Archivio tag: medusa film

10 giorni senza mamma, la recensione

Carlo e Giulia sono una coppia felice, o almeno in apparenza. Conducono una vita ordinaria ed hanno tre figli a cui badare: Camilla, adolescente ribelle alle prese con le prime cotte; Tito, furbetto di dieci anni dallo scherzo facile ed infine la piccola Bianca, che ha poco più di due anni e non ha ancora imparato a parlare bene. Pur amandosi, Carlo e Giulia stanno affrontando un periodo di crisi. Lui è costantemente distratto ed assorbito dai problemi lavorativi così che lei è confinata al ruolo di casalinga dovendo badare a tempo pieno alla casa e ai figli. Per sfuggire all’esaurimento nervoso, un giorno Giulia decide di prendersi una piccola pausa dalla quotidianità e farsi una vacanza a Cuba con sua sorella. Solo dieci giorni, che sarà mai? Per Carlo, che conosce poco i suoi figli e non ha la più pallida idea di come si possa portare avanti una casa, è subito il panico.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’agenzia dei bugiardi, la recensione

Fred è cresciuto con un trauma: la separazione dei suoi genitori a seguito di enormi tradimenti venuti a galla. Si è più volte domandato, dunque, come sarebbe stata la sua infanzia se sua madre non avesse mai scoperto le scappatelle di suo padre. Cresciuto con questo interrogativo nella testa, Fred ha messo in piedi una particolarissima agenzia specializzata nelle bugie il cui motto recita “meglio una bella bugia che una brutta verità”. L’agenzia ha lo scopo di creare alibi credibili a tutti coloro che hanno qualcosa di grosso da nascondere e la paura di affrontarne le conseguenze. Fred porta avanti l’attività assieme all’esperto di tecnologia Diego e l’apprendista narcolettico Paolo. Ma il destino è spesso beffardo e una sera Fred si innamora di Clio, ragazza bella e paranoica che ama farsi paladina della sincerità a tutti i costi. Fred, di conseguenza, non può confessarle che ha messo in piedi un intero racket fondato sulle “bugie” e le cose si complicano ulteriormente quando il ragazzo scopre che Alberto, il padre della ragazza, è un suo cliente che vuole nascondere una storia clandestina con l’amante Cinzia, ragazza con poco cervello e desiderosa di sfondare nel mondo della musica rap. Quando per una serie di bizzarre coincidenze si ritrovano in vacanza tutti insieme, la storia è destinata ad implodere.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Un nemico che ti vuole bene, la recensione

In una notte di pioggia, di ritorno verso casa, il professore Enzo Stefanelli soccorre un giovane ferito da un’arma da fuoco e gli salva la vita. Qualche giorno dopo Enzo scopre che Salvatore, il ragazzo a cui ha prestato aiuto, è un killer di professione. Adesso Salvatore è determinato a sdebitarsi con il professore e così si mette a disposizione per uccidere – a titolo gratuito – il suo peggior nemico. Enzo, tuttavia, rifiuta il “favore” di Salvatore poiché fermamente convinto di non aver nessun nemico da far giustiziare ma proprio con l’aiuto del giovane killer, l’uomo inizia ad aprire gli occhi su tutte le persone che lo circondano (parenti e amici) così da scoprire che la “lista dei nemici” è in realtà molto più lunga di quanto avrebbe mai sospettato.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 2 voti)

Risate all’italiana. Puoi baciare lo sposo e Vengo anch’io in DVD

Se giusto qualche giorno fa vi abbiamo parlato di alcuni classici della commedia all’italiana masterizzati in 4K e rieditati sul mercato dell’home video, adesso è il momento di parlare delle nuove frontiere della commedia tricolore e lo facciamo in occasione delle ultime uscite home video a marchio Warner Bros Entertainment che ci porta in DVD  l’ultimo film di Alessandro Genovesi, Puoi baciare lo sposo, e Vengo anch’io, esordio dietro la macchina da presa del duo di comici Corrado Nuzzo e Maria Di Biase.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Arriva in DVD il secondo film di Maccio Capatonda, Omicidio all’italiana

