L’hacker Lisbeth Salander torna in Millennium: Quello che non uccide, adesso disponibile in blu-ray

Tra il 2005 e il 2007 il panorama della narrativa noir internazionale si è arricchito di un tassello fondamentale, la saga Millennium, creata dallo svedese Stieg Larsson, che ha dato vita a personaggi che hanno fatto immediatamente breccia nel cuore dei lettori. Si tratta del determinato giornalista Mikael Blomkvist e della coriacea hacker Lisbeth Salander, protagonisti di una trilogia di romanzi divenuti in breve tempo imprescindibile punto di riferimento per il genere thriller. Uomini che odiano le donne, primo romanzo della trilogia, è diventato un film di grande successo, a cui hanno fatto immediatamente seguito La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta. Un successo che ha portato la Sony Pictures ad acquisirne i diritti per una versione cinematografica a stelle e strisce, firmata nel 2011 da David Fincher. Una tale miniera d’oro non poteva fermarsi così, anche se lo scrittore Stieg Larsson ci ha lasciati prematuramente ancor prima che i suoi romanzi fossero pubblicati. Per questo motivo, la saga Millennium ha continuato a viaggiare con un altro autore, il giornalista David Lagercrantz, che ha preso il testimone scrivendo Quello che non uccide (2015) e L’uomo che inseguiva la sua ombra(2017) e continuando a tener accesi i riflettori su Lisbeth Salander. Il primo adattamento cinematografico di questo nuovo “dittico” a firma Lagercrantz, Millennium: Quello che non uccide, è da poco disponibile in home video grazie a Sony Pictures Home Entertainment e i canali distributivi di Universal Pictures Home Video.

Diretto dallo specialista in fatto di horror Fede Alvarez (Evil Dead – La casa, Man in the Dark) Millennium – Quello che non uccide è uno strano oggetto. Sequel, si, ma non si capisce bene di cosa. Così come il romanzo, anche il film si pone come reboot, pur dichiarando il suo appartenere a una saga. I personaggi si conoscono già, hanno un vissuto che in parte si collega a quanto scritto nei romanzi di Larsson, ma allo stesso tempo non segue temporalmente nessuna delle vicende già narrate ma è sospeso in un dopo che può essere successivo a tutto e a niente.

In Quello che non uccide facciamo la conoscenza di una Lisbeth (che questa volta ha il volto androgino della sempre brava Claire Foy) mercenaria e punitrice, assoldata per portare a termine missioni e autoproclamatasi vendicatrice degli abusi sulle donne da parte di uomini di potere. Lisbeth viene assoldata dall’informatico Frans Balder per sottrarre alla Difesa degli Stati Uniti un programma di sua invenzione che, con un semplice click, può armare tutte le superpotenze mondiali e far scoppiare una guerra senza precedenti. Lisbeth riesce nell’impresa, ma viene intercettata dagli Spiders, un’organizzazione di cybercriminali anch’essa interessata al programma per scopi poco nobili. Con i servizi segreti americani alle calcagna e gli Spiders intenzionati ad ucciderla, Lisbeth potrà contare solo sull’aiuto dell’amico giornalista Mikael Blomkvist, che sta affrontando un difficile momento con la sua professione.

Davvero lontano dalle atmosfere oscure e morbose dei precedenti film (ma anche il romanzo è così, Lagercrantz non è Larsson) e con una decisa virata dallo psycho-thriller di Uomini che odiano le donne verso più confortanti lidi da cinema action, Quello che non uccide sminuisce ogni cosa di buono era stata creata da Larsson, Oplev e Fincher. Con la consapevolezza di avere tra le mani un brand facilmente serializzabile, le menti dietro questo film decidono di seguire la strada che solitamente si intraprende a Hollywood quando si vuole creare una saga: smorzare i toni della violenza e delle tematiche morbose e trasformare il protagonista in una sorta di super-eroe.

Millennium: Quello che non uccide viene distribuito in home video da Sony Pictures sia in DVD che in Blu-ray disc e 4K UHD. Vi parliamo dell’edizione ad alta definizione, un blu-ray che riesce sicuramente nell’impresa di soddisfare sotto ogni fronte.

Tecnicamente il prodotto è pregevole, molto. Si nota una buonissima cura per il reparto audio-video, con una traccia sonora davvero squillante sia nell’edizione originale che in quella adattata per il mercato italiano (in entrambi i casi, un potente 5.1 DTS-HD MA). Il quadro video non è sicuramente da meno e il blu-ray in questione, infatti, restituisce un’immagine limpida ed ottimamente contrastata, davvero attenta alla definizione del dettaglio sia nelle sequenze in luce che durante i molti momenti più “oscuri”.

Anche il reparto dei contenuti extra è soddisfacente. Tra questi troviamo il commento audio del regista Fede Alvarez e dello sceneggiatore Jay Basu, una featurette interamente dedicata all’approccio di Foy all’iconico personaggio di Lisbeth Salander (Claire Foy: Nei panni di Lisbeth, 10 minuti) ed un breve extra di 5 minuti utile ad approfondire il rapporto fra le due sorelle Salander (I segreti delle sorelle Salader). A questi si aggiungono altri extra che sono esclusivi per l’edizione ad alta definizione (non presenti nel DVD, dunque) e che sono: 8 scene tagliate dal cut finale (visionabili con e senza il supporto del commento audio di Alvarez e Basu), un making-of di 16 minuti (Creazione del mondo: Il making-of) ed un inserto dedicato alla realizzazione delle sequenze action e, in particolar modo, al difficile compito svolto dagli stuntman (Tutto sulle controfigure, 7 minuti).

Roberto e Giuliano Giacomelli

MILLENNIUM: QUELLO CHE NON UCCIDE di Fede Alvarez

Label: Sony Pictures Home Entertainment e Universal Pictures Home Video

Formato: Blu-ray disc (disponibile anche in DVD, 4KUHD)

Video: Formato Panoramico alta definizione 2.39:1 – 1920 x 1080p

Audio: Italiano, Inglese, Francese 5.1 DTS-HD MA; Russo, Ucraino 5.1 Dolby Digital

Sottotitoli: Italiano, Inglese, Arabo, Danese, Estone, Finlandese, Francese, Lettone, Lituano, Norvegese, Olandese, Russo, Svedese, Ucraino

Extra: Commento con il regista Fede Alvarez  e lo sceneggiatore Jay Basu, Claire Foy: Nei panni di Lisbeth, I segreti delle sorelle Salander, Scene eliminate, Tutto sulle controfigure, Creazione del mondo: Il making-of.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.