Archivio tag: Margot Robbie

Peter Rabbit 2 – Un birbante in fuga: arriva in bluray il secondo film dedicato al coniglietto creato da Beatrix Potter

Dopo il successo inaspettato del primo film, uscito in sala nel 2018, era inevitabile che la Sony Pictures Animation mettesse in cantiere un secondo capitolo dedicato al pestifero coniglietto con la giacca blu. Detto fatto ed ecco che a luglio, con la riapertura dei cinema a seguito della pandemia da covid-19, è stato proprio Peter Rabbit 2 – Un birbante in fuga uno dei primi titoli che la Sony ha utilizzato per inaugurare questo tanto desiderato ritorno in sala (con uscita #soloalcinema e non accompagnata da rilascio su piattaforme). Adesso Peter Rabbit 2 – Un birbante in fuga è finalmente disponibile anche in home video (bluray,  bluray 4K UHD e DVD) grazie a Sony Pictures Home Entertainment e ai canali distributivi di Eagle Pictures.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

The Suicide Squad – Missione suicida, la recensione

La travagliata esistenza del DC Extended Universe è ormai costellata da tentativi che ne minano la coerenza narrativa, ci abbiamo fatto l’abitudine. Se i fan reclamano a gran voce di “ristabilire lo Snyderverse”, la Warner continua a gettare semi che suonano sempre come nuovi inizi, una sperimentazione in itinere che sta dando buoni frutti soprattutto quando il DCEU tenta la strada dell’intrattenimento per adulti discostandosi il più possibile dall’intento che, qualche anno fa, mandò a monte lo stesso concetto di universo condiviso con il flop della Justice League di Joss Whedon, ovvero cercare di fare il verso alle produzioni Marvel Studios. Per questo motivo, se la versione originaria della Justice League, quella a firma di Zack Snyder, ristabilisce quell’ordine andato perso alzando l’asticella dell’ambizione, della qualità artistica e dei toni adulti, non sono da meno quelle coraggiose schegge impazzite fuori dalla continuity come Joker di Todd Phillips, capace di vincere 2 Oscar, 2 Golden Globe e un Leone d’Oro, o bizzarri sequel che odorano di reboot come The Suicide Squad – Missione suicida di James Gunn.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Impeccabile veste tecnica e sfiziosi extra nel Blu-ray di Birds of Prey

C’è un gran fermento nell’universo cinematografico DC Comics, una miriade di progetti – annunciati con grande enfasi e generosità di materiali durante il DC Fandome di alcune settimane fa – che testimoniano come negli studi della Warner Bros si stia puntando con serietà e visione generale d’intenti sulle proprietà intellettuali della DC Comics. In attesa di questa esplosione di nuovi progetti, che sarà inaugurata da Wonder Woman 1984 (nei cinema italiani il 14 gennaio 2021), possiamo ripassare comodamente sui nostri sofà l’ultimo scoppiettante esponente del DCEU arrivato nelle sale cinematografica, in tempo prima che il maledetto covid-19 mandasse a monte i piani dei distributori e degli spettatori. Parliamo di Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn), colorato e movimentato spin-off di Suicide Squad che riporta in azione la splendida Margot Robbie nei panni dell’adorabile psicotica Harley Quinn.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

DC FanDome. The Suicide Squad si mostra in un dietro le quinte e un teaser poster!

Tra i contenuti più attesi del DC FanDome c’è The Suicide Squad – Missione suicida, il sequel/reboot che Warner Bros. ha affidato a James Gunn – sia la regia che la sceneggiatura – appena il talentuoso regista fu licenziato da Disney (per essere poi ripreso a bordo pochi mesi dopo proprio dai Marvel Studios). Nel lungo panel introdotto proprio da Gunn, hanno preso parte tutti i numerosi attori che hanno interpretato i folli personaggi del film, ovvero Viola Davis (Amanda Waller), Joel Kinnaman (Rick Flagg), Michael Rooker (Savant) Flula Borg (Javelin), David Dastmalchian (Polka Dot Man), Margot Robbie (Harley Quinn), Alice Braga (Solsoria), Daniela Melchior (Rat Catcher 2), Idris Elba (Bloodsport), Mayalin NG (Mongal), Peter Capaldi (The Thinker), Pete Davidson (Black Guard), Nathan Fillion (T.D.K.), Sean Gunn (Weasel), John Cena (Peacemaker), Storm Reid (Tyla), Joaquin Cosio (Generale Mateo Suarez) e Jennifer Holland (Emilia Harcourt).

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Bombshell – La voce dello scandalo, la recensione

Un anno prima che esplodesse il caso Weinstein e che sorgesse il movimento #metoo, che ha reso pubbliche alcune deplorevoli “abitudini” di uomini di potere, un caso analogo aveva gettato un polverone sul mondo della tv americana e questo scandalo rispondeva al nome di Roger Ailes.

