Max Giusti, Arisa e Paolo Ruffini raccontano Cattivissimo Me 3

In occasione dell’uscita italiana di Cattivissimo me 3, terzo capitolo della saga d’animazione di successo targata Illumination Entertainment, il cast vocale italiano del film ha incontrato la stampa a Roma. Nel contesto della Casa del Cinema, Max Giusti, Arisa e Paolo Ruffini, rispettivamente voci di Gru/Dru, Lucy Wilde e Balthazaar Bratt, hanno raccontato alla stampa la loro esperienza.

Nel film sono fondamentali gli anni 80, sia per una precisa scelta musicale, sia per il limbo temporale in cui vive il cattivo Balthazaar. A proposito della scelta di questo decennio, Max Giusti ha detto:

Quella è l’età dell’imprinting e dei sogni, la Illumination iniziava proprio in quegli anni l’esperienza nel cinema, per me sono quella “coperta di Linus” che ogni tanto cerco per trovare la forza per andare a lavoro.

Paolo Ruffini aggiunge.

Per me gli anni ’80 sono tutto: gli anni delle vhs, di Bim Bum Bam, del Cubo di Rubik, del walkman… Bratt non è un cattivo ma un infelice, io ho tatuato Arnold (il protagonista dell’omonima serie tv. ndr)  qui sul braccio e il destino che ha avuto Gary Coleman è simile a quello del personaggio di questo film. Tutti i film che escono oggi sono figli degli anni ’80, tra remake e reboot, sono gli ultimi anni che hanno dato un forte slancio all’industria culturale.

Arisa conclude.

Io sono dell’82 e ricordo gli anni 80 per i colori e la spontaneità, era un’epoca in cui si stava bene e si viveva felici.

La discussione si inoltra sul tecnico e, nello specifico, sull’esperienza di doppiaggio:

Per Gru – inizia Max Giusti – non mi sono ispirato a Steve Carrel, che gli da la voce nella versione originale, perchè lui ha una voce dell’immigrato dell’Est europeo, in Italia non era proponibile. Gru è nato di fantasia in sala doppiaggio, cercando tonalità che potessero essere cattive e dolci per alcuni momenti. La voce di Dru, invece, è più vicina a quella originale, come ci è stato chiesto dalla produzione.

Arisa aggiunge.

Gli attori originali sono così perfetti che ho cercato di essere più vicina possibile a quella di Kristin Wiig.

Giusti si sbottona in una confessione.

Non amo i cartoni animati ma Illumination ha portato con Cattivissimo me un modo non banale di approcciarsi al genere, non mi annoio, ci sono molte citazioni, si capisce che si tratta di un vero film e non solo un cartoon. Negli anni c’è stato un cambiamento, l’attenzione è aumentata e trovo Gru evoluto.

A proposito del suo personaggio e del film, Ruffini così ha spiegato.

Il mio cattivo è un frustrato, vuole la felicità. Cattivissimo Me 3 è un film politico, parla di un nuovo stato di famiglia. È un film catartico, in un momento in cui si pratica l’odio sui social, nel film si parla di guerra dance. La guerra dance dovrebbero farla anche i nostri politici in campagna elettorale.

In che modo Giusti ha gestito il lavoro sui due personaggi?

Prima ho fatto un lavoro su Gru, spiega l’attore e showman, poi ho registrato tutto Dru. Ho dovuto fare sessioni di 8 ore per Dru, lavoravo tantissimo di diaframma, è stato un dramma… alcune mattine non ci volevo andare, ho fatto quasi 20 giorni di doppiaggio. Quando mi hanno detto che avrei fatto due voci ero entuasiasta. Comunque alla fine sembrano davvero due attori diversi, e l’impegno mi ha premiato.

Invece Arisa, a proposito del suo personaggio.

Lucy riesce ad arginare tutti i problemi ed immergermi in lei mi porta in una dimensione di rettitudine. Vocalmente il doppiaggio mi ha aiutato a scoprire colori della mia voce che non conoscevo. All’inizio ho perso la voce, ma poi ho scoperto come fare in modo ottimale tutte le tonalità di voce.

Ruffini, decisamente preso dal suo personaggio, visto che la sessione di doppiaggio si era appena conclusa…

Anche io avevo i baffetti di Balthazaar a 13 anni e quindi posso capire la difficoltà di un personaggio disadattato. Mi piace come veste, è folle. È un cattivo che, da un certo punto di vista, capisco. Mi ha fatto capire che puoi risolvere i problemi anche se nella vita le cose non vanno come dovrebbero.

Giusti, per concludere, aggiunge una riflessione.

Gru mi ha dato notorietà agli occhi del pubblico che per me è il più importante, i bambini, e soprattutto i miei bambini. Essere figo in famiglia è la cosa più importante che c’è!

Cattivissimo me 3 sarà nei cinema dal 24 agosto distribuito da Universal Pictures.

A cura di Roberto Giacomelli

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *