Archivio tag: Festa del Cinema di Roma 2020

Amore saffico e fossili di dinosauri: la recensione di Ammonite

Kate Winslet e Saoirse Ronan sono le protagoniste di Ammonite, film biografico ispirato alla vita di Mary Anning, paleontologa britannica che tra i tanti fossili recuperati scoprì quello di un esemplare di ittiosauro tuttora esposto al National History Museum di Londra, e in particolare la sua relazione con Charlotte Murchison.

Le due donne sembrano apparentemente diversissime e lontane tra loro, Mary (Kate Winslet) è una donna burbera, schiva, forte e molto pratica, mentre Charlotte (Saoirse Ronan) sembra essere a suo agio nelle situazioni sociali, diafana e delicata ma goffa quando deve fare cose manuali. Dalla loro convivenza inizialmente forzata e malvista da entrambe, si sviluppa un forte rapporto di amicizia che si trasforma pian piano in un amore passionale e spesso esplicitamente carnale. 

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il politically correct distruggerà il mondo! John Waters alla Festa del Cinema di Roma

John Waters, classe 1946, è tra i nomi di spicco della rivoluzione culturale avvenuta a Hollywood tra la fine degli anni ’60 e la prima metà degli anni ’70. Trasgressivo, geniale, dissacrante, Waters ha rappresentato per il cinema indipendente americano una boccata d’aria fresca capace di aprire le porte delle majors a un mondo fatto di freaks, di consapevole esaltazione del brutto, di potentissima satira sociale votata ad intrattenere con un particolare senso del disgusto.

Antesignano del “trash” e ostracizzato per anni come simbolo del cattivo gusto, con il quale si è fatto da subito notare con il film cult del 1972 Pink Flamingos, John Waters è stato negli anni riscoperto, rivalutato ed eletto a simbolo di un cinema libero, anticonformista, capace di esprimere idee anarchiche nel modo più schietto possibile.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)