Archivio tag: horror russo

Superdeep, la recensione

La tradizione dei racconti del terrore si divide in due principali famiglie dalle fonti e dalle origini etniche e culturali diverse fra loro, anche se allo stesso tempo correlate più di quanto si possa pensare: da un lato, infatti, abbiamo la letteratura nel senso classico del termine, quella alta e colta, fatta da autori di grande e piccola importanza le cui fervide menti hanno generato i cosiddetti mostri classici (Dracula e Frankenstein, giusto per citate due nomi famosi ai più); dall’altra, al contrario, vi è il vastissimo insieme di racconti popolari, storie tramandate per via orale nei secoli e che mutano a seconda delle epoche storiche e, soprattutto, dei contesti culturali nei quali esse trovano diffusione.

Tra questi ultimi vi è la leggenda metropolitana di origine russa legata al pozzo super profondo di Kola, località nella quale un gruppo di scienziati sovietici, a cavallo tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta, ha scavato un buco profondo fino a 14 km per condurre esperimenti scientifici. La cosa inquietante, però, è che un microfono piazzato sul fondo di tale abisso pare abbia registrato voci umane appartenenti, secondo la credenza popolare, alle anime dell’inferno.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Bliss e Muori papà… muori! Lo splatter in blu-ray firmato Midnight Factory

Midnight Factory non si è lasciata spaventare dall’emergenza sanitaria da covid-19 e sono regolarmente stati distribuiti diversi film appartenenti al nostro genere preferito, l’horror. Oltre alle proposte Midnight Classics primaverili (vi abbiamo parlato di L’ultima casa a sinistra e Sotto Shock), sono arrivati sugli scaffali fisici e virtuali degli store anche due uscite “regular”, ma rigorosamente il limited edition, ovvero il grandguignolesco Bliss di Joe Begos e la commedia grottesca e splatter Muori papà… muori! del russo Kirill Sokolov.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)