua strada.

Nemesi: Gus Grimly, Molly Solverson e Lester Nygaard.

Prima comparsa sullo schermo: 2014

Attore che lo interpreta: Billy Bob Thornton

Frase: “Il tuo problema è che hai sempre pensato che ci fossero delle regole. Non ce ne sono. Una volta eravamo gorilla. Avevamo quello che potevamo prendere e difendere. La verità è che sei più uomo oggi di quanto non lo fossi ieri. È una marea di sangue, Lester, questa nostra vita. La merda che ci fanno ingoiare giorno dopo giorno, il capo, la moglie, eccetera, sfinendoci… Se non ti opponi e non gli spieghi che sei ancora una scimmia, nel profondo, lì dove conta, alla fine vieni spazzato via”.

 

Scheda a cura di Giulia Sinceri

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.