Archivio tag: jean-jacques annaud

Il lupo e il leone, la recensione

Orfana di entrambi i genitori, Alma è una ragazza tenace e determinata che sta investendo tutto per poter entrare nel Conservatorio e diventare una giovane pianista. Ma la vita le riserva un nuovo duro colpo quando riceve la notizia della morte dell’amato nonno. Affranta per l’accaduto, Alma decide di partire subito alla volta della sua casa d’infanzia – dove viveva il nonno – sita su un isolotto privato in Canada. La sera del suo arrivo, dopo aver raccolto gli ultimi affetti del nonno e a seguito di una brutta tempesta, Alma si trova nella inaspetatta situazione di salvare due cuccioli d’animale: un leoncino e un piccolo lupo. Alma non sa come gestire quella situazione e così decide di trattenersi più a lungo sull’isola e allevare i due cuccioli insieme. I giorni passano, i due cuccioli crescono rapidamente e diventano amici, quasi fratelli. Ma la felicità è destinata ad interrompersi nuovamente quando i due animali vengono scoperti e così, trattandosi di due specie pericolose, vengono separati dalla ragazza: il leone viene affidato ad un circo itinerante mentre il lupo viene portato in un centro di ricerca. Ma questa divisione non durerà molto perché il lupo capirà presto come fuggire dal centro e il suo obiettivo è chiaramente quello di ritrovare suo “fratello” e subito dopo anche Alma.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Tra documentario e cinema d’avventura: Ailo – Un’avventura tra i ghiacci in DVD

Presentato durante la scorsa edizione della Festa del Cinema di Roma nella sezione Alice nella Città, Ailo – Un’avventura tra i ghiacci rappresenta il tentativo da parte del documentarista Guillaume Maidatchevsky di raccontare un animale “poco conosciuto” come la renna all’interno di un film che cerca dal primo fino all’ultimo minuto di rimanere in bilico tra il documentario naturalista e il cinema d’avventura. Ne viene fuori un racconto interessante, sicuramente imperfetto, disponibile gia da qualche settimana in DVD e blu-ray sotto il duplice marchio CG Entertainment e Adler Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’ultimo lupo, la recensione

L’avventura di Jean-Jacques Annaud con L’ultimo lupo è cominciata ben sette anni fa, quando il regista di Il nemico alle porte ebbe la visita di alcuni produttori cinesi che gli chiesero di dirigere il film tratto dal best seller di Jiang Rong. Annaud conosceva bene il romanzo Il totem del lupo già dai tempi in cui girava in Germania Il nome della rosa e trovava le tematiche trattate da Rong molto affini al suo modo di raccontare, nonché familiari alla sua esperienza personale. Lo stesso regista, infatti, racconta che le vicende del giovane protagonista del romanzo, un ragazzo istruito che si trova in una zona inospitale della Mongolia per studio, gli ricordarono la sua giovinezza in Camerun a fine anni ’60, quando stava per girare il suo primo film. Le premesse, dunque, che portano un regista dall’importante caratura come Annaud a prendere le redini di un progetto come L’ultimo lupo sono delle migliori, considerando, poi, che tra i film più intensi e memorabili del regista francese ci sono L’orso e Due fratelli, di cui L’ultimo lupo rappresenta un’ideale continuazione.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

L’ultimo lupo, incontro con il regista Jean-Jacques Annaud

Il grande regista francese Jean-Jacques Annaud, artefice di film di un certo peso come La guerra del fuoco, Il nome della rosa e Sette anni in Tibet, nonché dei capolavori che esplorano le emozioni degli animali L’orso e Due fratelli, ha passato un’intera giornata a Roma per promuovere e presentare alla stampa il suo nuovo film, L’ultimo lupo, che Notorious Pictures distribuisce in 300 copie dal 26 Marzo.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)