Archivio tag: buddy movie

Come ti ammazzo il bodyguard, la recensione

Michael Bryce fa il bodyguard di professione e le sue prestazioni sono tra le più apprezzate e prestigiose che il mercato possa offrire… finché un terribile “incidente” spappola il cervello al suo cliente e Michael cade in profonda depressione, evitando di prendere incarichi ad alto rischio e riducendosi a vivere al pari di un senzatetto. L’occasione per un riscatto giunge quando la sua ex fiamma Amelia Roussel, che lavora per i servizi segreti inglesi, gli chiede aiuto per proteggere Darius Kincaid, sicario di professione scelto per testimoniare nel tribunale dell’Aja contro l’ex presidente bielorusso Vladislav Dukhovich, accusato di genocidio. Ma Bryce conosce molto bene Kincaid, suo acerrimo nemico in diverse occasioni di lavoro, e suo malgrado si troverà costretto a proteggerlo dagli attacchi degli uomini di Dukhovich che lo vogliono far fuori prima che arrivi davanti al giudice.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Una spia e mezzo, la recensione

Quest’anno il buddy-movie ha avuto la sua sublimazione grazie al gioiellino scritto e diretto da Shane Black che risponde al nome di The Nice Guys, ovvero una presa di coscienza del genere che utilizza l’ironia per riflettere su quello che è stato uno dei filoni più remunerativi di Hollywood. Oggi la stessa formula torna in Una spia e mezzo, action-comedy (molto più comedy, in realtà) che porta sul grande schermo una nuova strana coppia che si trova a collaborare suo malgrado. I due volti scelti sono quelli – molto strategici – di Dwayne Johnson e Kevin Hart, ovvero l’action-man più in voga di questi anni e la star comica afroamericana più amata del momento.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

The Nice Guys, la recensione

Tra gli anni ’80 e ’90 è proliferato un filone del cinema action/poliziesco americano che comunemente è definito buddy-movie. Una storia mediamente intricata di derivazione poliziesca è affrontata da una coppia di uomini che inizialmente non vanno d’accordo. Caratterialmente opposti (spesso di differente etnia), i due riescono però a risolvere il caso imparando a collaborare e scoprendosi grandi amici. Da Arma letale a Rush Hours, passando per L’ultimo boyscout, 48 ore, Danko e una miriade di altri film simili. Oggi Shane Black, che si fa conoscere come attore (Predator, Robocop 3) e si scopre ottimo sceneggiatore e regista (Kiss Kiss Bang Bang, Iron Man 3), riporta in auge quel filone a cui anche lui aveva contribuito con lo script dei primi due Arma Letale e L’ultimo boyscout… nasce così The Nice Guys, che si fa forte della “strana coppia” Russell Crowe e Ryan Gosling.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

22 Jump Street, la recensione

Tra Il 1987 e il 1991 sono andate in onda negli Stati Uniti le cinque stagioni di una serie tv poliziesca piuttosto anomala. Si intitolava 21 Jump Street (conosciuta in Italia come I quattro della scuola di polizia) e raccontava le avventure di un dipartimento di polizia di Los Angeles specializzato in crimini minorili e, nello specifico, di una sezione che infiltrava agenti nelle scuole per risolvere i casi. Nel tempo la serie si è ammantata di un alone cult per un motivo ben preciso: in quattro delle cinque stagioni recita in uno dei ruoli principali Johnny Depp.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Cani sciolti, la recensione

Bobby Trench e Marcus Stigman lavorano per Papi Greco, uno dei più potenti narcotrafficanti sudamericani. Bobby e Marcus però sono, rispettivamente, un agente della DEA e un ufficiale dell’Intelligence della Marina, infiltrati da ben 12 mesi con lo scopo di raccogliere le prove necessarie per incastrare Papi Greco. Nessuno dei due è a conoscenza della copertura dell’altro e quando i due sono incaricati di rapinare una banca di frontiera che contiene un ingente capitale proveniente proprio dal narcotraffico, i loro piani e le loro coperture vanno a rotoli. Abbandonati dai rispettivi organi di appartenenza e finiti nelle mire dei narcotrafficanti, Bobby e Marcus possono contare solamente uno sull’altro.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)