Archivio tag: morgan freeman

Insospettabili sospetti, la recensione

Prendi tre grandiosi anziani (con tutto il rispetto…e di tutto rispetto) premi Oscar, come Morgan Freeman (Million Dollar Baby), Michael Caine (Le regole della casa del sidro, Hannah e le sue sorelle) ed Alan Arkin (Little Miss Sunshine), fai fare loro un colpo in banca ed avrai come risultato una pellicola imperdibile!

Willie, Joe e Al sono amici da una vita, sempre pronti a sostenersi a vicenda. Insieme hanno condotto una vita onesta, fatta di duro lavoro e sacrifici. Arrivati all’età della pensione vorrebbero solo godersi il meritato riposo ma, purtroppo per loro, una triste scoperta cambierà per sempre le loro vite. I tre protagonisti, interpretati, appunto, da Caine, Freeman e Arkin, scoprono che il loro fondo pensione è sparito e con esso si è volatilizzata la banca che avrebbe dovuto farlo fruttare o, come minimo, custodirlo. Rimasti al verde e preoccupati per il futuro delle loro famiglie, i nostri eroi si rimboccano le maniche ed organizzano, con coraggio e determinazione, un grande colpo alla banca, per potersi riappropriare di ciò che gli è stato sottratto.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Ben-Hur in alta definizione Blu-ray Disc

Di certo non si può definire “un successo” questa nuova versione cinematografica del celebre romanzo scritto nel 1880 da Lee Wallace. Tanta attesa e tanto rumore dietro la nuova trasposizione di Ben-Hur che si è tradotta, all’uscita nelle sale, in uno dei più pesanti flop degli ultimi anni: 25 milioni di dollari incassati negli Stati Uniti a fronte del budget investito di un centinaio.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Ben-Hur, la recensione

C’è molta imprudenza nella realizzazione della nuova versione di Ben-Hur, tanta quanta l’incoscienza che sembra aver alimentato l’intera filiera produttiva che sta alle spalle di questo blockbuster che vorrebbe donare nuova vita al romanzo che Lee Wallace scrisse nel 1880. Il problema fondamentale del Ben-Hur 2016 non è tanto lo scomodo paragone con il kolossal del 1959 diretto da William Wyler e interpretato da Charlton Heston, quanto la mancanza di quell’epicità che una storia di questo tipo avrebbe richiesto.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 4.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Il nuovo Ben-Hur si mostra nel primo trailer italiano

Arriverà in Italia, così come negli USA, il 12 agosto di quest’anno il remake del kolossal classico Ben-Hur, che porta la firma del kazako Timur Bekambetov, già regista di Wantend – Scegli il tuo destino e La leggenda del cacciatore di vampiri. Il film, che sarà distribuito da Universal Pictures, si mostra oggi nel primo spettacolarissimo trailer italiano.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Ted 2, la recensione

Con gli oltre 200 milioni di dollari incassati nel 2012, era inevitabile che le avventure di John e dell’orsacchiotto di peluche Ted non rimanessero un caso isolato. E così, a distanza di tre anni, l’orsetto scorretto e sboccato creato da Seth MacFarlane torna in Ted 2, in cui il protagonista si sposa e vuole perfino diventare padre.
Il creatore delle sit-com animata I Griffin e American Dad, nonché regista del recente e poco fortunato Un milione di modi per morire nel west, è ancora una volta sceneggiatore, regista e interprete (è la voce dell’orsacchiotto) e Ted 2 colpisce nel segno, mostrandosi assolutamente all’altezza del già ottimo primo capitolo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Ruth & Alex – L’Amore cerca casa, la recensione

Già dal titolo partiamo male. È pur vero che in lingua originale il film si chiama 5 flights up (e chi adatta in italiano i titoli dei film abusa spesso delle parole amore, passione o tenerezza), però, anche cambiando nome, il contenuto rimane uguale. Ci troviamo in una zona pericolosa, ad alto tasso di melensaggini e facili patetismi. I Ruth & Alex del titolo sono rispettivamente Diane Keaton e Morgan Freeman; ok, due grandi attori, ma anche loro possono sbagliare (e non è la prima volta che si ritrovano in una commedia insipida, in effetti).

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

TED 2: il trailer italiano!

Ted è stato un grande successo per la Universal Pictures e per Seth MacFarlane, che dalla tv era passato al cinema con gli applausi della critica e un ottimo risultato di botteghino. Dopo il non proprio esaltante risultato (economico, perchè il film era divertentissimo!) ottenuto con l’opera seconda, Un milione di modi per morire nel West, il creatore de I Griffin e American Dad torna sui suoi passi con Ted 2, di cui oggi vi possiamo mostrare il primissimo ed esilarante trailer italiano.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: -1 (da 1 voto)

Ted 2: Liam Neeson è la new entry nel cast!

Come di certo sapranno i fan dell’orsacchiotto più politicamente scorretto del grande schermo, a giugno 2015 Ted 2 debutterà nelle nostre sale con una nuova e sfrenata avventura. Le riprese del film sono in corso ormai da tempo, ma la notizia del giorno è che, al cast, si è aggiunto anche Liam Neeson.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +5 (da 5 voti)

L’Incredibile Storia di Winter il Delfino 2, la recensione

A 3 anni di distanza, la delfina Winter è pronta a tornare sul grande schermo per una nuova entusiasmante avventura, all’insegna del divertimento e della riflessione. Dopo il discreto successo del primo capitolo, L’incredibile storia di Winter il delfino 2 riprende le vicende lì dove le avevamo lasciate, perseguendo, pertanto, il desiderio di narrare dei fatti realmente accaduti. Il Clearwater Marine Aquarium è ormai la casa di Winter, femmina di delfino senza coda, costretta a usare una protesi speciale per coordinare meglio i movimenti e impedire che la situazione della sua colonna vertebrale peggiori.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Lucy, la recensione

C’era una volta Luc Besson, il filmmaker francese che sognava il cinema americano e, di fatto, cambiò il modo di fare cinema in Francia. Lui era un anticonformista per il panorama artistico del suo Paese, uno che, guardando alla Nouvelle Vague, faceva spallucce e filava dritto per la sua idea di settima arte, fatta di ritmi forsennati, violenza e azione. Un giovane talentuoso che, non inventando nulla di nuovo, ha inventato il nuovo cinema francese!

Subway, Le grand bleu, Nikita, Lèon e poi l’interesse del cinema hollywoodiano con Il quinto elemento, Giovanna d’Arco ecc. Ma Besson, negli anni, un po’ si è perso perché, se da una parte ha acquistato una grande celebrità e successo con i film prodotti dalla sua EuropaCorp (che spesso ha anche scritto, pensando a una versione meno raffinata dei suoi primi lavori action), dall’altra ha cominciato a firmare un flop dietro l’altro. Dimostrazione di come la contaminazione hollywoodiana abbia fatto male a quel cineasta francese che il cinema americano lo sognava solamente, e nel lavoro metteva tutta la sua vera passione e personalità.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)