Il Re Leone torna a ruggire in un remake in animazione CGI fotorealistica

Jon Favreau, regista di Iron Man e Il libro della giungla, firma il remake de Il Re Leone, un film in animazione in CGI che utilizza una avveniristica tecnica fotorealistica Continua »

Mike Banning nella sua missione più difficile: ATTACCO AL POTERE 3

Dopo l’impianto alla Die Hard utilizzato nel primo film e quello alla Fuga da New York del secondo, stavolta si cerca ispirazione dalle parti de Il fuggitivo Continua »

Riusciranno i Perdenti a sconfiggere Pennywise? IT - CAPITOLO DUE

IT – Capitolo Due non riesce assolutamente a mantenere le promesse, dimostrandosi un goffo susseguirsi di scenette mal legate tra loro che tradisce lo spirito del romanzo e sceglie inspiegabilmente di allontanarsi dal genere horror. Continua »

MARTIN EDEN: il film con cui Luca Marinelli ha trionfato a Venezia 76

Dal capolavoro di Jack London, Pietro Marcello distilla il suo primo film in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia, Martin Eden, un adattamento libero e non privo di ardimento. Continua »

Dal romanzo al grande schermo: LA VITA INVISIBILE DI EURIDICE GUSMAO

La vita invisibile di Eurídice Gusmão, diretto da Karim Aïnouz e basato sull’omonimo romanzo di Martha Batalha, dopo avere vinto nella sezione Un Certain Regard dell’ultimo Festival di Cannes, esce nelle sale italiane il 12 settembre distribuito da Officine UBU. Continua »

Tornano Red e Leonard ma stavolta sono alleati contro un nemico comune: ANGRY BIRDS 2

Angry Birds 2 – Nemici amici per sempre racconta la scoperta da parte dei maiali di una terza isola, ghiacciata e popolata da belligeranti aquile guidate da Zeta, determinata a radere al suolo l’Isola degli uccellini e quello che la separa da essa, ovvero l’Isola dei maialini. Continua »

E POI C’È KATHERINE... l’altra faccia degli show televisivi

E poi c’è Katherine, al contrario, è un’operazione prevalentemente al femminile. La regista Nisha Gabatra svela tutto ciò che degli show televisivi non si vede, compresi segreti e limiti. Tra questi, la ridotta libertà creativa dei presentatori, i problemi con gli sponsor o la costante pressione esercitata dai risultati in termini d’ascolto. Continua »

Il mondo del Cinema visto da Tarantino: C’ERA UNA VOLTA A... HOLLYWOOD

C’era una volta a… Hollywood è l’ideale testamento di un grandissimo artista, la raggiunta maturità di un autore che in neanche trent’anni di carriera è riuscito a cambiare radicalmente il modo di intendere il cinema, influenzando in maniera indelebile la Hollywood contemporanea e la visione di molti giovani filmaker. Continua »

John Rambo è tornato per salvare la sua famiglia. RAMBO: LAST BLOOD

In Rambo: Last Blood Sylvester Stallone riprende il ruolo di John Rambo creando una continuità perfetta con i precedenti film della saga, sia a livello tematico che nell’evoluzione del personaggio Continua »

Per aspera ad astra... il viaggio eroico di Brad Pitt nello spazio

James Gray al suo settimo lungometraggio da regista, Ad Astra, racconta l’avventuroso viaggio nello spazio di un astronauta alla ricerca di un affetto perduto e una soluzione per salvare la Terra da un destino infausto. Continua »

E se i Beatles non fossero mai esistiti? YESTERDAY, la nuova commedia di Danny Boyle

Yesterday è l’immagine cristallina dell’attuale cinema di Danny Boyle: un cinema addomesticato, fatto di compromessi, assolutamente gradevole ma lontanissimo da quel sapore anarchico, libero, originale che ha contraddistinto l’autore di Trainspotting negli anni 90 e primi 2000. Continua »

Dalla tv per bambini al grande schermo: DORA E LA CITTA PERDUTA

La più grande novità apportata in Dora e la città perduta è quella di proporre una spericolata “eroina” che è cresciuta – idealmente e anagraficamente parlando – assieme a quei telespettatori che seguivano le sue avventure in tv nei primi anni duemila. Continua »

 

The Heretics: mutazioni demoniache per Midnight Factory

L’ormai ricchissimo catalogo Midnight Factory si completa di un nuovo titolo, The Heretics, robusto horror su culti pagani e reincarnazioni demoniache che l’etichetta specializzata distribuita da Koch Media Italia porta nelle nostre case in limited edition DVD e Blu-ray disc.

