Archivio tag: marco giallini

Non ci resta che il crimine di Massimiliano Bruno disponibile in DVD

Per il nostro cinema, il 2019 si è aperto all’insegna di una commedia molto sopra le righe: Non ci resta che il crimine, co-scritto e diretto da Massimiliano Bruno ed interpretato da una serie di volti vincenti come Marco Giallini, Alessandro Gassmann, Gianmarco Tognazzi, Edoardo Leo e Ilenia Pastorelli. Una commedia sopra le righe, quella di Bruno, determinata a creare un’interessante (e riuscita) contaminazione fra generi. Se di base, appunto, Non ci resta che il crimine è una classica pochade, si notano fondamentali elementi fantascientifici per dare innesco all’intreccio (il viaggio nel tempo) e un impianto crime che, per quanto farsesco, attinge a fatti e persone realmente esistite. Non ultimo, il tentativo di cavalcare quest’onda della fascinazione vintage per gli anni ’80 che continua a coinvolgere tutto e tutti. Non ci resta che il crimine è disponibile da qualche settimana sia in DVD che in alta definizione blu-ray grazie ai canali di 01 Distribution.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il corriere – The Mule e Domani è un altro giorno disponibili in home video

Indubbiamente notevoli le recenti uscite home video a marchio Warner Bros Home Entertainment che ci propone a mo’ di doppietta due opere straordinarie passate in sala ad inizio anno (nel mese di febbraio). Due film diversissimi, per stile, tematica e provenienza geografica, eppure accomunati dalla medesima volontà e capacità di riuscire a raccontare storie dall’alto tasso di drammaticità in modo leggero e a tratti persino brillante. Stiamo parlando dell’entusiasmante Il corriere – The Mule, l’ultima fatica dell’immenso Clint Eastwood, e della dramedy con Marco Giallini e Valerio Mastandrea Domani è un altro giorno.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il grande salto, la recensione

Rufetto e Nello sono due rapinatori cinquantenni che vivono nella periferia romana. Dopo quattro anni di reclusione per una rapina andata male, i due sono tornati alle loro vite povere e insignificanti. Rufetto, tra i due, sembra patire maggiormente la situazione dal momento che, non potendo permettersi una casa propria, vive con la moglie e il figlio a casa dei suoceri che lo odiano. Rufetto e Nello sanno molto bene che non è il caso di arrendersi, occorre fare un ultimo grande colpo, quello decisivo che possa far fare ad entrambi “il grande salto”. Ma riprendere in mano l’attività non è cosa semplice e, dopo una serie di bizzarre disavventure, Nello inizia a convincersi che il destino non sia proprio dalla loro parte.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Domani è un altro giorno, la recensione

Una mattina alle prime ore dell’alba, Tommaso, insegnante di robotica che vive da tempo in Canada, si reca all’aeroporto per tornare dopo tantissimi anni a Roma. Il motivo del ritorno è Giuliano, un estroverso attore teatrale nonché suo amico di vecchia data. Conosciutisi all’università e pur avendo caratteri opposti, Tommaso e Giuliano hanno affrontato insieme mille battaglie e sono stati fianco a fianco nel periodo più spensierato e bello della loro vita. Adesso Giuliano è affetto da un cancro terminale ai polmoni e ha deciso di non “lottare” più e rifiutare la terapia. Lo scopo di Tommaso, dunque, è quello di rivedere il suo amico dopo tanti anni e cercare di fargli cambiare idea. Durante il soggiorno romano di quattro giorni, Tommaso ripercorre con Giuliano la “strada dei ricordi” con lo scopo di aiutare il suo amico a sistemare tutte le cose lasciate in sospeso, partendo dal trovare un nuovo padrone a Pato, un bovaro del bernese che per Giuliano è come un figlio. Ma per i due amici la sfida più difficile, quasi impossibile, è semplicemente quella di dirsi addio.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Non ci resta che il crimine, la recensione

Lo stato di salute del cinema italiano si misura con la commedia.

