Archivio tag: Joel Edgerton

Venezia 76. The King – Il Re

Liberamente ispirato agli Henriad di Shakespeare, The King racconta la guerra tra Inghilterra e Francia dei primi anni del ‘400, in chiave psicologico-drammatica.

Hal, figlio del Re d’Inghilterra Enrico IV, è un giovane che ha deciso di vivere fuori dalla corte, una vita tutt’altro che reale: sbronze, prostitute e dormite molto lunghe. Quando il padre si ammala, Hal sente il peso di un rapporto che per forze naturali finirà, quindi decide di tornare a corte e di vedere di persona come stanno le cose. Qui il confronto inter-generazionale si sposta sulla situazione inglese: molte ribellioni hanno causato una guerra civile, che sta depredando il Paese di quasi tutte le risorse disponibili. Hal è contrario alle azioni punitive intraprese dal padre, grande sostenitore della guerra, che rivendica il diritto di difendere i territori, di preservare l’integrità e l’egemonia della corona.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +6 (da 6 voti)

Red Sparrow, la recensione

Da alcuni anni il cinema di spionaggio è tornato alla ribalta, non solo come appannaggio di certe produzioni europee d’elite dove si era rifugiato tra la seconda metà degli anni ’90 e i primi del duemila, ma anche del cinema mainstream, quello yankee da grandi budget, che grazie al successo in tutto il mondo della saga di Jason Bourne ha potuto unire nomi hollywoodiani con una certa ricercatezza formale. Ed è per questo che se da una parte c’è il formidabile Atomica Bionda, che strizza l’occhio al cinema più cheap, dall’altra abbiamo Red Sparrow che, lungi dal voler essere un clone dello scatenato film con Charlize Theron, cerca una sua dimensione nella spy-story per adulti.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 3 voti)

Loving, la recensione

Just don’t call them black films”, così titolava il New York Times qualche settimana fa, e non c’è frase migliore per cominciare a parlare di Loving, ultimo film diretto da Jeff Nichols.

Nel non così lontano 1958, Richard e Mildred si innamorano e decidono di sposarsi. Per farlo, però, dovranno cambiare Stato dato che il matrimonio interrazziale è considerato fuorilegge in Virginia. Nonostante nella loro città il livello di integrazione sia maggiore rispetto ad altre zone circostanti, la polizia decide di rinchiuderli in prigione e successivamente esiliarli.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il caso Freddy Heineken e Felony, due thriller Koch Media in Blu-Ray

Se il thriller vi appassiona e in modo specifico amate le crime-story a base di rapimenti e riscatti o polizia al di sopra della legge, allora questo mese l’offerta home video di Koch Media farà senz’altro al caso vostro. Arrivano sul mercato italiano due storie di malavita arricchite, entrambe, da un cast di prim’ordine: Il caso Freddy Heineken con Anthony Hopkins nei panni del magnate della birra Heineken e Felony, intenso dramma-poliziesco con Tom Wilkinson e Joel Edgerton.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Regali da uno sconosciuto: la recensione del Blu-Ray Koch Media

Le vie del thriller sono infinite e per il suo esordio nella regia di un lungometraggio l’attore e sceneggiatore australiano Joel Edgerton sceglie quella meno convenzionale. Proprio mentre a Hollywood va per la maggiore la contaminazione con l’action, Regali da uno sconosciuto si inoltra su una via più intimista, perfino minimalista, dove a contare è il rapporto di una coppia e la loro felice quotidianità, nella quale si intrufola un individuo che, a poco a poco, distrugge ogni sentore di serenità. Prodotto da Jason Blum, che con la sua BlumHouse è divenuto un vero e proprio guru del nuovo cinema horror, e premiato al prestigioso festival del fantastico di Sitges, Regali da uno sconosciuto arriva in Blu-ray disc grazie a Koch Media.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Regali da uno sconosciuto, la recensione

Le vie del thriller sono infinite e per il suo esordio nella regia di un lungometraggio l’attore e sceneggiatore australiano Joel Edgerton sceglie quella meno convenzionale. Proprio mentre a Hollywood va per la maggiore la contaminazione con l’action, Regali da uno sconosciuto – The Gift si inoltra su una via più intimista, perfino minimalista, dove a contare è il rapporto di una coppia e la loro felice quotidianità, nella quale si intrufola un individuo che, a poco a poco, distrugge ogni sentore di serenità.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Regali da uno sconosciuto: una clip in esclusiva!

Arriverà nei cinema italiani questo giovedì, 3 marzo, il lungometraggio d’esordio di Joel Edgerton, Regali da uno sconosciuto – The Gift, acclamato thriller che il celebre scrittore del brivido Stephen King ha definito “un gioiello di suspense“.

In attesa della nostra imminente recensione in anteprima, possiamo mostrarvi, grazie al distributore italiano del film Koch Media, una clip in esclusiva di Regali da uno sconosciuto, che in poco meno di un minuto riassume a perfezione il clima di paranoia e follia che sta per crearsi nella vita dei due protagonisti. 

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Venezia 72. Black Mass – L’ultimo Gangster, la recensione

Black Mass del regista Scott Cooper, presentato Fuori Concorso alla 72esima edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, è un gangster movie dei più classici, ma nonostante ciò piacerà anche a chi non è di solito un amante del genere. Adattamento cinematografico del libro “Black Mass: The True Story of an Unholy Alliance Between the FBI and the Irish Mob” di Dick Lehr e Gerard O’Neill, la pellicola ci racconta la vera storia di uno dei più spietati malavitosi americani, di origine irlandese, vissuto negli anni ’70-‘80 che per riuscire a eliminare una rivale famiglia di mafiosi italiani, si presta a diventare un informatore dell’FBI con l’aiuto dell’agente John Connolly, suo amico d’infanzia, interpretato da Joel Edgerton, deciso a fare carriera a costo di aiutare un terribile criminale pluriomicida.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Black Mass: nuovo trailer italiano e character poster

Sarà uno dei film evento della 72° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, proiettato, con tutto il cast, il 4 settembre: è Black Mass – L’ultimo gangster, crime movie che arriverà sui nostri schermi l’8 ottobre con Warner Bros. Oggi possiamo mostrarvi il nuovo trailer italiano (che si aggiunge a quello già diffuso e visibile qui) e i character poster del film.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Exodus – Dei e Re, la recensione

Avvolta dal turbinio storico/spettacolare/mitologico del rinnovato peplum, Hollywood continua il suo percorso anche biblico, così, dopo la pedestre ricostruzione del diluvio universale con il Noah di Darren Aronofsky e prima di rivedere il principe ebreo divenuto schiavo nel remake di Ben-Hur affidato a Timur Bekmambetov, oggi assistiamo alla storia di Mosè, portato sul grande schermo da Ridley Scott.

Exodus – Dei e Re è, di fatto, Il gladiatore di Ridley Scott feat. I dieci comandamenti di Cecil B. DeMille, portando così a compimento quello che produttori e distributori hanno sempre rincorso da quando Scott ha firmato il suo più grande successo commerciale e lanciato Russell Crowe. Questo vuol dire che Exodus è lontanissimo dall’essere un film storico, piuttosto altalenante nel voler riproporre fedelmente gli scritti dell’Antico Testamento e interessato innanzitutto a portare sul grande schermo una storia appassionante e spettacolare che racconta il conflitto tra due persone tanto vicine quanto eticamente lontane.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)