La prolifica Black Fawn Films in questi ultimi anni si è dedicata a una rappresentazione minimale ma spesso efficace dell’orrore con una speciale predilezione per le suggestioni da body-horror, ovvero quel filone viscerale e fondamentalmente dedito al gore che mette in mostra le trasformazioni corporee, cercando sovente la metafora in mutazioni ben più psicologiche che materiche, come il passaggio dall’infanzia all’età adulta, la scoperta del sesso o la gravidanza. Ai due capitoli di Antisocial e al riuscito Let Her Out (tutti editi da Midnight Factory), si aggiunge ora The Heretics, diretto da Chad Archibald che nei suddetti film figurava invece come produttore.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Onore al Re: Godzilla II King of the Monsters disponibile in alta definizione blu-ray

Dopo lo splendido film del 2014, che rilanciava la figura del lucertolone atomico contestualizzandolo ai giorni nostri ma lasciando intatto il suo background storico, Legendary e Warner si sono imbarcati nell’ormai obbligato territorio dell’universo condiviso e così si è cominciato a progettare, uno dietro l’altro, film che abbracciassero l’immaginario dei monster movie classici con le icone che lo hanno generato. Nel 2017 è toccato a King Kong con Kong: Skull Island di Jordan Vogt-Roberts, ambientato temporalmente prima di Godzilla ma facente parte dello stesso universo e adesso, nel 2019, abbiamo potuto salutare Godzilla II: King of the Monsters che oltre a riportare in scena il rettile radioattivo ha introdotto altre creature, denominate Titani, che l’appassionato di kaiju-eiga già conosce: Rodan il mostro alato, la falena gigante Mothra e il drago tricefalo Ghidorah. Uscito nelle sale lo scorso maggio, accolto da pubblico e critica in modo più “freddo” rispetto a quanto accaduto con il precedente film o con il prequel dedicato a King Kong, Godzilla II: King of the Monsters è disponibile da qualche settimana in home video con Warner Bros Home Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Undone: disfare la serie animata

Nell’ultimo paio d’anni, la piattaforma streaming Amazon Prime Video si è resa una vera e propria concorrente di Netflix per quanto riguarda i prodotti originali. Serie streaming come The Marvelous Mrs Maisel e Fleabag sono prodotti freschi e interessanti, e Undone non è da meno.

Il primo punto per cui Undone spicca rispetto alle altre serie di animazione è sicuramente l’uso da primato del rotoscopio (o anche rotoscope, o rotoscoping), che prima di quest’opera non era mai stato usato per l’intera durata di una serie, ma solo per dei frammenti. Il rotoscopio è infatti una tecnica di animazione piuttosto laboriosa, che consiste nel delineare con il disegno delle riprese live-action. In questo caso, la tecnica coinvolge non solo live-action e animazione 2D, come i classici Disney (per esempio Biancaneve), ma anche la digitalizzazione 3D, che come effetto lo rende più simile a un altro prodotto realizzato con il rotoscopio, ovvero A Scanner Darkly, di Richard Linklater.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Put on a happy face. Tutti i volti di Joker

Insieme a Lex Luthor, acerrimo nemico di Superman, è il villain dei fumetti che più volte ha cambiato volto al cinema e in tv: si tratta del Joker, nemesi storica di Batman e tra i più stilosi cattivi appartenenti all’universo superoistico.

Creato nel 1940 da Bob Kane e Bill Finger per il #1 di Batman, il Joker è appena tornato al cinema, per la prima volta protagonista di un film, nell’opera co-scritta e diretta da Todd Phillips e vincitrice del Leone d’Oro alla 76^ Mostra del Cinema di Venezia. Stavolta a dar volto al folle clown c’è un attore di grande talento e carisma come Joaquin Phoenix, vera anima del film, capace di restituire un’interpretazione del pagliaccio di Gotham unica, che sicuramente passerà alla storia. Per l’occasione, abbiamo deciso di ripercorrere l’iter televisivo e cinematografico del celebre villain, dalle colorate scorribande tele/fumettistiche della serie con Adam West nei panni di Batman, fino allo stupendo film di Phillips. A voi tutti i volti di Joker!

