Archivio tag: disaster movie

Terremoto: il film catastrofico con Charlton Heston in Blu-ray disc

Era il lontano 1974 quando faceva la sua apparizione nelle sale cinematografiche di tutto il mondo Terremoto, film catastrofico con un cast stellare destinato a diventare un vero e proprio film di culto all’interno del suo genere. Charlton Heston, Ava Gardner, George Kennedy e Walter Matthau sono solo alcune delle star che sfilano in questa mega-produzione hollywoodiana premiata agli Oscar e diretta da Mark Robson. Un disaster movie capace di risultare ancora oggi incredibilmente moderno e spettacolare, un autentico ever green che può finalmente essere visto e rivisto potendo contare sui privilegi dell’alta definizione. Grazie alla collaborazione CG Entertainment e Universal Pictures, il bellissimo Terremoto torna finalmente in home video – sia in DVD che in alta definizione blu-ray – dopo esser stato fuori catalogo per lungo tempo.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Alligatori e uragani: arriva in blu-ray Crawl – Intrappolati

Arrivato nelle sale in piena estate, Crawl – Intrappolati si è presentato sin da subito come “l’horror di cui avevamo bisogno”, un film a dir poco necessario nell’eroico tentativo di tenere in vita il filone dei beast movie, nobile sottogenere dell’horror che ultimamente sembra sempre più lasciato in pasto alle scadenti produzione low cost destinate all’home video o alle emittenti televisive. Un discorso che può essere tranquillamente allargato a tutto il sotto-filone ma che diventa particolarmente “spaventoso” se prendiamo in analisi le pellicole che riguardano alligatori, coccodrilli e altri rettili acquatici. Tornando indietro negli anni, infatti, possiamo trovare autentiche perle come l’ineguagliato Allligator (1980) di Lewis Teague, il gustoso Killer Crocodile (1989) di Fabrizio De Angelis, Lake Placid (1999) di Steve Miner e Crocodile (2000) di Tobe Hooper. Dopo di che, in mezzo a una marea di scadenti produzioni televisive e direct to video molte delle quale marchiate dalla famigerata trash-maker The Asylum, possiamo citare giusto un terzetto di titoli che si fanno ricordare con gran piacere, tutti prodotti nel 2007: Paura Primordiale di Michael Katleman, Rogue di Greg McLean e Black Water di David Nerlich. Poi il buio. Fino a oggi.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Quake – Il terremoto del secolo, la recensione

Un thriller riflessivo che si posiziona nel solco tracciato del precedente capitolo senza scimmiottarlo per accontentare il botteghino. The Quake – Il terremoto del secolo riesce dove molti film d’azione e soprattutto molti sequel hanno fallito. Piuttosto che incastrare subito il protagonista in nuovo scenario apocalittico per arrivare in fretta al sodo – come hanno fatto ai tempi Die Hard 2 o Mission Impossible 2 – stavolta il regista norvegese John Andreas Andersen si avventura prima in un’esplorazione dei personaggi alle prese con i postumi della prima pellicola, lasciando che la catastrofe imminente cresca silenziosamente.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Disastri atmosferici in vista! Arriva in blu-ray Geostorm

Non ci sono più le mezze stagioni!

È un dato di fatto, ormai, che il clima sembra aver subito un grosso cambiamento. Ci basta ascoltare un qualunque tg per sentire come prima notizia “allarme siccità!” seguito, magari dopo qualche giorno, da “emergenza piogge!”. La primavera e l’autunno sembrerebbero aver lasciato spazio ad un inverno che cede il passo all’estate e viceversa. Anticipi improvvisi di caldo, ritorni burrascosi di freddo e vai così. Una situazione indubbiamente preoccupante ma che, si sa, appare ghiotta per un certo cinema a stelle e strisce che sfrutta i disastri climatici-naturali per lanciare messaggi di patriottismo ed ottimismo. Roland Emmerich è diventato negli anni un guru in questo filone ma ecco che, di tanto in tanto, il suo cinema diventa “musa ispiratrice” per altri registi e produzioni. Tra gli ultimi esempi c’è Geostorm, scritto e diretto da Dean Devlin, un disaster-movie che inizia un discorso partendo proprio da questi recenti sbalzi climatici. Il film di Devlin è da poco disponibile in home video grazie a Warner Bros Entertainment Italia.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

