Viaggi nel tempo e spy-story apocalittica nel nuovo contorto film di Christopher Nolan, TENET

TENET, parola latina utile per la decodifica delle identità, parola palindroma che identifica letteralmente il concetto di inversione, epicentro del leggendario Quadrato del Sator che idealmente e iconograficamente dona una struttura all’ultimo film di Christopher Nolan. Continua »

I giovani (e sfortunati) Mutanti della Marvel: THE NEW MUTANTS

Ci sono film che nascono sotto una cattiva stella, come se fossero vittima di una sorta di maleficio a tempo indeterminato. È il caso di The New Mutants di Josh Boone, tredicesimo film a far parte dell’universo degli X-Men Continua »

Zendaya, una cattiva ragazza nella serie HBO EUPHORIA

Nell’ultima edizione degli Emmy Awards la giovane Zendaya ha trionfato nella categoria di miglior attrice in una serie tv drammatica grazie alla sua interpretazione in Euphoria della HBO. Continua »

Gerard Butler contro la cometa killer nel disaster movie GREENLAND

Greenland, il disaster-movie diretto da Ric Roman Waugh e interpretato da Gerard Butler e Morena Baccarin che Lucky Red, in collaborazione con Universal Pictures, ha distribuito nei cinema italiani l’8 ottobre, in un periodo drammatico per i cinema di tutto il mondo che ha fatto optare invece la distribuzione internazionale per una release direttamente in streaming. Continua »

Il bambolotto Brahms torna a spaventare nel sequel di THE BOY

The Boy 2 – La maledizione di Brahms è un sequel fiacco, anonimo e incapace di riprodurre i punti di forza del primo film, caratterizzato da atmosfere inquietanti, diverse scene dal buon tasso di tensione e un colpo di scena finale notevole. Continua »

La commedia nostrana ai tempi del coronavirus: LOCKDOWN ALL’ITALIANA

Lockdown all’Italiana non scherza affatto con il coronavirus, anzi, non pretende neanche di toccare l’argomento, semmai utilizza l’espediente del lockdown per mettere in scena una storia di convivenza forzata di due coppie appena scoppiate. Continua »

I PREDATORI: Pietro Castellitto esordisce alla regia e fa centro!

I Predatori non è un film “d’impegno intellettuale”, non mira neanche lontanamente ad esserlo, ma è una commedia grottesca che si tinge a più livelli di satira sociale e di melanconico dramma; è un film a tratti ingenuo ma incredibilmente divertente, pungente, ricco di idee. Continua »

REBECCA: Ben Wheatley rifà per Nertflix il film di Hitchcock

Appare immediatamente evidente fin dalla prima inquadratura che Ben Wheatley non teme di confrontarsi con Alfred Hitchcock, cercando nel “Maestro del brivido” un giusto sguardo per raccontare – molto fedelmente – il romanzo della du Maurier. Continua »

A sorpresa torna il giornalista più irriverente del cinema con BORAT - SEGUITO DI FILM CINEMA

A 14 anni di distanza dal mockumentary ormai cult Borat – Studio culturale sull’America a beneficio della gloriosa nazione del Kazakistan (2006), l’attore Sacha Baron Cohen torna a vestire i panni del giornalista kazako che gli ha dato notorietà in tutto il mondo e arriva, in esclusiva su Amazon Prime Video, Borat – Seguito di film cinema Continua »

Horror sociale che arriva dalla Norvegia: KADAVER

Arriva dalla Norvegia direttamente sul colosso dello streaming Netflix, Kadaver, l’horror sociale diretto da Jarand Herdal che immagina una società post-apocalittica in cui è la cultura a dispensare la morte. Continua »

Tremate, tremate, LE STREGHE son tornate e sono a misura di... topolino!

