Archivio tag: m. night shyamalan

The Visit, la recensione

Quando nel 1999 Il Sesto Senso conquistò pubblico e critica di mezzo mondo, un nuovo talento registico si presentò come novello re del brivido, il regista di origini indiane M. Night Shyamalan. Un talento confermato – se non amplificato – con l’opera seguente, lo struggente apologo del supereroe Unbreakable – Il predestinato (2000), e ridimensionato ai territori del brivido d’autore con Signs (2002) e The Village (2004). Però il buon Shyamalan, costantemente in bilico tra Hitchcock (affettuosamente omaggiato con il sottovalutato E venne il giorno) e Spielberg, negli ultimi anni non ne ha azzeccata una e se il fondo è stato toccato dal mostruoso flop dell’inguardabile L’ultimo dominatore dell’aria (2010), anche lo spot di casa Smith After Earth (2013) non ha funzionato a dovere. Il 2015 sembra essere per Shyamalan l’anno del ritorno al genere che l’ha reso famoso: prima la miniserie per la tv Wayward Pines, da lui prodotta e in parte diretta, poi il lungometraggio The Visit.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il trailer italiano di The Visit

Solo ieri vi parlavamo di The Visit, il ritorno all’horror del regista di Il sesto senso e Signs, M. Night Shyamalan, mostrandovi il teaser poster italiano e dandovi la data d’uscita italiana (qui la notizia). Ma oggi la Universal Pictures già fornisce nuovo materiale, mettendo on line la versione italiana del trailer, oltre che un nuovo poster. 

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

The Visit: il poster italiano del nuovo horror di M. Night Shyamalan

Con After Earth l’ex campione del box office M. Night Shyamalan ha realizzato uno dei più sonori flop della sua carriera, considerando anche la caratura produttiva del film di fantascienza con Will Smith. E dal momento che anche i suoi precedenti blockbuster non sono stati dei veri successi (L’ultimo dominatore dell’aria è costato 150 milioni di dollari e a fine corsa ne ha guadagnati 130!), il regista indiano ha deciso di riabilitarsi tornando alle piccole produzioni e al genere che l’ha reso famoso, il thriller/horror, con The Visit.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)