Neruda e Demolition, il cinema d’autore in alta definizione

Nelle ultime settimane l’home video di CG Entertainment si è arricchito di due titoli che sicuramente non possono mancare nelle videoteche personali dei cinefili duri e puri, due film d’autore della recente produzione internazionale distribuiti in accordo con Good Films, sto parlando di Neruda di Pablo Larrain e Demolition – Amare e vivere di Jean-Marc Vallée.

Neruda è la sesta tappa nell’inconfondibile percorso autoriale del cileno Pablo Larrain, sin qui salutato da un importante successo di critica. Segue a stretto giro di posta Il Club, Orso d’Argento a Berlino 2015, e Jackie, candidato a due premi negli ultimi Oscar (ma rimasto a bocca asciutta), una prova di vitalità e di prolificità che ci rimanda a un cinema d’altri tempi e, se teniamo ben in mente la qualità media altissima di tutte e tre le opere, una splendida e inattesa anomalia nel panorama cinematografico contemporaneo.

Nel 1948 Pablo Neruda è poeta e senatore della Repubblica del Cile e soprattutto, senatore comunista. Il comunista più famoso del mondo, in quel momento, insieme a Stalin e Picasso. La qual cosa non va proprio giù al presidente Videla, un populista da quattro soldi che prende il potere con l’appoggio dello stesso Neruda ma decide poi di smarcarsi mettendo sotto accusa il poderoso totem rosso. Il poeta, interpretato da un magnifico Luis Gnecco, tenta la via della fuga in lungo e in largo per il paese in compagnia della moglie pittrice Delia (Mercedes Moran), inseguito dal Prefetto di Polizia Oscar Peluchonneau, un magnetico Gael García Bernal.

Ora, per quanto la vicenda sia realmente accaduta e ben documentata, dallo stesso protagonista per di più, è bene precisare che in nessun modo Neruda è, o può essere verosimilmente scambiato, per un biopic di tipo tradizionale. Nelle parole dello stesso regista, un affresco sull’universo nerudiano, un collage di generi, noir, western e commedia nera, che si fa forte dell’impossibilità di incastonare in maniera esaustiva in un racconto per immagini una personalità davvero larger than life per intessere una serie di originali divagazioni sul tema. Un approccio che da vitalità e forza ad un genere solitamente impaludato nelle forme dell’agiografia ultra-superficiale.

CG Entertainment distribuisce Neruda in doppio formato, DVD e Blu-Ray Disc, abbiamo esaminato questa seconda soluzione, un Blu-ray tecnicamente curatissimo ma quasi privo di contenuti extra.

L’opera di Larrain vanta una fotografia molto curata che gioca con i grigi e il blu-ray in oggetto mantiene questa ricercatezza d’immagine grazie a un video molto limpido e ottimale nella gestione dei contrasti. L’audio italiano è codificato in DTS-HD 5.1, quindi il “rumore” dell’Argentina di metà ‘900 è pienamente esaltato da un suono sempre squillante.

Come si diceva, la nota dolente arriva con gli extra, che annoverano il solo trailer italiano, un peccato per un film che avrebbe meritato un comparto contenutistico più massiccio, considerando che si presta a molte chiavi di approfondimento, tecnico e storico.

David Mitchell, interpretato da un intenso Jake Gyllenhaal, fatica a ritrovare un suo personale equilibrio da quando un incidente gli ha portato via sua moglie, nonostante sia costantemente incoraggiato dal suocero (Chris Cooper). Il malfunzionamento di un distributore automatico diventa l’innesco per una serie di confessioni che David mette per iscritto attraverso lettere di reclamo alla società che gestisce i suddetti distributori, lettere che catturano l’attenzione dell’addetta all’assistenza clienti, Karen (Naomi Watts). Da questo momento, tra i due si viene a creare un rapporto che serve ad entrambi per ricostruire la loro vita e David lo fa demolendo – letteralmente – ciò che resta del suo vecchio “io”.

Ed è nella “demolizione costruttiva” che sta il senso del film: se non diamo importanza a ciò che ci sta attorno (si tratti di un oggetto come di una persona), rischiamo di non vedere la bellezza che questo emana.

Il regista Jean-Marc Vallée, che abbiamo imparato a conoscere per Dallas Buyers Club e oggi in tv con la miniserie Big Little Lies, sembra voler sensibilizzare lo spettatore cercando di mettere in pratica un concetto scegliendo di non mostrare la violenza inevitabilmente insita in esso. Demolition è, dunque, un film molto stratificato che parte da una base drammatica per sondare i territori del sentimentale, riuscendo così a entrare nell’animo dello spettatore anche solo con la musica e con la libertà che esprimono i corpi quando vanno a tempo.

Anche in questo caso, CG Entertainment distribuisce il film Good Films sia in DVD che in Blu-ray disc e, anche in quest’occasione, abbiamo preso visione del supporto in alta definizione. Una sensazione di déjà-vu generale perché, proprio come accadeva per Neruda, Demolition è tecnicamente ineccepibile ma quasi privo di contenuti speciali, limitati al solo trailer originale.

Per il resto, abbiamo un quadro video estremamente limpido, che vive di dettagli ed esalta la fotografia luminosa che accarezza gran parte delle immagini del film. L’audio è in DTS-HD 5.1 sia per la traccia italiana che inglese, il che riesce comunque a rendere ottimamente la caratura sonora del film di Vallée.

Roberto Giacomelli e Francesco Costantini

NERUDA di Pablo Larrain

Formato: Blu-ray Disc (disponibile anche in DVD)

Label: CG Entertainment

Video: 1080p 2.35:1

Audio: DTS-HD Master Audio 5.1 Italiano e Spagnolo, Dolby Digital 2.0 Italiano e Spagnolo

Sottotitoli: Italiano e Italiano per non udenti:

Extra: Trailer

Puoi acquistare il Blu-ray Disc di Neruda cliccando qui.

DEMOLITION di Jean-Marc Vallée

Formato: Blu-ray Disc (disponibile anche in DVD)

Label: CG Entertainment

Video: 1080p 2.35:1

Audio: DTS-HD Master Audio 5.1 Italiano, DTS-HD 2.0 Inglese, Dolby Digital 2.0 Italiano e Inglese

Sottotitoli: Italiano e Italiano per non udenti:

Extra: Trailer

Puoi acquistare il Blu-ray Disc di Demolition cliccando qui.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *