Archivio tag: ipnotica produzioni

Italian Horror Stories, la recensione

Una lunga tradizione editoriale lega l’horror e il fantastico in senso lato al racconto episodico autoconclusivo, in particolate sulle riviste a fumetti che esplosero negli Stati Uniti negli anni ’50, quelli che resero celebre la casa editrice EC Comics che pubblicava riviste ormai cult come Tales from the Crypt, The Vault of Horror, Weird Science e Weird Fantasy. Questi racconti a fumetti hanno plasmato un’intera generazione di autori, anche cinematografici, diventati il pilastro portante del panorama fantastico mainstream degli anni successivi (qualcuno ha detto Robert Zemeckis, Steven Spielberg, Joe Dante e John Landis?) ma hanno anche dato vita a progetti che chiaramente si sono ispirati a quelle atmosfere macabre, ciniche e grottesche. Se pensiamo alle opere che hanno reso celebre la casa di produzione britannica Amicus, come Le cinque chiavi del terrore, La casa che grondava sangue, La morte dietro il cancello e, soprattutto, Racconti dalla tomba e The Vault of Horror, rivediamo lo stesso modus narrandi delle suddette riviste a fumetti e se poi andiamo negli anni ’80 a ripescare i due Creepshow e la serie tv Tales from the Crypt, il cerchio si chiude.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Strade di musica, la recensione

E’ sempre affascinante quando un sottofondo musicale, suonato dal vivo, accompagna le nostre passeggiate per la città. Ma quando le note cessano, vi siete mai domandati chi sono quelle persone che, con i loro strumenti spesso bizzarri, hanno arricchito le vie romane di suggestione e mistero? Strade di musica, documentario firmato dai giovani registi Michele Morsello Angileri e Giuliano Giacomelli, nasce proprio da interrogativi come questo, esplorando le storie di alcuni musicisti di strada che, nella Capitale, hanno stimolato la loro curiosità.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Il thriller italiano Io è morto in concorso al Festival di San Paolo del Brasile

Sarà presentato il 24 novembre in concorso al Festival Internazionale di Cinema di San Paolo, in Brasile, dopo essere stato oggetto di studio, il 18 novembre, all’università FAAP di San Paolo, è Io è morto, il lungometraggio d’esordio di Alberto De Venezia.

Presente anche nel market dell’ultima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, Io è morto è un thriller psicologico che indaga i meandri della mente e della perversione.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

ONE VIBRATION – ALUEI: QUANDO LA MUSICA DIVENTA FILOSOFIA

Il polistrumentista Louis Siciliano, compositore musicale  che si è distinto in importanti cerimonie come i Nastri d’Argento o i David di Donatello e che ha curato la colonna sonora di importanti pellicole come Happy Family di Gabriele Salvatores e 20 sigarette di Aureliano Amadei, diviene protagonista dell’interessante documentario sulla musica “nel divenire” One Vibration – Aluei, diretto da Andrea D’Emilio e prodotto da Alberto De Venezia per Ipnotica Produzioni.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)