Archivio tag: folk horror

The Twin – L’altro volto del Male, la recensione

Il cinema horror/thriller ha attinto spesso e volentieri al tema del doppio, incanalando la dualità bene/male sulla figura del gemello. La lista dei film sul cosiddetto gemello cattivo è davvero lunga e in questa sede è doveroso citare almeno il noir di Robert Siodmak Lo specchio oscuro (1946), Chi giace nella mia bara? (1964) con una duplice Bette Davis, il thriller hitchcockiano di Brian De Palma Le due sorelle (1973) e l’imprescindibile Chi è l’altro? (1972) di Robert Mulligan. Tutti film che, in un modo o nell’altro, devono aver fornito ispirazione al regista e sceneggiatore Taneli Mustonen per la realizzazione di The Twin – L’altro volto del male, thriller dalle contaminazioni horror che arriva nei cinema il 21 luglio con Notorious Pictures.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Non sarai sola, arriva al cinema il folk horror macedone con Noomi Rapace

Arriverà al cinema il 7 luglio distribuito da Universal Pictures Italia Non sarai sola, il folk horror con Noomi Rapace diretto dal regista macedone Goran Stolevski. Oggi Universal Pictures Italia ha diffuso il poster e il suggestivo trailer italiano ufficiale.

Per secoli, le montagne macedoni hanno nascosto paurosi segreti soprannaturali, inclusa l’esistenza della “Vecchia Zitella Maria” (Anamaria Marinca), una strega incattivita la cui terribile storia terrorizza i bambini da 200 anni.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Twin – L’altro volto del male: trailer e poster italiani del folk-horror con Teresa Palmer

Il prossimo 21 luglio uscirà nelle sale italiane distribuito da Notorious Pictures, il folk-horror The Twin – L’altro volto del Male, una inquietante storia famigliare di negazione e riti pagani che porta la firma di del regista finlandese Taneli Mustonen, già autore del cult Lake Bodom.

A seguito di un tragico incidente che ha causato la morte di uno dei loro gemelli, Rachel e il marito Anthony si trasferiscono dall’altra parte del mondo con il figlio sopravvissuto nella speranza di costruirsi una nuova vita. Quello che inizia come un periodo di guarigione prende presto una svolta inquietante, Rachel inizia a svelare la tortuosa verità su suo figlio e affronta le forze malvagie che tentano di impadronirsi di lui.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Lamb, la recensione

Cos’è la Felicità? La Felicità è stare insieme, completarsi, dare un senso alla propria vita attraverso la presenza di qualcun’altro. Ma la Felicità può nascere anche da uno strano evento che conduce in maniera un po’ grottesca a tutte le cose su elencate. Petur, il fratello “ribelle” di Ingvar, protagonista maschile di Lamb, riferendosi alla piccola Ada chiede <<ma cosa è quello?>> e si sente rispondere <<è la Felicità>>.

Presentato in anteprima mondiale nelle sezione Un certain regard del Festival de Cannes 2021 e, in seguito, al festival del cinema fantastico di Sitges e alla 19ª edizione di Alice nella città, Lamb è l’opera prima dell’islandese Valdimar Jóhannsson, uno che si è fatto le ossa nei reparti tecnici di grandi blockbuster hollywoodiani come Prometheus di Ridley Scott, Transformers 4 di Michael Bay, Rogue One: A Star Wars Story di Gareth Edwards. Ed è singolare che un addetto agli effetti visivi di film così maestosi esordisca nel lungometraggio con un film intimo, minimalista e autoriale come Lamb.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Midsommar – Il villaggio dei dannati, la recensione

In questi anni stiamo assistendo alla rinascita del cinema horror d’autore. Una pratica che in passato ha salutato il contributo al genere di grandi maestri della settima arte come Roman Polanski, Brian De Palma, Nicolas Roeg e Stanley Kubrick – solo per fare i nomi più celebri – oggi sta tornando con prepotenza grazie a piccoli casi mediatici che si traducono sovente anche in buoni successi commerciali. Uno dei massimi esponenti di questa new wave orrorifica autoriale è senza ombra di dubbio Ari Aster, fattosi notare lo scorso anno con l’eccezionale Hereditary – Le radici del Male e ora pronto con il suo secondo lungometraggio: Midsommar – Il villaggio dei dannati.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)