Archivio tag: serial killer

FREDDY KRUEGER (NIGHTMARE)

FREDDY KRUEGER

Freddy Krueger, figlio di Amanda Krueger, una suora rimasta per errore bloccata in un manicomio e stuprata da più di uno dei reclusi, nacque nel 1933; venne affidato dalla madre ad un uomo che si scoprì essere un violento alcolizzato che fece trascorrere a Freddy un’infanzia terribile. A causa della sua infanzia tormentata il ragazzo fa fin da subito trasparire un animo squilibrato che lo porterà a diventare un serial killer. Tutto cominciò con l’omicidio del padre adottivo per proseguire con un’escalation di violenze ed assassinii che trovarono il loro completamento quando Freddy decise di uccidere i figli dei suoi vecchi compagni di scuola che tanto lo avevano denigrato in passato per i suoi infausti natali. Krueger venne poi imprigionato, processato e condannato per l’omicidio di 20 bambini ma, per un cavillo burocratico, il giudice non potè firmare la condanna, lasciando così l’uomo libero di violentare e uccidere di nuovo.

Jason Voorhees (Venerdì 13)

JASON VOORHEES

Nato con una grave deformazione fisica è spesso vittima della cattiveria dei suoi coetanei che, un bel giorno, lo gettano nel lago di Crystal Lake, un camping dove la madre lavora come cuoca. Quest’ultima, unico affetto del ragazzo, credendo che il figlio sia morto annegato decide di vendicarlo uccidendo chiunque campeggi nel lago. Ma Jason è in realtà sopravvissuto e vive tra i boschi. La sua immortalità gli consente di mietere un numero indefinito di vittime, brutalmente uccise spesso con un machete, la stessa arma che ha provocato la morte della madre per mano di uno dei campeggiatori.

Hannibal Lecter (Il silenzio degli innocenti)

HANNIBAL LECTER

Hannibal Lecter è un uomo raffinato, nobile, elegante ed educato, ma soprattutto, è un brillante e stimato psichiatra. Tra le sue passioni più grandi ci sono la cucina, per cui ha scritto anche dei libri e pubblicato ricette per riviste specializzate, la pittura e il disegno, di cui è un maestro, e la musica classica. Ma ciò che Lecter ama di più è leggere, e oltre ad essere un illustre dottore, Hannibal eccelle in più ambiti artistici; è un dotatissimo musicista e un ottimo cuoco con un’enciclopedica conoscenza di cibi e vini. Vista così, la sua descrizione non può che far pensare che si tratti di uno straordinario e irresistibile individuo pieno di fascino e talento, peccato però che il Dottor Hannibal Lecter sia allo stesso tempo un assassino dei più terribili. Un caso psichiatrico e psichiatra a sua volta che ridicolizza il modo in cui i suoi “colleghi” provano a definirlo. Un serial killer usato dall’FBI come uno dei più esperti consulenti, è il collegamento vivente tra la violenza della natura e il perfezionamento culturale degli istinti umani. Più di un uomo, o forse meno, l’unica definizione che gli si può dare è quella di “mostro”.

Patrick Bateman (American Psycho)

PATRICK BATEMAN

Patrick Bateman è un giovane bello, ricco e con una brillante carriera. Lavora infatti a Wall Street dove ricopre già il ruolo di vicepresidente che gli consente di trascorrere le ore in ufficio facendo cruciverba o ascoltando con il walkman la sua musica preferita. Ossessionato dall’estetica, cura maniacalmente il suo aspetto fisico usando decine di prodotti diversi per ogni parte del corpo e vive all’insegna del lusso e del consumismo. Attentissimo all’abbigliamento veste le migliori griffe, frequenta i locali più in e non si fa mai mancare una buona dose di cocaina. Patrick ha anche la passione per i di film porno e horror; la sua videocassetta preferita è Omicidio a luci rosse che noleggia trentasette volte consecutive e non perde mai una puntata del programma televisivo The Patty Winters Show. Dietro la sua indole superficiale e avida si nasconde uno psicopatico sesso-dipendente, razzista e omofobo con l’hobby di torturare e uccidere passanti, senza tetto, bambini e chiunque gli faccia scattare la molla della pazzia. Il rapporto con la sua fidanzata Evelyn, altrettanto ricca e bella, è solo di facciata: ha infatti un’amante e frequenta abitualmente prostitute e modelle dal corpo scolpito che si diverte a massacrare durante gli amplessi. Nonostante abbia confessato al suo avvocato i crimini commessi, quest’ultimo lo deride dicendo di aver pranzato proprio con una delle sue presunte vittime. Bateman è forse vittima della sua stessa follia?