Archivio tag: recensione

A casa tutti bene, la recensione

«Io sono cresciuto orfano. A me la famiglia mi sta sul cazzo!»

(Pietro – Ivano Marescotti)

Pietro e Alba sono felicemente sposati da cinquant’anni. La loro vita matrimoniale, esattamente come quella di chiunque, ha visto alternare momenti belli ad altri brutti ma grazie ad un coraggioso – e sempre più raro – spirito di “sopravvivenza”sono riusciti a superare a testa alta ogni difficoltà fino ad arrivare a festeggiare le nozze d’oro. In occasione di questo lieto evento, Pietro e Alba hanno pensato di riunire tutta la famiglia (ma proprio tutta, compresi parenti scomodi o ex-mogli dei figli) proprio su quell’isola dove si sono innamorati e dove hanno passato i loro anni più belli. Quello che doveva essere un raduno di mezza giornata, però, si trasforma in una permanenza di tre lunghi giorni a causa di un’improvvisa mareggiata che impedisce ai traghetti di transitare. Per tutti i membri della famiglia sarà l’occasione buona di fare i conti con il passato, con il presente, con le gelosie, i tradimenti, i sogni infranti e tutte le frustrazioni tipiche degli “adulti” di oggi.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Black Panther, la recensione

Arrivati quasi alla soglia del ventesimo lungometraggio, deve esserci non poca difficoltà in casa Marvel Studios nel realizzare film che riescano ad accontentare sia un pubblico selezionato che uno più generalista. Infatti una delle “critiche” più frequenti da parte dei detrattori delle opere appartenenti al Marvel Cinematic Universe è che i film, in fin dei conti, si somiglino un po’ tutti. Ovviamente c’è un’intenzionalità da parte della Marvel/Disney nel creare una coerenza stilistica e narrativa nei loro vari prodotti, ma la reinvenzione (se così vogliamo chiamarla) del Dio del Tuono in Thor: Ragnarok ha preoccupantemente gettato un punto a favore di quei detrattori (per approfondimenti vi rimandiamo alla recensione di Thor: Ragnarok). Ma oggi arriva nei cinema Black Panther e coup de théâtre! Il tanto atteso (e un po’ gonfiato dalla stampa americana) esordio totally-black nell’MCU è una ventata d’aria fresca, un prodotto completo e complesso che rinvigorisce e conferma la grandissima qualità generale del lavoro svolto dai Marvel Studios.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

La forma dell’acqua – The Shape of Water, la recensione

Presentato in concorso alla 74esima edizione della Mostra dell’Arte Cinematografica di Venezia, The Shape of Water – La forma dell’acqua del regista Guillermo Del Toro ha conquistato il cuore del Festival.

Elisa (Sally Hawkins) lavora come addetta alle pulizie in una sede della NASA nei primi anni Sessanta. Orfana e muta fin da bambina, presumibilmente a causa di un trauma subito che non ricorda (ma che l’ha lasciata con tre misteriose cicatrici sul collo), vive una vita semplice ma felice in un piccolo appartamento sopra una vecchia sala cinematografica. Ama ballare, cucinare uova sode e ha due grandi amici, il vicino di casa Giles (Richard Jenkins), artista pubblicitario in declino a causa dell´avanzare della tecnologia fotografica, e la collega di lavoro Zelda (Octavia Spencer), donna energica ed esuberante. 

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 10.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

La recensione del DVD del documentario Porno e libertà

La storia dell’ascesa del porno come estrema manifestazione della libertà individuale e sociale è al centro di Porno & Libertà – Porn to be free, il documentario di Carmine Amoroso che ripercorre la nascita e la diffusione della controcultura pornografica in Italia negli anni ’70 e ’80. Il documentario, presentato in anteprima al Biografilm Festival del 2016 e distribuito nei cinema il giugno dello stesso anno da I Wonder Pictures, è ora disponibile in DVD grazie a CG Entertainment e Mustang Entertainment, che lo distribuiscono in versione integrale e ricca di extra per la collana I Wonder Stories.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Sherlock: la recensione del cofanetto Blu-ray con le quattro stagioni e L’abominevole sposa

Si fa? Non si fa? Chi lo sa! Il destino della 5° stagione della famosissima serie Tv della BBC, Sherlock, è incerto. Steven Moffat e Mark Gatiss avevano inizialmente regalato delle speranze ai fan, fino a qualche giorno fa in cui il primo ha dichiarato che per adesso non ci saranno nuove puntate: sono tutti super impegnati in altri progetti.

