Archivio tag: Chloë Grace Moretz

Disponibile in DVD La diseducazione di Cameron Post, il film trionfatore al Sundance Film Festival 2018

Vincitore del Gran Premio della Giuria al Sundance Film Festival 2018 e presentato nella sezione “Tutti ne parlano” della 13esima edizione della Festa del Cinema di Roma,  La diseducazione di Cameron Post va a rinverdire il sempre avvincente filone dei film sulla segregazione e, stavolta, trova un efficace mix nella tematica della scoperta dell’identità sessuale. Dopo una timida uscita nelle sale a ridosso della Festa del Cinema di Roma, per mano di Teodora Film, La diseducazione di Cameron Post arriva in home video (solamente su supporto DVD, purtroppo) attraverso i canali di CG Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Suspiria, la recensione

Presentato in concorso alla 75esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, il Suspiria di Luca Guadagnino esce finalmente allo scoperto dopo un’attesa lunga quasi più di un anno. A precederlo c’è ovviamente il notevole successo riscosso dal precedente Chiamami col tuo nome, ma anche una certa diffidenza (non del tutto ingiustificata) da una parte dei devoti all’originale di Dario Argento.

Possano questi ultimi rasserenarsi: come già precedentemente anticipato dallo stesso Guadagnino, il suo NON è un remake dell’originale del 1977!

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

La diseducazione di Cameron Post, la recensione

Fresco vincitore del Gran Premio della Giuria all’ultimo Sundance Film Festival e presentato nella sezione “Tutti ne parlano” della 13esima edizione della Festa del Cinema di Roma, The Miseducation of Cameron Post (La diseducazione di Cameron Post) va a rinverdire il sempre avvincente filone dei film sulla segregazione e, stavolta, trova un efficace mix nella tematica della scoperta dell’identità sessuale.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La quinta onda e Home Invasion in home video

La parola chiave per definire le uscite home video Sony Pictures di questo mese è senza ombra di dubbio “invasione”. Umana o aliena che sia. Già, perché da un lato abbiamo una melò-fantascientifica invasione aliena tratta dall’omonimo romanzo per ragazzi La quinta onda; dall’altro lato, invece, c’è il più convenzionale thriller Home invasion – Assediati in casa.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Cattivi vicini 2, la recensione

Da John Landis ai National Lampoon, passando per Porky’s e La rivincita dei Nerds, c’è tutta una tradizione nata negli anni ’80 che ha rielaborato il genere comedy americano aggiornandolo ai gusti del pubblico di allora, gusti che si affidano a una risata greve, di pancia, preferibilmente orientata al politicamente scorretto. Quella commedia ha avuto dei figli negli anni ’90, che si sono moltiplicati a loro volta, fino ad arrivare all’attuale panorama comico statunitense che guarda ai propri nonni con rispetto e voglia di emulazione. Tra i molti esempi di commedia chiaramente vogliosa di riesplorare canoni “classici” c’è senz’altro Cattivi vicini, campione d’incassi della stagione estiva 2014, che oggi ha guadagnato un sequel.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La quinta onda, la recensione

Gli alieni hanno invaso la Terra e ora si nascondono tra di noi. Il loro sbarco sul nostro pianeta è avvenuto attraverso quattro differenti ondate di terrore e distruzione che hanno drasticamente decimato la popolazione terrestre. I pochi umani sopravvissuti sono stati raccolti all’interno di grandi accampamenti militari e tutti i più giovani arruolati direttamente nell’Arma con lo scopo di addestrare nuovi soldati capaci di fronteggiare la minaccia. In questo clima di devastazione, mentre gli alieni si preparano a colpire con una quinta e definitiva ondata, la giovane Cassie Sullivan è alla disperata ricerca del suo fratellino scomparso. Durante la sua lunga avventura, la ragazza incrocia il suo cammino con quello di Evan, un giovanotto che vive tranquillo in una baita nel bosco. Tra i due è inevitabile la scintilla, ma Cassie può davvero fidarsi di Evan?

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 2.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Dark Places – Nei luoghi oscuri, la recensione

Spesso capita che il successo di un film influenzi in maniera massiccia tutta una serie di fattori che portano poi alla produzione di altri ad esso in qualche modo collegati. Ovviamente non parlo di sequel, prequel o spin-off, ma film che al precedente devono qualche cosa di maggiormente collaterale. Dark Places – Nei luoghi oscuri è il “parassita” di Gone Girl – L’amore bugiardo, l’acclamato thriller diretto lo scorso anno da David Fincher. Le due pellicole sono collegate da Gillian Flynn, autrice dei romanzi da cui entrambi i film sono tratti e dato sul quale si sta massicciamente basando la pubblicità di Dark Places.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Dark Places – Nei luoghi oscuri: clip e le interviste al cast

Dark Places – Nei luoghi oscuri sarà nei cinema italiani da domani, 22 ottobre, distribuito da M2 Pictures. In attesa di poter leggere la nostra recensione in anteprima, vi diamo un assaggio del thriller tratto dall’omonimo romanzo di Gillian Flynn attraverso numerose clip in italiano e le video interviste ai protagonisti: Charlize Theron, Nicholas Hoult, Christina Hendricks e Chloe Grace Moretz.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Equalizer – Il vendicatore, la recensione

Il buon cinema d’azione anni ’80, così ingenuo, così privo di pretese… così divertente. Di tanto in tanto qualcuno riguarda a quella gloriosa tradizione, che ha solcato soprattutto il panorama americano (ma spesso e volentieri anche quello italiano), e riporta in auge atmosfere e modalità di quello scanzonato e testosteronico universo guilty-pleasure. A volte accade con consapevole e ironica strizzata d’occhio, come ha fatto Sylvester Stallone e il suo team di Mercenari, altre volte tutto è più serioso e tra le righe, come accade con la nuova opera di Antoine Fuqua, The Equalizer – Il vendicatore.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Resta anche domani, la recensione

Il boom dei teen-drama di estrazione letteraria non accenna ad arrestarsi e dopo i recentissimi Colpa delle stelle e The Giver, arriva nelle sale cinematografiche un ulteriore adattamento di un romanzo young adult, Resta anche domani.

La penna, stavolta, è di Gayle Forman e la materia è davvero molto simile a quella trattata in Colpa delle stelle, ovvero l’amore e la malattia, anche se c’è quella leggerissima contaminazione fantastica che sembra aver ormai fatto la fortuna di ogni prodotto letterario/cinematografico indirizzato a un pubblico under 20.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)