Dopo il cult fanta-horror per ragazzi di Nicolas Roeg del 1990, Chi ha paura delle streghe?, il romanzo che Dahl scrisse nel 1983 torna come film grazie al contributo di Robert Zemeckis, che trova nel materiale narrativo rielaborato insieme a Guillermo Del Toro pan per i suoi denti. Continua »

Il genere slasher si arricchisce di NON DORMIRE NEL BOSCO STANOTTE

Non dormire nel bosco stanotte, del giovane regista polacco Bartosz M. Kowalski il quale, dopo una gavetta fatta di cortometraggi ed episodi di serie tv prodotte in patria, cerca di sbarcare il lunario ed approda sulla piattaforma Netflix con uno slasher di stampo classico al cui interno si racchiude la succitata forte critica all’uso smodato dei social da parte delle nuove generazioni. Continua »

Quando i vampiri si danno alla speculazione edilizia: VAMPIRES VS THE BRONX

Lo sdoganamento di uno dei mostri classici più antichi del cinema horror che ora compie un altro passo grazie a Osmany Rodriguez che con il suo nuovo film, dal titolo Vampires vs the Bronx, catapulta gli esseri assetati di sangue all’interno di uno dei quartieri più malfamati del mondo nonché radicati nell’immaginario del cinema gangsteristico americano. Continua »

SHADOWS: state alla larga dalla luce del sole!

Carlo Lavagna, qui al suo secondo lungometraggio dopo Arianna (2015), parte da un high concept ben focalizzato perdendosi, strada facendo, in una struttura basilare e ripetitiva che, chiaramente, è solo una lunga attesa verso il climax finale. Continua »

Horror e immigrazione: HIS HOUSE

Sulla scia del successo del cinema di Jordan Peele va ad incanalarsi His House, produzione britannica affidata all’esordiente Remi Weekes il quale, dopo una breve attività di montatore e autore di cortometraggi, al suo primo lungometraggio si cimenta subito con un film ambizioso e complesso, ma che dimostra tutta la voglia di osare del giovane talento inglese. Continua »

SWAT vs ISIS nel film di azione bellica MOSUL

Ispirato a fatti realmente accaduti, Mosul racconta le azioni della squadra SWAT di Ninive, che negli ultimi recentissimi anni ha combattuto strenuamente per liberare la città di Mosul (in Iraq) dalle spire letali delle truppe di Daesh ovvero l’ISIS. Continua »

Chi ha scritto la sceneggiatura di Quarto Potere? Fincher mette tutto in discussione con MANK

Quarto Potere di Orson Welles fu candidato a 9 Oscar, vincendone solo uno, per la miglior sceneggiatura originale di Herman J. Mankiewicz e dello stesso Welles. A quasi ottant’anni da quel premio, però, la diatriba su chi abbia scritto la sceneggiatura è ancora viva: la paternità è davvero di entrambi? Continua »

Kevin Bacon e spaventose presenze in agguato: VE NE DOVEVATE ANDARE

You Should Have Left, nuovo film targato BlumHouse e diretto da David Koepp, porta sullo schermo un horror ben riuscito non tanto per le atmosfere ma soprattutto per l’idea di porre al centro della storia tematiche quali il potere dei sogni e la paura di non conoscere abbastanza la persona che abbiamo a fianco. Continua »

 

La stanza, la recensione

La stanza

Una donna in abito bianco, da sposa, è in piedi in bilico sul davanzale della finestra. Fuori una pioggia torrenziale, sotto di lei il vuoto. Ma suona il campanello e la donna viene richiamata alla realtà, distolta dal gesto che indiscutibilmente è un tentativo di suicidio. Alla porta c’è Giulio, che chiede ospitalità nel bed & breakfast che Stella, l’aspirante suicida, gestisce insieme a suo marito Sandro, che presto raggiungerà la donna e il loro ospite. Dire di più della trama del thriller La stanza sarebbe un delitto perché il terzo lungometraggio del talentuoso Stefano Lodovichi è un continuo susseguirsi di sorprese e colpi di scena.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Film e Serie: le anticipazioni 2021 di Amazon Prime Video

