CAPTAIN MARVEL: arriva la prima supereroina protagonista di un film Marvel Studios

Forte dei tre Oscar appena vinti con Black Panther e della spasmodica attesa che i fan ripongono in Avengers: Endgame, i Marvel Studios portano sul grande schermo Captain Marvel che non solo è il primo film Marvel con un supereroe donna protagonista, ma anche un vero e proprio prequel all’Universo Cinematografico Marvel costruito in questi undici anni. Continua »

Jennifer Garner in cerca di vendetta: PEPPERMINT - ANGELO DELLA VENDETTA

Pur rimanendo poco credibile, c’è da fare i complimenti al regista sulla riuscita in termini visivi dell’azione pura. Le scene di combattimento sono fluide e realistiche, non semplicemente buttate lì a caso e infarcite di effetti speciali e digitali. Continua »

SCAPPO A CASA, epopea tragicomica di un italiano immigrato clandestino in... Italia!

Enrico Lando parla di intolleranza razziale e lo fa con Scappo a casa, una commedia dai tratti surreali che desidera raccontare e deridere l’Italia di oggi, mettendo alla berlina quell’italiano medio che diviene la sintesi perfetta di una serie inquantificabile di contraddizioni e di ignoranze. Continua »

Da un romanzo di successo, lo young adult A UN METRO DA TE

Dopo i successi commerciali di Colpa delle stelle e Io prima di te, arriva nelle sale italiane con Notorious Pictures A un metro da te, un delicatissimo dramma sentimentale che coinvolge due diciassettenni affetti entrambi da fibrosi cistica. Continua »

Mel Gibson e Sean Penn sono IL PROFESSORE E IL PAZZO

Il professore e il pazzo è la trasposizione cinematografica del libro biografico di Simon Winchester del 1998, L’assassino più colto del mondo Continua »

Un fanta-horror dagli originali risvolti sociali: BORDER - CREATURE DI CONFINE

Scritto da John Ajvide Lindqvist come adattamento del suo racconto Gräns, contenuto nell’antologia Let the Old Dreams Die (in Italia Muri di carta, edita da Marsilio), Border – Creature di confine ci immerge nella quotidianità di Tina, che lavora alla dogana di Stoccolma e grazie al suo olfatto incredibilmente sviluppato riesce a smascherare i viaggiatori che trasportano merci illecite Continua »

THE PRODIGY: quando tuo figlio la reincarnazione del Male!

A destare immediatamente un certo interesse ci pensa la firma del regista, Nicholas McCarthy, giovane cineasta che già si era fatto notare da pubblico e critica per aver diretto The Pact, una delle più originali e suggestive ghost story degli ultimi anni, e l’inquietante Oltre il male (Home). Continua »

BENTORNATO PRESIDENTE... e Claudio Bisio è ancora il Presidente (stavolta del Consiglio)

Con la regia migrata dalle mani di Milani a quelle dei giovani Giancarlo Fontana e Giuseppe G. Stasi e con Claudio Bisio pronto a vestire nuovamente i panni di Peppino Garibaldi, esce nelle sale italiane Bentornato Presidente, una commedia satirica determinata a sbeffeggiare l’attuale condizione della politica italiana. Continua »

DUMBO, elefantino volante della Disney, torna live action grazie a Tim Burton

Il tenero elefantino dalle orecchie giganti torna a farci commuovere, stavolta in una versione live action diretta da Tim Burton, prodotto e distribuito, ovviamente, dalla Disney. Continua »

Felicity Jones è Ruth Bader Ginsburg nel biopic UNA GIUSTA CAUSA

Una Giusta Causa, biopic dedicato alla seconda donna nominata Giudice della Corte Costituzionale, non avrebbe probabilmente potuto trovare una regista più adatta, ovvero Mimi Leder, prima donna ad essere ammessa all’American Film Institute. Continua »

Un riuscito mix tra fantasy, azione e commedia per il primo film sul super eroe DC Comics SHAZAM!

Saggezza di Salomone, forza di Hercules, resistenza di Atlante, potere di Zeus, coraggio di Achille e velocità di Mercurio: sei icone della mitologia la cui unione delle iniziali del nome crea quello del nostro super-eroe, SHAZAM! Continua »

BENE MA NON BENISSIMO, commedia sul bullismo di Francesco Mandelli

Presentato durante la Festa del Cinema di Roma nella sezione “Alice nella città” il film diretto da Francesco Mandelli ci porta a fare la conoscenza di Candida (Francesca Giordano) giovane adolescente orfana di madre che trascorre le sue giornate in maniera spensierata nel suo ridente paesino del sud. Continua »

Dopo Get-Out, ancora orrori sociali per Jordan Peel: NOI

Dietro Scappa – Get Out c’era il solito lungimirante supporto produttivo di Jason Blum, che rinnova la collaborazione con Peele anche per la sua seconda regia, Noi. Ancora un horror, ancora una forte impronta sociologica e, per la seconda volta, la dimostrazione che svecchiare vecchi concept del fanta-horror classico può funzionare ancora alla grande! Continua »