C’è poco da girarci attorno, i film che hanno fatto la storia e gli incassi della nostra cinematografia sono basati sulla risata e ogni momento d’oro della nostra industria cinematografica passa proprio dalla commedia: se notiamo una varietà di argomenti, situazioni, suggestioni nella commedia, vuol dire che il cinema sta bene, può sperimentare, anche se pur sempre all’interno di un genere sicuro. E con l’uscita di Non ci resta che il crimine abbiamo la conferma che questo momento storico è propizio alle produzioni italiane.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Io sono Tempesta, la recensione

Numa Tempesta (Marco Giallini) è un carismatico e cinico finanziere che, condannato per evasione fiscale, si ritrova a scontare la sua pena: un anno di servizi sociali in un centro di accoglienza. Lì conoscerà non soltanto il giovane Bruno (Elio Germano) e suo figlio, ma anche un variegato gruppo di senzatetto pronto a sorprenderlo e non in positivo…

Io sono Tempesta, ultima fatica di Daniele Luchetti, è la storia della caduta di uno scellerato riccone senza scrupoli, uno speculatore perennemente attorniato da escort e loschi burocrati. Una personalità non così distante da quelle di cui troppo spesso ascoltiamo le beghe nei notiziari, non credete?

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Beata ignoranza, la recensione

Ernesto (Marco Giallini) e Filippo (Alessandro Gassmann) sono un po’ ai due poli dello spettro. Amici d’infanzia che si ritrovano, dopo 25 anni di separazione benvoluta da entrambi causata da contrasti di natura sentimentale (Carolina Crescentini), ad insegnare nello stesso liceo di Roma

Ernesto: demodé, amante del cartaceo, un po’ snob, facile all’ira, dotato di indiscutibili capacità declamatorie; Ugo Foscolo il suo cavallo di battaglia. E, più di ogni altra cosa, patologicamente refrattario alla benché minima possibilità offerta dall’era digitale.

Filippo è l’esatto opposto: superficiale, caciarone, una personalità social, masse oceaniche di followers. Professore di matematica, rifiuta i tradizionali metodi d’insegnamento in favore di un’app capace di risolvere istantaneamente qualsiasi tipo di calcolo. Il che è raccapricciante e geniale al tempo stesso.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Loro chi?, la commedia con Edoardo Leo e Marco Giallini in Blu-Ray

Attenti a quei due! Anche se hanno la faccia simpatica e sono gli attuali mattatori della risata tricolore, non fidatevi assolutamente di loro perché nulla è come sembra. Edoardo Leo e Marco Giallini sono i protagonisti di questa insolita commedia diretta a quattro mani da Francesco Micciché e Fabio Bonifacci. Truffe, inseguimenti e colpi di scena; arriva in home video Loro chi? grazie ai canali distributivi di Warner Home Video.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Assolo, la recensione

Laura Morante torna dietro la macchina da presa per dirigere (e interpretare) la storia di Flavia. La protagonista di Assolo, varcata la soglia del ‘mezzo secolo’ ben lungi dal sentirsi realizzata, traccia un confuso bilancio della propria esistenza, costellata da amori falliti, paure irrisolte e instancabili complessi d’inferiorità.

Al centro della pellicola, dunque, c’è un ritratto femminile complesso e ironico che la Morante dipinge principalmente attraverso le relazioni pseudo masochistiche che Flavia intrattiene con i due ex mariti e le loro nuove consorti, ma non solo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +7 (da 7 voti)

Loro chi?, la recensione

David vive ogni giorno con la sola ambizione di fare carriera nell’azienda in cui lavora. Per riuscire in questo, deve cominciare con il guadagnarsi la stima e la fiducia del presidente dell’azienda. Il sogno della sua vita sta per essere coronato nel momento in cui gli viene affidato il delicato compito di presentare un brevetto rivoluzionario al quale l’azienda sta lavorando da tempo. La sera prima della presentazione, però, David fa la conoscenza di Marcello, un abile truffatore, e nel giro di una sola notte si troverà a perdere tutto, dalla fidanzata al lavoro. Vedendo la sua vita cadere in frantumi, David ha una sola possibilità di riscatto: rimettersi in carreggiata imparando l’arte della truffa proprio da colui che l’ha messo nei guai.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)