Re Artù secondo Guy Ritchie: arriva in Blu-ray King Arthur – Il Potere della Spada

Che sia realmente esistito o totalmente frutto di folclore e leggende, Re Artù è una figura chiave su cui si fondano buona parte dei miti della Gran Bretagna. Monarca ideale, capace di fungere da modello esemplare sia in guerra che nei periodi di pace, Re Artù è il personaggio cardine del Ciclo Bretone, ossia l’insieme di tutte quelle leggende celtiche poste alla base delle isole britanniche e della Bretagna.

Chi, almeno una volta nella vita, non ha sentito parlare di Re Artù e dei Cavalieri della Tavola Rotonda? O di Excalibur? O di Camelot? Una leggenda che risiede nell’immaginario di tutti e che dunque non poteva che essere riproposta sul grande schermo centinaia e centinaia di volte. Che sia prediletto il lato storico o il lato fantasy non fa alcuna differenza, quel che è certo è che il mito di Artù non è una novità al cinema. L’ultima voce ad aggiungersi al coro è quella del cineasta inglese Guy Ritchie che decide di far rivivere il mito ancora una volta, adattando la celebre leggenda al suo stile grottesco ed iper-veloce. Nasce così King Arthur – Il potere della spada, adesso disponibile in home video grazie a Warner Bros Entertainment.

Apprezzato da pubblico e critica, Guy Ritchie è un regista che non ha certo bisogno di presentazioni. Ciononostante bisogna riconoscere che i suoi migliori film sono riconducibili tutti ad inizio carriera e che ultimamente, da quando ha iniziato a smuovere grandi produzioni, sta ponendo la sua firma sotto un consistente numero di “polpettoni”. In questo senso, King Arthur – Il potere della spada non riesce a fare troppo la differenza.

La storia, come detto, la conosciamo già tutti. Quando Uther Pendragon (uno smarrito Eric Bana), padre del piccolo Arthur, viene assassinato, suo fratello Vortigern (Jud Law) si impadronisce del trono di Camelot. Anni dopo, ritroviamo un Arthur (Charlie Hunnam) diventato grande e sopravvissuto nei vicoli bui della cittadella. Non ricorda nulla sulla sua infanzia, tantomeno chi fosse suo padre. Quando, però, riesce ad estrarre la famigerata “spada nella roccia”, scopre le sue origini e viene a conoscenza che il trono di Camelot gli è stato ingiustamente sottratto da suo zio. Si unisce, così, ad un manipolo di improbabili reietti (che diventeranno poi i Cavalieri della Tavola Rotonda) per dichiarare guerra a Vortigern e riappropriarsi di ciò che gli è stato ingiustamente sottratto.

Attraverso un interessante ibrido capace di amalgamare bene il film storico a quello fantasy, Guy Ritchie non inventa assolutamente nulla all’interno della leggenda. Quello che fa, invece, è riproporre il mito attraverso quel linguaggio moderno e dinamico che contraddistingue il suo cinema dai tempi di Lock & Stock. Questo, a conti fatti, è l’unico aspetto interessante di un film eccessivamente pasticciato e incapace di scavare nella profondità del mito. Tutto resta in superficie. Tutto procede con fare frettoloso e approssimativo. A fine visione si ha la sensazione di aver assistito ad un lungo trailer di 2 ore e 4 minuti.

King Arthur – Il potere della spada arriva in home video con Warner Bros Entertainment, che distribuisce il film fornendo una scelta piuttosto variegata pronta a rispondere a tutte le necessità dell’acquirente: DVD, Blu-ray disc, Blu-ray disc 3D e combo Blu-ray 4K Ultra HD + Blu-ray. Per l’occasione, vi parliamo oggi dell’edizione classica Blu-ray che riesce ad essere molto soddisfacente sotto ogni fronte. Sarà possibile, perciò, rivivere a casa nostra lo spettacolo offertoci da Guy Ritchie senza che venga compromesso nulla in fatto di potenza di suono e immagine. Il video, infatti, risulta molto limpido e splendidamente contrastato così da non far perdere nulla alla bella fotografia – dai colori desaturati – firmata da John Mathieson. Anche il reparto audio risulta vincente con tracce sonore in DTS-HD MA 5.1 (italiano) e Dolby Atmos-TrueHD (versione originale).

Reparto dedicato ai contenuti extra decisamente nutrito e variegato. Tra questi troviamo la featurette Arthur with Swagger (9’), dedicata all’approccio di Charlie Hunnam alla leggenda e al personaggio di Re Artù e lo speciale Sword from the stone (19’) in cui ci viene raccontata la genesi del progetto attraverso una serie di testimonianze tra cast e crew. Passiamo poi ad un’altra feturette dedicata alla creazione del progetto, Building on the past (14’) e all’inserto Scenic Scotland (5’) in cui ci vengono raccontate le scelte delle location naturali della Scozia. Si prosegue con una serie di contributi prettamente tecnici e dedicati alle coreografie delle sequenze d’azione, Parry and Bleed (5’) e Inside the cut: The action of King Arthur (6’), fino ad arrivare all’interessante Legend of Excalibur (6’) in cui ci vengono riportate testimonianze circa il lavoro certosino svolto nel momento in cui è stato necessario creare una Excalibur perfetta. Conclude il pacchetto Camelot in 93 days, un making of della durata di 10 minuti.

Giuliano Giacomelli

KING ARTHUR di Guy Ritchie

Label: Warner Bros Entertainment Italia

Formato: Blu-ray disc (disponibile anche in DVD, Blu-ray 3D, Blu-ray 4k UltraHD + Blu-ray)

Video: 2.4:1 (16/9) 1080p High Definition

Audio: DTS-HD Master Audio: Italiano 5.1; Dolby Atmos-TrueHD: Inglese; Dolby Digital 5.1: Inglese, Spagnolo, Francese

Sottotitoli: Francese, Spagnolo, Svedese, Norvegese, Islandese, Finaldese, Olandese, Danese, Italiano nu, Inglese nu.

Extra: Arthur with Swagger, Sword from the stone, Parry and Bleed, Building on the past, Inside the cut: The action of King Arthur, Camelot in 93 days, Legend of Excalibur, Scenic Scotland.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *