Archivio tag: eagle pictures

Guida ai film più attesi del 2017

L’anno appena entrato appare piuttosto ricco di film succulenti e dal momento che abbiamo un quadro parzialmente chiaro di cosa vedremo al cinema quest’anno e quando lo vedremo, abbiamo deciso fare una sorta di mini-guida a quello che, secondo il nostro strampalato e del tutto opinabile parare, potrebbe essere il meglio del cinema che ci attende in questo 2017.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Mechanic: Resurrection, la recensione

Quando ero piccolo, parenti poco avvezzi al concetto di saga letteraria erano soliti regalarmi libri cronologicamente a caso. Quindi, che so, ho iniziato Harry Potter dal terzo volume. La sensazione era sempre quanto meno estraniante trovarsi in un quella specie di media res non programmata. Ecco, soltanto a fine film ho realizzato che Mechanic: Resurrection, di Dennis Gansel, in uscita in Italia il 24 novembre, è il sequel di Professione Assassino, che non ho visto.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Genius, la recensione

Le strade che portano al biopic sono infinite. Vite straordinarie, vite ordinarie che accompagnano eventi fuori dal comune o che hanno influito al cambiamento della società; i racconti di vita vera sembrano non passare mai di moda al cinema e riescono ad assumere i connotati più differenti e diversificati. Genius del regista teatrale Michael Grandage, qui al suo esordio al cinema, appartiene alla categoria dei biopic meno convenzionali perché sa raccontare non una ma ben due vite e, allo stesso tempo, costruire un contesto poco raccontato al cinema con l’attenzione e l’accortezza che merita. Le due vite sono quella dell’editore Max Perkins e dello scrittore Thomas Wolfe, il contesto è quello delle case editrici e della nascita editoriale dei romanzi nell’America degli anni ’20 del ‘900.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Boy, l’inquietante bambolotto in home video Eagle Pictures

Il panorama cinematografico horror americano è in netta ripresa, grazie soprattutto al rinato filone delle possessioni demoniache che ha spodestato il troppo abusato mockumentary. Eppure anche questa tipologia di horror sembra ormai destinata al declino per l’affollamento di titoli distribuiti di mese in mese; è per questo che l’uscita di un film come The Boy porta una ventata di freschezza che apre i macabri cuori degli appassionati di horror. E dopo l’ottimo esito nei cinema, il film diretto da William Brent Bell arriva anche in home video grazie a Eagle Pictures, che lo distribuisce sia in standard definition DVD che in high definition Blu-ray Disc.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

American Pastoral: incontro con Ewan McGregor e Jennifer Connelly

L’undicesima edizione della Festa del Cinema di Roma è caratterizzata da una serie di eventi che anticiperanno la partenza ufficiale della manifestazione, prevista per il 13 ottobre. A dare inizio alle danze è la proiezione in anteprima nazionale di American Pastoral, diretto e interpretato da Ewan McGregor, il quale presenta il film in Italia insieme alla sua compagna sullo schermo Jennifer Connelly. L’appuntamento è il 3 ottobre al cinema Barberini, ma nella mattinata dello stesso giorno, McGregor e la Connelly hanno incontrato la stampa nella suggestiva cornice dell’Hotel Bernini, sito proprio in piazza Barberini. Quello che segue è il nostro veloce incontro con i due attori.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Blair Witch, la recensione

Nel 1999 c’è stato un fenomeno cinematografico che non si è estinto in pochi mesi, come spesso accade con alcuni titoli di tendenza. No, quel fenomeno si è esteso, è uscito dai confini nazionali, è diventato virale grazie al primo utilizzo pubblicitario massivo dell’allora nascente mezzo internet, e ha fatto scuola diventando un nuovo punto di riferimento per il genere horror. Parliamo di The Blair Witch Project, da noi conosciuto anche come Il mistero della Strega di Blair, film d’esordio del duo Daniel Myrick ed Eduardo Sanchez, capace di riscuotere un tale successo di pubblico da ridefinire l’ottica produttiva di certo cinema, in cui il minimo investimento può portare a risultati economici stupefacenti.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

New York Academy, la recensione

Ispirato ai musical della tradizione odierna, New York Academy (High Strung, nella versione originale) porta sul grande schermo i sogni e le ambizioni dei suoi protagonisti.

Prodotto, scritto e diretto da Michael Damian, racconta di un mondo che riporta i coniugi Damian alle origini: lui musicista e lei ballerina, esattamente come i personaggi interpretati da Nicholas Galitzine e Keenan Kampa.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

La Strega di Blair torna al cinema: poster e trailer di Blair Witch

Nel 1999 usciva nei cinema The Blair Witch Project – Il mistero della Strega di Blair, un film piccolissimo ma dall’incredibile successo che ha cambiato nettamente il modo di fare cinema horror. Quel film dall’aspetto quasi amatoriale diretto da Daniel Myrick ed Eduardo Sanchez inaugurò il filone del mockumentary, destinato ad esplodere da lì a qualche anno, ma soprattutto insegnò che era possibile fare un film di grande successo spendendo il minimo e giocando soprattutto sulle idee e sulla comunicazione. 

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Bastille Day – Il colpo del secolo, la recensione

Michael Mason (Richard Madden) è un giovane americano che vive a Parigi e sbarca il lunario come borseggiatore. Durante un’ordinaria serata di “lavoro” Michael ruba una borsa contenente a sua insaputa una bomba, atto che scatenerà una caccia all’uomo nei suoi confronti: per fortuna però viene arrestato e interrogato dall’agente della CIA Sean Briar (Idris Elba), il quale si rende subito conto dell’innocenza di Michael. I due si ritroveranno così a indagare insieme, in modo da riabilitare Michael e scoprire i veri colpevoli dietro la bomba.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’uomo che vide l’infinito, la recensione

La matematica non è poi così noiosa sul grande schermo. Almeno non lo è nei biopic degli ultimi anni come A Beautiful Mind di Ron Howard e The Imitation Game di Morten Tyldum.

L’uomo che vide l’infinito, diretto da Matt Brown, racconta la storia vera del genio indiano della matematica Ramanujan (Dev Patel) che, da completo autodidatta, lascia l’India e arriva alla Trinity College di Cambridge, dove incontra il professor Hardy (Jeremy Irons).  

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)