Una delle sorprese più divertenti e intelligenti della recente commedia italiana è stato, due anni fa, Italiano Medio, scritto, diretto, montato e interpretato da quel geniaccio di Maccio Capatonda (al secolo, Marcello Macchia). Un esordio fulminante, apprezzato dalla critica e capace di difendersi benissimo al botteghino. Ovvio che non poteva rimanere un caso isolato e così, dopo la parentesi televisiva dell’esilarante sitcom Mariottide, Capatonda è tornato con il suo secondo lungometraggio, Omicidio all’italiana. Dopo un’uscita in sala che – purtroppo – non ha restituito l’incasso sperato, il film arriva finalmente in home video con Medusa e Warner Bros Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Arriva in Blu-ray L’ora legale, la nuova commedia di Ficarra e Picone

Si sono fatti conoscere ed apprezzare grazie alla nota trasmissione comica Zelig e adesso, a quindici anni esatti dal loro debutto al cinema con il divertente Nati stanchi, il duo comico Ficarra e Picone è tornato al cinema con una nuova commedia satirica che riesce a far ridere e riflettere contemporaneamente. La critica lo ha accolto come una delle migliori commedie dell’anno ed anche al botteghino si è difeso molto bene. L’ora legale è disponibile in home video con Medusa e Warner Home Entertainment.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Classe Z, la recensione

Il contesto scolastico, con tutte le emozioni di cui è portatore e le situazioni grottesche che lo caratterizzano, è da sempre una grande fonte d’ispirazione per il cinema italiano e ogni generazione ha un suo film di riferimento che racconta gli indimenticabili anni del liceo. A un’interminabile lista di titoli – che in questa sede sarebbe inutile e stucchevole ripetere – si aggiunge Classe Z di Guido Chiesa il quale, dopo Belli di papà, accetta un altro progetto targato Colorado Film e firma una pellicola molto giovanile non solo nella volontà di raccontare la scuola attuale, ma anche e soprattutto nella scelta di un cast composto da youtubers e star del web varie molto in voga tra i teenagers, oltre che da altri attori emergenti. Tra i nomi più significativi troviamo Greta Menchi, Alice Pagani, Andrea Pisani, Il Pancio, Enrico Oetiker e Luca Filippi. Tutto lascerebbe pensare quindi ad un prodotto fresco e divertente, ed invece Classe Z si rivela un’opera realizzata ad immagine e somiglianza di molti altri film di questo genere.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Mamma o papà?, la recensione

È insolito trovare nei cinema a San Valentino un film che racconta l’assoluta mancanza d’amore in una coppia e nel rapporto tra genitori e figli; ancora più insolito se consideriamo che quel film è una commedia italiana, patria dei sentimenti a buon mercato da fiction da prima serata. Ma basta scendere un po’ più in profondità per scoprire che Mamma o papà? di Riccardo Milani non è una commedia italiana in piena regola, ma un adattamento – o remake, se vogliamo – di un film francese del 2015, Papa ou maman? di Martin Bourboulon.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Guida ai film più attesi del 2017

L’anno appena entrato appare piuttosto ricco di film succulenti e dal momento che abbiamo un quadro parzialmente chiaro di cosa vedremo al cinema quest’anno e quando lo vedremo, abbiamo deciso fare una sorta di mini-guida a quello che, secondo il nostro strampalato e del tutto opinabile parare, potrebbe essere il meglio del cinema che ci attende in questo 2017.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Quel bravo ragazzo, la recensione

Il titolo L’uomo che usciva la gente forse a qualcuno non dirà nulla, ma i fan della comicità surreale e nonsense penseranno subito a Maccio Capatonda e all’esilarante esordio di Herbert Ballerina, delirante nome d’arte di Luigi Luciano, nome di punta della Shortcut Production, piccola casa di produzione amatoriale con la quale ha esordito il fortunato team di Maccio Capatonda. Fortunato a tal punto che lo stesso Herbert Ballerina, dopo una serie di irresistibili partecipazioni da comprimario in film (Che bella giornata, Italiano medio) e serie tv (Mario, Mariottide), è ora protagonista assoluto di un film, Quel bravo ragazzo, per la regia di Enrico Lando.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)