Archivio tag: guardiani della galassia

Guardiani della Galassia Vol. 2, la recensione

Quando nel 2014 i Marvel Studios lanciarono nel loro Universo Cinematografico i Guardiani della Galassia, si trattava di una grande scommessa perché, per la prima volta, i produttori si stavano affidando completamente alla fama del loro marchio creativo e non alla notorietà dei personaggi che stavano portando sul grande schermo. I Guardiani della Galassia, infatti, erano troppo poco noti (la formazione portata al cinema risale a una serie a fumetti reboot del 2008!) e facevano parte di un mondo bizzarro e fin troppo dislocato dalle avventure di Captain America, Iron Man e compagni per creare un automatico seguito di spettatori; eppure il film riscosse un enorme successo e, ad oggi, ricordiamo Guardiani della Galassia come uno dei più divertenti, inventivi e riusciti film dell’UCM. Va da sé che le aspettative per il sequel, che porta ancora una volta la firma in regia sceneggiatura del ‘bad boy’ James Gunn, fossero particolarmente alte. E possiamo tirare un sospiro di sollievo, perché Guardiani della Galassia Vol. 2 è riuscito perfino a superare qualitativamente il suo predecessore.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 9.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Guardiani della Galassia, la recensione

La storia editoriale dei Guardiani della Galassia nasce nel lontano 1969, quando un team di eroici “ultimi della loro specie” deve difendere il Sistema Solare dai malvagi alieni Badoon. Era il numero 18 della seconda serie di Marvel Super Heroes e da allora i Guardiani torneranno sporadicamente a incontrare gli eroi “classici” Marvel, finché nel 1992 si guadagnano una collana tutta loro, che però viene chiusa dopo 62 numeri.  Ma non è al team creato da Arnold Drake e Gene Colan che si ispira il decimo film della Marvel Studios, bensì al reboot datato 2008 e creato da Dan Abnett e Andy Lanning e che comprende una squadra completamente diversa di Guardiani.

Per dar vita a questi anomali eroi Marvel che provengono in parte dalla saga fumettistica Annihilation Conquest, viene chiamato James Gunn, un regista dalla grande personalità autoriale che, da una parte, sarebbe potuto essere una garanzia, visti i suoi trascorsi, dall’altra avrebbe potuto subire uno snaturamento di stile per una omologazione allo standard Marvel.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 9.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)