Archivio tag: found footage

TOHorror22. Skinnamarink, la recensione

Presentato in concorso alla 22ª edizione del TOHorror Fantastic Film Fest, alla sua seconda proiezione in assoluto dopo la première internazionale al Fantasia a Montreal, Skinnamarink è stato introdotto in sala da un video del regista Kyle Edward Ball che, partendo in anticipo sulle aspettative dello spettatore, premette che il suo film non si prefigura come un horror tradizionale e che “you may or may not like it”.

Il film segue, attraverso riprese found footage estremamente sgranate in stile vhs, le esperienze di due bambini, fratello e sorella, che si risvegliano nel pieno della notte: i genitori sono spariti, assieme a loro porte e finestre non ci sono più.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Paranormal Activity, la recensione

San Diego, 2006. Katie è perseguitata da un’entità soprannaturale dall’età di 8 anni che si manifesta attraverso rumori, ombre e incubi notturni. Negli ultimi tempi, però, l’entità si sta facendo sempre più violenta, così Micah, ragazzo di Katie, decide di acquistare una videocamera e piazzarla nella loro camera da letto così da riprendere tutto quello che accade di notte. La documentazione di quello che è accaduto in 21 notti è il resoconto della terribile lotta di due giovani contro l’entità che li perseguitava.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

La festa, L’occhio che uccide in un found-footage d’autore

Dopo Gli arcangeli e Appunti per la distruzione, Simone Scafidi – alla continua ricerca di innovativi linguaggi artistici – sperimenta una nuova forma di cinema: o meglio, acquisisce la tecnica oggi abusata del found-footage, la fa sua e la plasma secondo la propria concezione cinematografica. Nasce così La festa (2013), un found-footage d’autore al di fuori di ogni schema, un thriller/horror che però (come ogni film del regista) sfugge alla classificazione in un genere preciso per diventare qualcosa d’altro.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Fantascienza in formato casalingo: Project Almanac e Humandroid in Blu-ray

In un’estate che ha toccato picchi di caldo da record e poi è piombata improvvisamente nella frescura fuori stagione, la soluzione più oculata per passare una serata di relax è davanti allo schermo casalingo con un blu-ray di qualità, cosa che è puntualmente accaduta con due titoli dal sapore fantascientifico che hanno allietato le scarne uscite home video agostiane. Parlo di Project Almanac – Benvenuti a ieri, il founf footage sui viaggi nel tempo prodotto da Michael Bay e Humandroid, il moderno Corto Circuito (socialmente impegnato) di Neill Blomkamp.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Unfriended, la recensione

Con Unfriended siamo a un sostanziale punto di non ritorno per il genere horror.

Negli ultimi anni abbiamo visto proliferare l’utilizzo dello stile mockumentary nelle sue più svariate accezioni, in particolare il found-footage. Una tecnica che serve a contenere (di molto) i budget e creare una particolare immersività e partecipazione dello spettatore. Questa tecnica possiede implicitamente anche un’esaltazione della tecnologia perché è il protagonista stesso della vicenda a diventare occhio e conduttore grazie al suo utilizzo di strumentazioni tecnologiche, che, per lo più, si traducono in comode e maneggevoli handycam. Tutto ciò è arrivato palesemente al collasso: una tale sovraesposizione e utilizzo intensivo di questo modus operandi/narrandi da far diventare questa tecnica di routine.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Gallows – L’esecuzione, il trailer del nuovo horror targato BlumHouse

Il Re dell’horror low-budget made in USA, il produttore Jason Blum, è pronto a portare in sala un nuovo film, sempre con la tecnica del found-footage. The Gallows – L’esecuzione arriverà nei cinema italiani il 19 agosto distribuito da Warner Bros. Oggi vi possiamo mostrare il poster e il teaser trailer italiano.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Necropolis – La città dei morti, trailer italiano e poster dell’horror ambientato nelle catacombe di Parigi

Sotto le strade di Parigi, si estendono le catacombe.

Furono costruite nel 1785 e sono il cimitero più grande del mondo.

Ma il mondo non conosce il loro oscuro segreto…

Quest’anno il tuo passato tornerà a tormentarti…

Insomma, per la serie “Lasciate ogni speranza o voi che entrate”…

E’ questo quello che emerge dal trailer di Necropolis – La città dei morti, in arrivo nelle sale cinematografiche italiane l’11 Settembre 2014.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il Segnato, lo spin-off di Paranormal Activity in Blu-ray

Appassionati di horror, appassionati di horror found footage, appassionati di quella saga horror found footage che risponde al titolo Paranormal Activity, questo film fa per voi! Dopo aver riscosso un modesto successo nelle sale (in patria è stato prevedibilmente un buon successo), la Paramount distribuisce in home video Il segnato, ovvero Paranormal Activity: The Market Ones, lo spin-off della fortunata saga inaugurata da Oren Peli e proseguita per altri quattro film.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

ZOMBIE, NAZISTI, ROBOT E FOUND FOOTAGE: IN HOME VIDEO FRANKENSTEIN’S ARMY.

Dopo aver distribuito nelle sale Parker, film action con Jason Statham e Jennifer Lopez, la neonata casa di distribuzione Indie Pictures compie il suo debutto nell’home video con un titolo bizzarro e accattivante, un film d’exploitation che farà sicuramente la gioia di tutti i fan accaniti dell’horror a tinte splatter: Frankenstein’s Army.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

La Stirpe del Male, la recensione

Se L’ultimo esorcismo e L’altra faccia del Diavolo avevano esplorato con la tecnica del mockumentary il filone sulle possessioni demoniache, dovevamo senz’altro aspettarci che il found footage esplorasse anche il mini-filone che più è affine a quello esorcistico, ovvero quello delle gravidanze demoniache. E puntualmente arriva La stirpe del male (Devil’s Due), titolo sul quale la Fox puntava decisamente molto e che invece ha rappresentato un sonoro flop al botteghino statunitense, raccogliendo, tra l’altro, una serie di critiche negative da far invidia a Uwe Boll.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)