BOOK CLUB: cinquanta sfumature di grigie

Jane Fonda, Diane Keaton, Candice Bergen, Mary Steenburgen. Quattro premi Oscar, una sfilza di Golden Globe e Emmy, scendono in campo per dimostrare che in fondo non è mai troppo tardi per vivere la propria vita Continua »

Omar Sy nella tenera avventura on the road IL VIAGGIO DI YAO

Con un piccolo, ma profondo, film che si intitola Il viaggio di Yao, Omar Sy, dopo gli enormi successi di Quasi amici e Famiglia all’improvviso, torna al cinema co-producendo una commedia tenera e divertente, diretta da Philippe Godeau. Continua »

Il mondo del cinema romano nella commedia pulp DOLCEROMA

Dopo la buona prova di Mine, in coppia con il collega Fabio Guaglione, Resinaro cambia completamente genere e adatta il libro di Pino Corrias Dormiremo da vecchi, facendo di DolceRoma un curioso mix di commedia (genere prevalente), pulp e thriller. Continua »

 

Distopia e steampunk in alta definizione: Macchine mortali arriva in blu-ray

Il 2018 si è chiuso con l’uscita nelle sale italiane di Macchine mortali, fanta-action distopico e caratterizzato da un look squisitamente steampunk. Tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore ed illustratore britannico Philip Reeve e prodotto da Peter Jackson, Macchine mortali è un blockbuster visionario e ricco di personalità che si pone l’obiettivo di gettare le basi per un’ipotetica nuova saga cinematografica (se pensiamo che quella di cui fa parte Macchine mortali è una quadrilogia letteraria a cui hanno fatto seguito altri tre romanzi prequel, tutti rigorosamente scritti da Reeve). Se ci sarà o meno un seguito a questo film diretto dall’esordiente Christian Rivers lo scopriremo nel tempo, quello che possiamo fare adesso è riguastarci questo film “imperfetto” approfittando della bella edizione blu-ray messa sul mercato da Universal Pictures Home Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’uomo che comprò la luna, la recensione

Paolo Zucca (Gli angeli di Borsellino, L’arbitro) ce l’ha fatta. Il regista e sceneggiatore cagliaritano, dopo anni di studio e David di Donatello (nel 2009, per il cortometraggio L’arbitro, che poi divenne un lungometraggio) e applausi dalla critica, è riuscito ad allontanarsi dal piccolo gruppo di registi sardi -esemplari Salvatore Mereu (Ballo a tre passi, Sonetàula, Bellas mariposas), Giovanni Columbu (Su Re) e Gianfranco Cabiddu (Disamistade, Il figlio di Bakunin, La stoffa dei sogni) – osannati dalla critica ma sconosciuti al grande pubblico.

Jacopo Cullin (Le ali, Al di là del lago, Angeli e diamanti, L’arbitro, Crushed Lives. Il sesso dopo i figli, Bianco di Babbudoiu, La stoffa dei sogni) ce l’ha fatta. Dopo aver fatto morire dal ridere la Sardegna con i suoi sketch comici nel programma regionale Come il calcio sui maccheroni – indimenticabile il suo personaggio di Salvatore Pilloni, parodia del tipico “gaggio” cagliaritano – si è trasferito a Roma e ha cominciato la sua carriera di attore drammatico, trovando la dovuta visibilità nel ruolo da protagonista in L’arbitro.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 2 voti)

Santa Clarita Diet 3: la dieta continua!

La Serbia, che posto meraviglioso.

Belle donne, buon cibo e tanto, tantissimo esoterismo.

Si riparte proprio con un flashback proveniente da questo bellissimo Paese: una settimana prima di…

Lo spietatissimo generale Poplovic viviseziona un contadino non-morto e riceve una chiamata: deve subito volare a Santa Clarita perché c’è un grosso focolaio di zombie.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Osmosis, o la vaghezza assoluta

Il 29 marzo è uscita su Netflix Osmosis, una nuova serie originale, questa volta proveniente dalla Francia, moderatamente pubblicizzata e apparentemente con una spiccata caratterizzazione estetica.

Iniziando a guardare Osmosis si ha la percezione di trovarsi un gigantesco episodio di Black Mirror: una tecnologia capace di cambiare le vite di tutti in un mondo più o meno futuristico. Questa particolare tecnologia dà la possibilità, tramite un impianto di nano-robot, di scoprire quale sia la nostra anima gemella. L’impianto in questione è appunto Osmosis, ed è creato dai due geniali fratelli Vanhove veri protagonisti della vicenda insieme ad alcune persone disposte a testare per prime la app in versione beta.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’hacker Lisbeth Salander torna in Millennium: Quello che non uccide, adesso disponibile in blu-ray