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Profondo di Giuliano Giacomelli in concorso all’International Tour Film Festival

Profondo

Profondo, l’opera prima di Giuliano Giacomelli, prosegue il suo percorso festivaliero. Dopo essere stato scelto per rappresentare l’Italia al IX Cinefantasy IFFF di San Paolo in Brasile, il dramma intriso di mistero e fantasy è in concorso all’8ª edizione dell’ITFF – International Tour Film Festival, la cui ultima tappa si terrà dal 9 al 13 ottobre nella città di Civitavecchia.

L’ITFF è una prestigiosa vetrina internazionale per corti e lungometraggi da tutto il mondo che ospiterà Profondo di Giuliano Giacomelli in concorso nella sezione “Lungometraggi italiani”.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Thanks!, la recensione

Dal 4 ottobre sarà nei migliori cinema italiani distribuito da Eliseo Cinema Thanks!, adattamento cinematografico diretto da Gabriele Di Luca della fortunata opera teatrale Thanks for vaselina da lui stesso realizzata, attualmente in tour per i teatri italiani con Carrozzeria Orfeo.

Thanks! è una storia di vite sconclusionate che sono insieme o che lo sono state o che si intrecciano le une con le altre per la prima volta.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Joker, la recensione

Tutto iniziò con César Romero, il primo attore a interpretare il Joker nella serie tv Batman della ABC. Poi si passò al grande schermo con le incredibili performance di Jack Nicholson, Heath Ledger e Jared Leto. Confronto difficile, da far intimorire qualsiasi attore.

Non Joaquin Phoenix.

In puro stato di grazia, l’attore interpreta il glorioso villain della DC Comics nella pellicola Joker, vincitrice del Leone d’Oro alla 76esima Mostra del Cinema di Venezia.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +7 (da 9 voti)

A.P. Bio: lezioni di vendetta

Tra i palinsesti dei canali Mediaset Premium e Infinity si nasconde una perla rara di raffinata comicità: la prima e la seconda stagione della serie NBC A.P.Bio, ideata da Mike O’Brien (Saturday Night Live) e interpretata dal talentuoso Glenn Howerton (That ’80 Show, E.R.- Medici in prima linea, Fargo).

Dando un primo sguardo all’episodio pilota sembrerebbe che la Musa delle serie tv abbia realizzato i sogni degli studenti svogliati che  sognavano la versione malvagia di L’Attimo fuggente – soprattutto la scena dello strappo dei libri: Jack Griffin (Glenn Howerton) era un giovane e promettente professore di filosofia ad Harvard ma per motivi imprecisati  perde la sua cattedra e torna a vivere in Ohio, nella confettosissima casa della sua defunta madre; per superare il proprio crollo emotivo decide di prendere il posto suo rivale Miles Leonard (Tom Leonard) – colpevole, a suo dire, di essere uno “spacciatore” di filosofia positivista da due soldi – alla  Stanford University.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Appena un minuto, la recensione

Claudio è un agente immobiliare, un cinquantenne spiantato che vive ancora in casa con sua madre e costretto ad ogni tipo di umiliazione da parte della sua ex-moglie che lo ha lasciato per Manfredi, il “Re della Zumba”, portandosi via anche i suoi due figli adolescenti, Greta e Luca. A dare man forte a Claudio, tuttavia, ci pensano i due amici Simone ed Ascanio che un bel giorno gli consigliano di ricominciare daccapo iniziando proprio dai dettagli: buttare il vecchio cellulare e comprarsi un tecnologico smartphone. Claudio segue il consiglio dei suoi amici e subito si reca in un negozio gestito da cinesi per acquistare un telefono moderno e a prezzo contenuto. Qui, ad attenderlo, trova un anziano venditore cinese che gli vende un particolarissimo smartphone che consente a Claudio di portare indietro il tempo di sessanta secondi. Euforico per l’acquisto, Claudio inizia sin da subito ad usare l’aggeggio tecnologico per soddisfare piccoli capricci effimeri ma, pian piano, capirà che quei “sessanta secondi” possono essergli sufficienti per raddrizzare pezzo dopo pezzo la propria vita partendo proprio dal rapporto disastrato che ha con la sua famiglia.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Dall’Italia, l’apocalisse nel sangue di Everybloody’s End arriva a SITGES

Diretto da Claudio Lattanzi, già autore dello splatter cult Killing birds – Raptors (1988), Everybloody’s End verrà presentato in anteprima internazionale sui prestigiosi schermi di SITGES – Festival internazionale del cinema fantastico della Catalogna nella sezione Brigadoon.

Produzione Himirides, Everybloody’s End si svolge in un tempo indefinito e annovera tra le proprie influenze i film su Dracula realizzati da Jesus Franco e da Paul Morrissey.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)