Archivio tag: mark ruffalo

Thor: Ragnarok, la recensione

Sono passati quasi dieci anni da quando è nato il Marvel Cinematic Universe, un doppio lustro costellato di successi, storie fantastiche e personaggi meravigliosi che hanno preso corpo (spesso per la prima volta) sul grande schermo. Quella che ne è venuta fuori possiamo definirla senza remore la più importante e influente produzione cross mediale dai tempi di Star Wars. Ora, giunti al diciassettesimo film dell’MCU, ovvero Thor: Ragnarok, notiamo il primo vero scricchiolamento di una macchina che, fino ad oggi, non ha mai mostrato incredibilmente momenti di stanca.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Now You See Me 2 – I maghi del crimine, la recensione

È passato un anno da quando i mirabolanti spettacoli dei Quattro Cavalieri hanno messo nel sacco l’FBI, l’uomo d’affari Arthur Tressler (Michael Caine) e l’ex mago Thaddeus Bradley (Morgan Freeman). Ma ormai per i Robin Hood della magia (Jesse Eisenberg, Woody Harrelson, Dave Franco) è tempo di tornare in scena, insieme alla new entry Lula (Lizzy Caplan). Capitanati dall’agente dell’FBI Dylan Rhodes (Mark Ruffalo) stanno architettando il loro nuovo colpo ai danni di Owen Case, un magnate della tecnologia senza scrupoli. Purtroppo, durante il numero a sorpresa per denunciare Case, la situazione sfuggirà di mano ai Quattro Cavalieri costringendoli alla fuga: per riacquistare la libertà e la propria reputazione dovranno lavorare per Walter Mabry (Daniel Radcliffe), deciso a riprendersi un potente chip rubatogli proprio dall’ex-socio Owen Case. Ai nostri protagonisti servirà tutta la magia di cui sono capaci per tirarsi fuori da questo guaio!

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il caso Spotlight, la recensione

Boston, 2002 – La sezione Spotlight del Boston Globe porta alla luce uno dei maggiori scandali coinvolgenti la Chiesa Cattolica, colpevole di aver coperto negli anni ben 87 casi di pedofilia ad opera di sacerdoti.

Presentato fuori concorso alla 72esima edizione della Mostra dell’arte cinematografica di Venezia, Il caso Spotlight di Tom McCarthy, è stato al centro di molte discussioni per la tematica delicata e controversa che affronta. Il film tuttavia si rivela essere non solo l’occasione per rimarcare il terribile crimine di cui si è macchiata la Chiesa, seguendo passo passo le indagini che hanno portato alla sua scoperta, ma un’opportunità per riflettere sul ruolo ricoperto in questa circostanza dall’intera comunità.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Teneramente Folle, in DVD la commedia prodotta da J.J. Abrams

Arriva in DVD grazie a CG Entertainment Teneramente folle, un’adorabile commedia con Mark Ruffalo e Zoe Saldana che abbiamo fugacemente visto nei cinema qualche mese fa con Good Films.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Teneramente folle, la recensione

Teneramente folle segna l’esordio alla regia di Maya Forbes (anche sceneggiatrice del film) che, ispirandosi alla propria vicenda autobiografica, racconta un’intensa e insolita vicenda familiare, che affronta il delicatissimo tema della malattia mentale.
Cameron (Mark Ruffalo), infatti, è un padre che, in seguito a un un esaurimento nervoso, è stato costretto a separarsi dalla moglie Maggie (Zoe Saldana) e dalle due figlie. Quando Maggie, per risollevare le disastrose sorti economiche del piccolo nucleo, decide di trasferirsi a New York per prendere un master in economia, dovrà necessariamente affidare le bambine a Cameron. Per quest’ultimo, incurante delle apparenze, sarà un’occasione per riscattarsi agli occhi delle figlie e poter finalmente dimostrare loro il suo affetto.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +7 (da 7 voti)

Il Blu-ray Disc di Tutto può cambiare

Arriva in home video Tutto può cambiare (o Being Again, come titola più pertinentemente in originale), il nuovo film di John Carney che Lucky Red ha distribuito in sala lo scorso ottobre e ora in DVD e Blu-ray in accordo con Warner Bros.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Foxcatcher – Una storia americana, la recensione

Nel portare sul grande schermo la storia di John Du Pont, ricchissimo proprietario del Team Foxcatcher, scuderia olimpionica americana di wrestling, il regista Bennett Miller decide di trasporre l’autobiografia di Mark Schultz Foxcatcher: The True Story of My Brother’s Murder, John du Pont’s Madness, and the Quest for Olympic Gold. Scelta molto interessante, perché Foxcatcher – Una storia americana non è un film sulla vita di Du Pont, che è deceduto in prigione cinque anni fa, ma la classica storia del “sogno americano” vissuto da un ragazzo che credeva fortemente nelle sue capacità e in quello che poteva rappresentare per il suo Paese.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Tutti i poster italiani di Avengers: Age of Ultron

L’attesissimo ritorno dei Vendicatori della Marvel in Avengers Age of Ultron si avvicina. Il 22 aprile, infatti, il film diretto da Joss Whedon sarà nelle sale italiane distribuito da Disney e noi vi mostriamo una carrellata di poster del film, tra cui alcuni imperdibili chracter poster. 

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il trailer italiano esteso di The Avengers: Age of Ultron

Arriverà nelle sale il 22 aprile 2015 Avengers: Age of Ultron, la nuova avventura targata Marvel che vede i supereroi più potenti della Terra ancora una volta riuniti e pronti a combattere contro un potente nemico che minaccia l’intera umanità.

Oggi vi mostriamo il trailer italiano esteso appena rilasciato da Marvel Italy.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Tutto può cambiare, la recensione

Senza girarci attorno, ammettiamo che la prima impressione che potrebbero suggerire la locandina, la sinossi o il trailer di Tutto può Cambiare è inequivocabilmente una: la solita ‘americanata’ tutta sentimentalismo e happy ending. Invece, statene certi, la nuova commedia del cineasta irlandese John Carney, già al timone di Once (2006), è destinata a disattendere buona parte di pregiudizi o basse aspettative. Siamo di fronte a un prodotto fresco, lucido e sognante, potenzialmente inedito e gradevolmente spiazzante rispetto al genere di riferimento.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +11 (da 11 voti)