Tra il 2005 e il 2007 il panorama della narrativa noir internazionale si è arricchito di un tassello fondamentale, la saga Millennium, creata dallo svedese Stieg Larsson, che ha dato vita a personaggi che hanno fatto immediatamente breccia nel cuore dei lettori. Si tratta del determinato giornalista Mikael Blomkvist e della coriacea hacker Lisbeth Salander, protagonisti di una trilogia di romanzi divenuti in breve tempo imprescindibile punto di riferimento per il genere thriller. Uomini che odiano le donne, primo romanzo della trilogia, è diventato un film di grande successo, a cui hanno fatto immediatamente seguito La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta. Un successo che ha portato la Sony Pictures ad acquisirne i diritti per una versione cinematografica a stelle e strisce, firmata nel 2011 da David Fincher. Una tale miniera d’oro non poteva fermarsi così, anche se lo scrittore Stieg Larsson ci ha lasciati prematuramente ancor prima che i suoi romanzi fossero pubblicati. Per questo motivo, la saga Millennium ha continuato a viaggiare con un altro autore, il giornalista David Lagercrantz, che ha preso il testimone scrivendo Quello che non uccide (2015) e L’uomo che inseguiva la sua ombra(2017) e continuando a tener accesi i riflettori su Lisbeth Salander. Il primo adattamento cinematografico di questo nuovo “dittico” a firma Lagercrantz, Millennium: Quello che non uccide, è da poco disponibile in home video grazie a Sony Pictures Home Entertainment e i canali distributivi di Universal Pictures Home Video.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

DolceRoma, la recensione

Di film che parlano del mondo del cinema ce ne sono a iosa, spesso sono stati grandi maestri a immergersi in tematiche metafilmiche, da Fellini a Tarantino, passando per De Palma, i Coen, Craven e Scorsese… solo per citare alcuni nomi molto noti. Un filone che risulta però sempre di difficile approccio, sia da parte di chi lo sceglie per raccontare una storia, sia di chi ne fruisce, perché si potrebbe inciampare nello spiacevole errore di far film che parlano principalmente agli “addetti ai lavori”. L’ultimo lavoro di Fabio Resinaro, DolceRoma, viaggia proprio su quel territorio di confine che divide l’opera metacinematografica auto-compiaciuta dal cinema di genere spendibile sulle grandi masse di spettatori.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Overlord, horror bellico prodotto da J.J. Abrams, disponibile in blu-ray disc

Gli ultimi mesi del 2018 hanno visto l’uscita in sala di un piccolo film rivelazione, un horror bellico dalla forte contaminazione fantasy e prodotto dal papà di Lost, J.J. Abrams. Un’operazione indubbiamente riuscita, tanto ambiziosa quanto ludica, diretta con estro creativo dal giovane e talentuoso Julius Avery (che in precedenza aveva diretto il thriller con McGregor Son of Gun). Overlord è adesso disponibile in home video grazie a Paramount Pictures e ai canali distributivi di Universal Pictures Home Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il viaggio di Yao, la recensione

Yao (Lionel Basse) è un ragazzino di 13 anni sveglio, curioso ed intelligentissimo, che vive in un villaggio a nord del Senegal. Yao vuole a tutti i costi incontrare il suo idolo, Seydou Tall (Omar Sy), nato in Francia da famiglia senegalese e celebre attore, invitato a Dakar, per promuovere il suo ultimo libro. Per realizzare il sogno di incontrare l’attore, Yao, organizza la sua fuga e intraprende un viaggio in solitaria di 387 chilometri per raggiungere la capitale. Commosso dall’incontro con questo bambino tenace e brillante, l’artista decide di sottrarsi ai suoi obblighi professionali e di riaccompagnarlo a casa. Ma sulle strade polverose e incerte del Senegal, Seydou comprende che il percorso verso il villaggio del suo giovane amico, si trasforma in un percorso verso le sue stesse radici.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Book Club – Tutto può succedere, la recensione

Jane Fonda, Diane Keaton, Candice Bergen, Mary Steenburgen. Quattro premi Oscar, una sfilza di Golden Globe e Emmy, scendono in campo per dimostrare che in fondo non è mai troppo tardi per vivere la propria vita, senza doverla considerare terminata prima del naturale corso biologico. Ovviamente, detto da 4 mostri sacri, è molto più facile crederci.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Noi, la recensione

È una carriera strana quella che Jordan Peele si sta costruendo: da principe della commedia televisiva americana a re del nuovo horror sociale. Cavalcando per anni show brillanti di successo del piccolo schermo, come Love Bites, Kay & Peele, Modern Family, Robot Chicken, Rick & Morty, a volte come semplice guest star, Jordan Peele esordisce come regista per il cinema nel 2017 con un horror dai forti connotati sociologici, Scappa – Get Out, grazie al quale riesce anche a vincere un Oscar alla sceneggiatura originale.

E da quel momento nasce un nuovo punto di riferimento per il cinema horror contemporaneo, un piccolo punto di partenza per dar vita a un florido percorso di ricostruzione (e decostruzione) del cinema di paura, tenendo presenti le contraddizioni dell’attuale società americana.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)