Archivio tag: adam sandler

Diamanti grezzi, la recensione

Potremmo quasi intitolare questa recensione “la rivincita di Adam Sandler”, in quanto la sua performance ha quasi del miracoloso vista la sua attitudine a scegliere ruoli in commediole modeste e demenziali. Ma non ci dimentichiamo che era già stato selezionato niente meno che da Paul T. Anderson per il suo Ubriaco d’amore, ruolo che per la prima volta portò alla luce le sue grandi doti drammatiche. E i fratelli Safdie fungono allo stesso modo da apripista per tutto il potenziale inespresso di questo attore, che con il giusto coach in panchina riesce a sfoderare prestazioni che per un pelo non vengono prese in considerazione dalla giuria degli Oscar.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 9.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Murder Mystery, la recensione

Se coltivate il sogno segreto di improvvisarvi detective dopo aver casualmente assistito a un omicidio, Murder Mystery vi farà drizzare le antenne (per poi farvele afflosciare… ma andiamo per gradi). A impersonare la signora Fletcher del caso abbiamo due nomi forti della commedia: Jennifer Aniston e Adam Sandler.

Audrey e Nick Spitz sono sposati da quindici anni; lei è “solo una dannata parrucchiera” appassionata di gialli, lui un agente di polizia col vizietto della menzogna compulsiva. La più grossa di tutte: aver fatto credere alla moglie di essere diventato detective, quando in realtà ha fallito l’esame ben tre volte.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Mr. Cobbler e la bottega magica, la recensione

La storia raccontata in Mr. Cobbler e la bottega magica prende piede nel Lower East Side, quartiere di New York in cui si respira quasi un’aria da villaggio, più che da metropoli. Ed è qui che Max Simkin (Adam Sandler) vive ed esercita la professione di calzolaio, all’interno della bottega appartenente alla sua famiglia da ben quattro generazioni. Max però è insoddisfatto del suo lavoro, nonché della propria vita in generale: è molto solo, abita ancora con l’anziana madre e non riesce ad accettare che il padre (interpretato da Dustin Hoffman) li abbia abbandonati molti anni prima senza lasciare più traccia.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Pixels, la recensione

Nel 2010 il videomaker Patrick Jean postò su You Tube un video che in breve tempo è diventato virale: si chiamava Pixels e in un paio di minuti mostrava i personaggi dei videogiochi arcade classici invadere New York trasformando in giganteschi pixels qualsiasi cosa toccassero. Da questo spunto la Happy Madison di Adam Sandler ha ricavato Pixels, lungometraggio fanta-comedy dal tono ultra nostalgico che parte bene, poi comincia a zoppicare inesorabilmente per riprendersi con le sue spettacolari citazioni videoludiche.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

I più celebri videogames nel trailer italiano di Pixels

Promette di essere una delle commedie più folli dei prossimi mesi, nonché un punto di riferimento per tutti i videogiocatori appassionati di cinema, soprattutto se “retrogamers” puri e duri: si tratta di Pixels, il nuovo film diretto da Chris Columbus, di cui oggi possiamo mostrarvi il primo divertentissimo trailer italiano.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Insieme per forza, la recensione

Adam Sandler: uno e trino.

Creatura del Saturday Night Live, dove ha debuttato gran parte degli attori comici americani degli anni Novanta, Sandler è diventato in breve uno dei volti più noti e amati della commedia americana. Se, da una parte, è prevalentemente conosciuto per le sue interpretazioni cinematografiche (più o meno) demenziali e irriverenti – come gli inguardabili Little Nicky e Cambia la tua vita con un Click, o le commedie più sobrie come Big Daddy e 50 volte il primo bacio – esiste, dall’altra, anche un Sandler più impegnato, che ha dato vita a film forse di minor successo, ma probabilmente più interessanti, quali Ubriaco d’amore, Funny People e Reign Over Me.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Trailer italiano e poster per Insieme per forza, la commedia con Adam Sandler e Drew Barrymore

Uscirà nei cinema italiani il 5 giugno Insieme per forza, la nuova commedia con Adam Sandler e Drew Barrymore diretta da Frank Coraci.

Il film sarà distribuito da Warner Bros. e noi oggi vi mostriamo il trailer italiano, il poster ufficiale e due character poster italiani.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Un weekend da bamboccioni 2, la recensione

Se con il primo Grown ups (2010) i distributori italiani avevano cercato di cavalcare l’onda di Brunetta e del suo giocoso (?) pseudo-neologismo “bamboccione” inserendolo all’interno del titolo del film in questione, che già allora suonava in modo aberrante, con il secondo Grown ups ci troviamo di fronte a un titolo italiano non solo oscenamente e immotivatamente brutto, ma anche e soprattutto pateticamente fuori moda! Cosa c’è di peggio?

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)