Il principe cerca figlio

Amazon Prime Video ha annunciato suo il ricchissimo catalogo 2021 con alcune anticipazioni su serie, film e show in arrivo durante l’anno. Una panoramica incredibilmente ricca che comprenderà anche produzioni Amazon Original italiane come LOL: Chi ride è fuori, la seconda stagione di Celebrity Hunted, Dinner Club e Vita da Carlo. Ma anche film molto attesi come One Night in Miami di Regina King (che noi abbiamo visto alla Mostra del Cinema di Venezia), il ritorno di Eddie Murphy nel sequel Il principe cerca figlio e Without Remorse diretto da Stefano Sollima; non mancano serie originali come la nuova docuserie spagnola The Legend of Sergio Ramos e l’imperdibile miniserie The Underground Railroad, diretta dal premio Oscar Barry Jenkins e tratta dall’omonimo romanzo premio Pulitzer di Colson Whitehead.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Long Pig, la fame oscena nel corto di Riccardo Suriano

Una didascalia apre Long Pig, il cortometraggio scritto e diretto dal giovane Riccardo Suriano, che ci informa sui numeri statistici delle morti violente: ogni anno, nel mondo, un milione e mezzo di persone perdono la vita a causa di violenze, ogni giorno sono circa 3800. Dati sconcertanti che in un anno flagellato dalla pandemia, in cui sentiamo quotidianamente dai mass media aggiornamenti sulla triste conta dei decessi, ci fanno riflettere sulla fragilità, la volatilità della vita umana. La didascalia è abbastanza pretestuosa perché Long Pig non è e non vuole essere un’opera documentativa sull’argomento, ma un genuino mini shock-movie che gioca la carta del disgusto per inserirsi in un sapiente discorso di genere.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Into the Dark: Fateci entrare, la recensione

Nono appuntamento con Into the Dark, la serie antologica targata Blumhouse destinata al circuito televisivo, recentemente distribuita in Italia da RaiPlay. Una serie di lungometraggi slegati tra loro, dodici (a stagione) come i mesi dell’anno, il cui unico punto in comune è quello di svolgersi durante una festività.

Seguendo quella che è da sempre la sua filosofia produttiva e imprenditoriale, Jason Blum ha deciso anche per questa serie di dare spazio a registi emergenti o quantomeno alla caccia della grande occasione per farsi conoscere al grande pubblico, lasciando loro carta bianca per quanto riguarda l’interpretazione delle tematiche e delle festività affidategli. Un’impostazione che sta dando vita ad una serie di episodi variegati sia dal punto di vista stilistico che, soprattutto, di quello qualitativo con film davvero meritevoli ai quali fanno da contraltare altri dal valore decisamente deludente.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Unfacebook, recensione del cyber-thriller di Stefano Simone

Unfacebook

Il parroco di una cittadina sulla costa pugliese è stanco di assolvere i peccati dei parrocchiani che quotidianamente si confessano a lui. Fedifraghe, truffatori, pedofili, persone riprovevoli all’occhio di Dio che vengono però simbolicamente perdonate, come l’istituzione ecclesiastica impone. Il parroco, allora, si promuove giustiziere, “spada di Dio”, e con l’aiuto dell’ipnosi induce alcuni peccatori al suicidio. Con la scoperta della web chat Unfacebook, il parroco decide allora di arruolare uno stuolo di giovani seguaci che, ipnotizzati attraverso il mezzo internet, vanno a punire i peccatori, uccidendoli. Un commissario da poco trasferito lì da Torino si occupa del caso, cercando di trovare una connessione ai terribili fatti che stanno insanguinando la città.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Vigil – Non ti lascera’ andare arriva in home video in edizione combo DVD + bluray disc