Chi è Roger Ailes? Una domanda legittima, visto che il suddetto scandalo non interessò l’opinione pubblica internazionale tanto quanto quello Weinstein e, nonostante le coincidenze con il ben più celebre scandalo, si spense nell’arco di alcuni mesi pur innescando una miccia che da lì a poco avrebbe fatto esplodere la questione degli abusi sessuali nei luoghi di lavoro.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn), la recensione

In seguito al successo commerciale di Suicide Squad, che ha lanciato nell’universo cinematografico un personaggio iconico come Harley Quinn, per DC e Warner Bros si è posto un obiettivo di fondamentale importanza: riportare presto in scena il personaggio interpretato da Margot Robbie. Negli ultimi tre anni si sono avanzate più ipotesi, dallo spin-off che si focalizzasse sulle avventure di Joker e Harley Quinn, poi abbandonato (anche) per la rottura tra DC e Jared Leto, alla possibilità di fare un film con un gruppo speculare a Suicide Squad ma tutto al femminile, che inizialmente era stato identificato con le Gotham Sirens, ovvero Poison Ivy, Catwoman e, ovviamente, Harley Quinn. Messo da parte questo progetto specifico, l’idea è comunque rimasta ad echeggiare nelle menti dei produttori che, in fin dei conti, avevano la “pappa” pronta davanti agli occhi senza rendersene neanche conto: Birds of Prey!

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

C’era una volta a Hollywood: il blu-ray del nono film di Quentin Tarantino

Forte di ben 10 candidature ai prossimi premi Oscar, torniamo a parlare di C’era una volta a… Hollywood, il nono film di Quentin Tarantino recentemente distribuito in home video da Sony Pictures Home Entertainment. Una moltitudine di edizioni per la magnifica “favola” sul mondo del cinema, che arriva in formato standard DVD, Blu-ray Disc, 4K Ultra HD Steelbook, edizione speciale Gallery Book blu-ray con booklet e Vinyl Edition 4k + blu-ray con vinile 45 giri.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

C’era una volta a Hollywood, la recensione

c'era una volta a Hollywood

Giunto al suo nono film (e ¼ ), Quentin Tarantino realizza la sua opera più personale, introspettiva e, in un certo senso, malinconica. C’era una volta a… Hollywood è l’ideale testamento di un grandissimo artista, la raggiunta maturità di un autore che in neanche trent’anni di carriera è riuscito a cambiare radicalmente il modo di intendere il cinema, influenzando in maniera indelebile la Hollywood contemporanea e la visione di molti giovani filmaker.

Non avrebbe stupito, infatti, se Tarantino avesse scelto proprio C’era una volta a… Hollywood per dare l’addio alla sua carriera da regista, come da molto tempo ormai paventa con il raggiungimento del decimo film. Non avrebbe stupito perché C’era una volta a… Hollywood è la summa dell’immaginario tarantiniano, oltre che una dichiarazione d’amore sentitissima alla settima arte e, soprattutto, a quel Cinema con cui il regista di Pulp Fiction è cresciuto e si è formato.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 9.5/10 (su un totale di 2 voti)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

C’era una volta a Hollywood: conferenza stampa con Tarantino, DiCaprio e Robbie

Nonostante il MiBAC e le associazioni di esercenti, distributori e produttori questa estate abbiano lanciato l’iniziativa Moviement, che si propone di coprire con prestigiose uscite cinematografiche anche i mesi più torridi dell’estate, che storicamente vedono cinema chiusi per ferie e uscite strategiche con i classici “fondi di magazzino”… nonostante i mesi di luglio e agosto abbiano effettivamente accolto quattro film (si, solo 4…) distributivamente importanti come Spider-Man: Far From Home, Hobbs & ShawMen in Black: International e Il Re Leone (di cui solo i primi due in day-to-date con gli altri Paesi)… nonostante tutto ciò, il film più atteso dai cinefili è stato spostato al 18 settembre, alla soglia dell’autunno. Parliamo di C’era una volta a… Hollywood, il nono film di Quentin Tarantino portato in concorso a Cannes e uscito negli Stati Uniti il 26 luglio.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Maria Regina di Scozia, la recensione

Nel 1561 la bella e coraggiosa Mary Stuart (Saoirse Ronan), sposa bambina e vedova appena diciottenne del re di Francia, fa ritorno nella sua patria, la Scozia, di cui è regina per diritto di nascita. Un rientro che spariglia le carte in politica e inasprisce la rivalità con la cugina Elisabetta I (Margot Robbie), testa coronata d’Inghilterra, che sente minacciata la propria egemonia. Le due, per di più, appartengono a confessioni diverse (Mary è cattolica, Elisabetta protestante) e le loro corti brulicano di consiglieri animati da un malcelato disprezzo per le donne al potere.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +7 (da 7 voti)