Mostri divertenti e scatenati in Piccoli Brividi 2, disponibile in home video

Piccoli Brividi, il primo adattamento cinematografico della fortunata serie di libri horror per ragazzi a firma R.L. Stine, è stato nel 2015 un successo clamoroso. Un horror per ragazzi come non se ne facevano da tempo, molto debitore ad un certo cinema anni ’80 (si pensi a Gremlins, Scuola di Mostri o Non aprite quel cancello) che ha saputo influenzare intere generazioni di appassionati. Il successo inimmaginabile del primo film ha portato sin da subito a parlare di sequel ed ecco, dunque, che tre anni dopo ha fatto la sua comparsa Piccoli Brividi 2 – I Fantasmi di Halloween. Uscito nelle sale nel periodo più opportuno, ossia nella seconda metà dello scorso ottobre, l’atteso sequel arriva adesso in home video con Sony Pictures Home Entertainment.

Nuove avventure, nuova la famiglia protagonista. I personaggi principali sono due ragazzini di Wardenclyffe che, poco prima di Halloween, ritrovano un manoscritto inedito e incompiuto di R.L. Stine (ancora una volta Jack Black) intitolato, proprio, “I fantasmi di Halloween”. Questo libro “maledetto” è in grado di evocare i mostri nati dalla mente del brillante scrittore di romanzi horror. Ed ecco che spunta fuori Slappy, il malvagio pupazzo da ventriloquo protagonista di molti libri dello scrittore, e che abbiamo già conosciuto nel primo film di Piccoli Brividi. Slappy, seguendo la trama del libro da cui è fuoriuscito, ha un piano ben preciso, quello di trasformare la notte di Halloween in realtà, portando in vita tutti i mostri, le maschere e le decorazioni di Halloween per crearsi la sua personalissima famiglia.

Se il primo film è stato una piacevole sorpresa, il secondo purtroppo non riesce a reggere il confronto fino in fondo. Il primo capitolo, infatti, parlava ad un pubblico più vasto; ai bambini appassionati di mostri, agli adulti e ai nostalgici che hanno letto alcuni o tutti i racconti della collana di Piccoli Brividi. In Piccoli Brividi 2, invece, ci troviamo di fronte ad una trama molto infantile, così come la sceneggiatura. Si percepisce chiaramente un consapevole cambio di direzione verso un prodotto meno ambizioso, sia narrativamente che tecnicamente, e dalla messa in scena molto più “televisiva”. Nonostante sia comunque un prodotto godibile e divertente, Piccoli Brividi 2 – I Fantasmi di Halloween potrebbe lasciare uno sgradevole retrogusto amaro nella bocca di tutti coloro che tre anni fa si sono lasciati cullare dalle spaventose e divertenti avventure di R.L. Stine portate sul grande schermo da Rob Letterman.

Molto curiosamente, per l’edizione home video Piccoli Brividi 2 perde quel sottotitolo (I fantasmi di Halloween) che lo aveva accompagnato all’uscita in sala.

Sony Pictures Home Entertainment, dunque, distribuisce il film di Ari Sandel sia in DVD che in alta definizione Blu-ray disc. Un’edizione, quest’ultima, che riesce a soddisfare a 360° sia per la fattura tecnica che per abbondanza di materiale extra.

Non c’è nulla da lamentare, perciò, sotto l’aspetto squisitamente tecnico del supporto dal momento che il quadro video restituisce un’immagine molto nitida e attenta al dettaglio unita ad un reparto sonoro di livello capace di sfoggiare un potente 5.1 DTS-HD Master Audio per tutte le tracce.

I contenuti extra rappresentano il vero fiore all’occhiello dell’edizione, risultando numerosi e decisamente variegati. Trattandosi di un film chiaramente indirizzato ad un pubblico di giovani e giovanissimi, anche molti di questi contenuti rispettano il target. Ad esempio, hanno un chiaro fine ludico sia la sezione La scienza con Slappy (cinque brevi clip finalizzate ad insegnare come realizzare in autonomia orsetti gommosi, fantasmi elettrostatici o disgustosi slime) che Le canzoni dello Slappy-oke (tre brani cantabili con funzione karaoke). Ma anche l’ironico provino di Slappy (L’audizione di Slappy, 2 minuti) così come il messaggio promozionale fake volto a pubblicizzare l’impresa dei due Fratelli Spazzatura (Fratelli Spazzatura – Chiama ora!, 1 minuto). L’indagine nei contenuti extra prosegue con alcune feturette molto più canoniche e “per tutti”, come il making of Brividi e frammenti: La creazione di Piccoli Brividi 2 (10 minuti) o lo special dedicato alle tante creature portate in scena nel film (Incontra i mostri, 8 minuti). Concludiamo con 3 scene tagliate dal cut finale e le immancabili papere sul set.

Rita Guitto e Giuliano Giacomelli

PICCOLI BRIVIDI 2 di Ari Sandel

Label: Sony Pictures Home Entertainment

Formato: Blu-ray disc (disponibile anche in DVD)

Video: Formato Panoramico alta definizione 2.39:1 – 1920 x 1080p

Audio: Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo 5.1 DTS-HD MA; Inglese per non vedenti 5.1 Dolby Digital

Sottotitoli: Italiano, Inglese, Inglese per non udenti, Arabo, Francese, Olandese, Spagnolo

Extra: Scene eliminate, La papere, Brividi e frammenti: La creazione di Piccoli Brividi 2, Incontra i mostri, La scienza con Slappy, Le canzoni dello Slappy-oke, Fratelli Spazzatura – Chiama ora!, L’audizione di Slappy.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.