Lo scorso settembre, quando tutto sembrava tornare lentamente alla normalità e prima delle nuove misure ristrettive sanitarie che avrebbero causato nuovamente, da lì a breve, la chiusura delle sale cinematografiche, un altro horror a marchio Blumhouse si affacciava nelle sale con distribuzione Bim. Si tratta di The Vigil – Non ti lascerà andare, claustrofobico e angosciante film dell’orrore che affonda le proprie radici nella cultura e nel folklore ebraico. Adesso The Vigil è disponibile in home video con Eagle Pictures e Bim, inserito nella collana “HellHouse”, in una bella edizione combo DVD + blu-ray disc impreziosita da un’esclusiva card da collezione.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Body Cam, la recensione

Negli ultimi anni il cinema americano si è fatto sempre più impegnato e assiduo portavoce di tematiche politiche e sociali, su tutti la lotta di classe e, ancor più nello specifico, la problematica razziale e la condizione degli afroamericani con la sua drammatica scia di morte e lotte furibonde, volte ad affermare libertà e parità di diritti. Una questione che sul grande schermo ha trovato naturale sbocco in film acclamati da pubblico e critica come Detroit, See You Yesterday e Il coraggio della verità – The Hate U Give – giusto per citare tre titoli noti ai più – nei quali la denuncia sociale diventa quanto mai toccante, dolente e incisiva grazie ad immagini talvolta forti, ma necessarie per recapitare un messaggio diretto ed efficace.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Soul, la recensione

Ventitreesimo lungometraggio d’animazione della Pixar, Soul è anche il primo a non raggiungere il grande schermo a causa delle restrizioni anti-covid che hanno spinto la Disney a convogliare parte delle sue uscite 2020 direttamente sulla piattaforma streaming Disney+. Un gran peccato, perché il film scritto e diretto da Pete Docter, con il supporto di Kemp Powers, fonda una importante componente della sua personalità sull’immagine e sul suono che sicuramente vengono valorizzati dalla fruizione al cinema, un lavoro in parte sperimentale che va a braccetto con l’esplorazione di tematiche inusuali per il cinema d’animazione per famiglie che Pete Docter sta portando avanti da diversi anni.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Lighthouse: disponibile in blu-ray il ritratto visionario della follia firmato da Robert Eggers

Insieme al “cugino” Ari Aster, Robert Eggers è senza ombra di dubbio il portabandiera di questa new wave horror che stiamo vivendo da qualche anno a questa parte. Si è fatto conoscere nel 2015 (in Italia l’anno seguente) con l’uscita di The Witch, singolare horror in costume che rielabora in modo personale e suggestivo il concetto di stregoneria, presentato in anteprima al Sundance Film Festival e diventato immediatamente un successo inaspettato, applaudito ed elogiato da pubblico e critica e forte di un incasso di 40 milioni di dollari a fronte di un budget di 3 milioni. Nel 2019 Eggers alza l’asticella dell’autorialità e ci riprova con The Lighthouse, uno strambo e visionario ritratto della follia umana interpretato dagli eccezionali Robert Pattinson e Willem Dafoe. The Lighthouse è disponibile già da qualche settimana in blu-ray grazie ai canali distributivi Universal Pictures.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Tutti per 1 – 1 per tutti: il regista e il cast raccontano la lavorazione del film

La sera di Natale è stato trasmesso in prima assoluta su SkyCinema ed è tutt’ora disponibile on demand su NOW Tv Tutti per 1 – 1 per tutti, il sequel de I Moschettieri del Re – La penultima missione, che nel 2018 portava Giovanni Veronesi a confrontarsi con il cappa e spada (ma dal sapore comedy) derivato dal capolavoro letterario di Alexandre Dumas. Veronesi torna dietro la macchina da presa e dirige Pierfrancesco Favino, Rocco Papaleo e Valerio Mastandrea di nuovo nei ruoli di D’Artagnan, Atos e Portos, a cui si aggiungono Margherita Buy, Giulia Michelini, Federico IelapiSara Ciocca e Giulio Scarpati, che abbiamo incontrato in conferenza stampa.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)