San Andreas, la recensione

Il mastodontico Dwayne Johnson, ex  leggenda della WWE e ormai affermata icona del cinema muscolare hollywoodiano, è il protagonista di San Andreas, disaster movie diretto da Brad Peyton e scritto da uno dei più prolifici sceneggiatori di serie tv contemporanee, Carlton Cuse, autore, tra le altre cose, di Lost, The Strain e Bates Motel.

In San Andreas Dwayne Johnson è l’elicotterista dei vigili del fuoco Ray, in procinto di divorziare dalla moglie Emma, che vive con la loro figlia ventenne e con il nuovo compagno Daniel. Quando un incredibile terremoto crea panico e distruzione a Los Angeles, per Ray l’obiettivo primario è trarre in salvo la moglie, che aveva un appuntamento in un grattacielo, e la figlia, che è rimasta intrappolata con il compagno della madre nel garage di un edificio.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Lo spettacolare nuovo trailer italiano e il manifesto di San Andreas

In seguito ad un terremoto di Magnitudo 9 in California, scatenato dal risveglio della famigerata faglia di Sant’Andrea, un pilota di elicotteri specializzato in ricerca e salvataggio, insieme alla ex moglie, intraprenderà un viaggio da Los Angeles a San Francisco, per cercare di trarre in salvo la loro unica figlia. Proprio quando penseranno di essersi lasciati il peggio alle spalle… capiranno che il peggio è appena iniziato.

Questa, in breve, è la sinossi di San Andreas, il nuovo disaster movie che promette di infondere scariche di adrenalina a raffica agli spettatori di tutto il mondo la prossima primavera. Il film, diretto da Brad Peyton e interpretato da Dwayne Johnson, sarà nei cinema italiani il 28 maggio distribuito da Warner Bros. e oggi possiamo mostrarvi il nuovo trailer italiano e il teaser poster.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Into the Storm, la recensione

Il disaster movie è tra I filoni cinematografici più costosi ma anche più redditizi abitualmente frequentati da Hollywood. Antico quasi quanto il cinema stesso, visto che il primo film diffusamente legato a questo genere è La distruzione del mondo diretto nel 1933 da Felix E. Feist, il disaster movie ha toccato ogni tipo di catastrofe in modi stilisticamente e narrativamente piuttosto simili, ovvero mostrando la distruzione da diversi punti di vista e accentuando lo spirito di sacrificio umano e l’unione famigliare. Non scappa alla tradizione anche Into the Storm, nuova opera di Steven Quale dopo l’apprezzabile Final Destination 5, anche se questo blockbuster estivo a base di tornado riserva una fondamentale sorpresa.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

ANTON CHIGURH (Non è un paese per vecchi)

ANTON CHIGURH

Un killer psicopatico senza emozioni. Una macchina costruita per uccidere senza provare il minimo rimorso. Non importa chi tu sia, se incroci la via di Anton Chigurh è molto difficile uscirne vivi.
A volte da una chance alle persone che incontra. Lancia una moneta e, seguendo le regole del classico testa o croce, potrebbe risparmiare la vita. Ma non è una regola. Non ci sono regole con Chigurh. Se gli gira, ti uccide.
E’ un personaggio grottesco, a partire dal nome assurdo fino ad arrivare al suo taglio di capelli a scodella, che non spaventerebbe un bambino. Ma le apparenze non contano. Dai suoi occhi trasuda la follia.
Si aggira con una bombola di aria compressa con la quale spara dei cilindretti di metallo. La curiosità iniziale nel vedere un bizzarro uomo pettinato in una strana maniera che porta una bombola sempre con sé svanisce nel momento in cui un pezzo di metallo trapassa la vittima da parte a parte.