Dobbiamo metterci l’anima in pace, quindi? Per adesso sì, ma intanto possiamo consolarci guardando e riguardando tutte le stagioni e l’episodio speciale di Natale, grazie al bellissimo cofanetto Blu-Ray distribuito da Koch Media, che contiene tutte e quattro le stagioni e L’Abominevole Sposa!

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Disponibile in Blu-ray la prima stagione di Lethal Weapon

Era il 1987 quando nasceva sui grandi schermi l’accoppiata Martin Riggs e Roger Murtaugh, rispettivamente con il volto iconico di Mel Gibson e Danny Glover, ovvero quella destinata a passare alla storia come la miglior coppia di sbirri in quel sottofilone denominato “buddy-movie”. Murtaugh e Riggs, due poliziotti agli antipodi. Uno nero, l’altro bianco. Uno è padre di famiglia e ligio al dovere, l’altro una testa calda con manie suicide e dominato da frequenti ed impulsivi scatti d’ira. Entrambi, però, accomunati da una massiccia dose di simpatia necessaria a farli amare dal pubblico di tutto il mondo e che li ha resi protagonisti di ben quattro film, tutti rigorosamente diretti da Richard Donner. Arma Letale, autentica pietra miliare del cinema action anni ottanta, è tornata a vivere con una serie tv per volontà di Warner Bros Television e Fox, entrambe determinate a realizzare un reboot della saga donneriana destinata al piccolo schermo. Adesso, in attesa della messa in onda della seconda stagione, Warner Bros Entertainment Italia porta sul mercato dell’home video la prima stagione completa (18 episodi) sia in DVD che in alta definizione Blu-ray disc.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Cinquanta sfumature di rosso, la recensione

Se facessero un cofanetto a raccolta dei film che compongono la trilogia di Cinquanta sfumature, potrebbero tranquillamente chiamarlo Cinquanta sfumature di niente, tanto è inconsistente narrativamente e cinematograficamente nel suo complesso questa saga tratta dei romanzi di E L James. E Cinquanta sfumature di rosso, capitolo conclusivo della trilogia, ne è la conferma.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 3.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

L’ultima discesa, la recensione

Josh Hartnett (Pearl Harbor) è il protagonista di Lultima discesa, nuovo survival movie ambientato sulle cime della Sierra Nevada e ispirato all’esperienza realmente fatta da Eric Lemarque, giocatore campione olimpico di hockey e snowborder con una certa esperienza, ma dipendente dalle metanfetamine.

Per gli eventi narrati la storia è una di quelle che si racconta da sé, ma c’è da dire che la grande profondità dell’esperienza vissuta dal ragazzo appena trentenne non é stata sufficientemente trasposta nella pellicola.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Ore 15:17 – Attacco al treno, la recensione

Il prolificissimo Clint Eastwood ha ormai dimostrato una particolare predilezione per il racconto di storie vere, incredibili vite messe al servizio della settima arte. Dal capitano degli Springboks François Pienaar, protagonista di Invictus, al cecchino della Guardia Nazionale Chris Kyle su cui è basato American Sniper, passando per la carismatica figura di J. Edgar Hoover a cui è dedicato il film del 2011 e il pilota di aerei linea Chesley Sullenberger protagonista di Sully. In maniera sempre differente, il buon Clint ha raccontato gli eroi, persone che hanno contribuito alla grandezza di una Nazione (che non è essenzialmente l’America), hanno salvato vite e si sono contraddistinte nella Storia. Un preciso percorso creativo nella seconda giovinezza artistica del Clint Eastwood regista, a cui oggi si aggiunge un nuovo titolo, Ore 15:17 – Attacco al treno.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Final Portrait – L’arte di essere amici, la recensione

Siamo a Parigi, nel 1964, tra l’esistenzialismo artistico degli anni ’50 e il nuovo mondo. Quel nuovo mondo in cui Andy Warhol proponeva i suoi primi Brillo. Siamo nello studio di Alberto Giacometti, quasi come ospiti infiltrati di straforo, invitati a sbirciare dai vetri sporchi delle  finestre. La classica fisarmonica francese invade le prime inquadrature ma, attenzione: è solo un inganno per lo spettatore!

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 8.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)