Stranger Things, appunti su un successo Netflix

Anni ’80. In una piccola cittadina americana, di quelle sperdute fra campi coltivati e boschi misteriosi, Mike e i suoi tre amici Dustin, Lucas e Will, sognano mondi fantastici in un seminterrato e vanno in cerca di avventura in sella alla loro bicicletta. Sono i perdenti, quei bambini che vengono continuamente vessati dai bulli della scuola ma mantengono quella spensieratezza tipica dei bambini, grazie alla quale nessun ostacolo è insormontabile e tutto è possibile.

Tutto questo viene tragicamente cambiato quando Will, timido e taciturno, scompare sulla via di casa.

In un primo momento, lo sceriffo Hopper (David Harbour), un uomo coriaceo e schivo con un passato che lo tormenta ogni giorno, non prende troppo seriamente la scomparsa, abituato all’immobilità e alla normalità che da sempre caratterizzano la cittadina. Presto però sarà costretto cambiare opinione: le ricerche di Will non producono alcun esito e la madre (Wynona Raider) e il fratello del ragazzino cercano di fare il possibile con la scarsità dei mezzi in loro possesso. Ben presto l’intera comunità si trova, volente o nolente, a dover fare i conti con la scomparsa del bambino, i boschi vengono setacciati, nessuna pista è lasciata al caso.

stranger-things 1

Intanto l’attenzione si sposta sull’Hawkins, un laboratorio in cui non è dato sapere quale sia la natura dei loro esperimenti. Ma una cosa sa lo spettatore: qualcosa di terribilmente spaventoso è fuggito da quella struttura e quel qualcosa è responsabile della scomparsa di Will.

A questo punto fa anche la sua comparsa Eleven, una bambina molto speciale che appare come dal nulla nei boschi: i suddetti laboratori Hawkins sembrano particolarmente interessati a trovarla, tanto da essere disposti a tutto pur di riaverla indietro.

stranger things posterEleven non si fida di nessuno ma trova un alleato in Mike e i suoi amici, in cui si imbatte quando questi sono in spedizione alla ricerca dell’amico scomparso. Mike e i suoi amici accolgono Eleven in casa, nascondendola da tutto e tutti, e ben presto verranno in contatto con le straordinarie capacità della ragazzina.

Stranger Things non è solo una bella serie tv, in cui ironia e azione, commedia e dramma sono sapientemente miscelate per ammaliare lo spettatore, con una narrazione impossibile da interrompere fino a che non arriva la sospirata e temuta conclusione. Stranger Things è un atto d’amore verso gli anni ’80 e quell’epoca cinematografica che molti ricordano con una fitta al cuore, come una sorta di seconda epoca d’oro, un po’ più pop, un po’ più nerd.

Una citazione lunga 8 episodi al cinema di Steven Spielberg ma non solo, dove i Goonies incontrano Super 8 di JJ Abrams, e si possono trovare elementi dello Stephen King più amato, di Ray Bradbury, di Philip K. Dick, di Tolkien, con un assaggio di Dungeons & Dragons.

stranger-things 3

Per chi quegli anni li ha vissuti guardare Stranger Things è quasi imperativo: si attiva una sorta di viaggio nel tempo, in cui i sentimenti e la nostalgia dei meravigliosi anni ’80 ritornano a vivere più forte che mai facendo regredire felicemente lo spettatore.

Ovviamente però Stranger Things non parla solo al pubblico over 30, ma ripropone una storia universale capace di incollare allo schermo ogni sorta di spettatore grazie ad una vicenda incalzante che mantiene i tratti fondamentali del genere crime, così come del sovrannaturale e dello sci-fi, muovendo su questa scena personaggi comuni con cui si riesce ad empatizzare fin dalle prime battute. A questo proposito, è molto interessante la scelta del cast, in cui gli unici volti largamente conosciuti sono quelli di Wynona Ryder e David Harbour. Il resto del cast compensa il loro nomi, attori sconosciuti al grande pubblico con una recitazione magistrale, specialmente quella dei bambini coinvolti: una gang di strani, divertenti, caparbi, coraggiosi ragazzini di cui è impossibile non innamorarsi.

stranger-things 2

Vi era grande aspettativa per questa serie tv marchiata Netflix  e creata dai fratelli Matt e Ross Duffer e tale aspettativa è stata largamente ripagata, rivelandosi il fenomeno televisivo di questa estate.

Tutti gli episodi, suddivisi in capitoli, sono già disponibili sulla piattaforma online. Ora, non ci resta che attendere, con rinnovata attesa, la seconda stagione.

Michela Marocco

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.