Wonder Women: le 10 tipe più “toste” del cinema

Amazzoni, valchirie, suffragette. La mitologia e la storia sono colme di figure femminili forti, rappresentative di una battaglia, reale o metaforica, per la rivalsa di diritti e la parità dei sessi.

Tra le molte donne forti dell’immaginario collettivo c’è senza dubbio Diana Prince, alias Wonder Woman, personaggio creato da William Moulton Marson nei primi anni 40 e protagonista di un fumetto pubblicato dalla DC Comics, divenuto in breve tempo uno dei simboli pop più riconoscibili del femminismo.

Abilmente interpretata dall’attrice Linda Carter nella serie televisiva degli anni 70, Wonder Woman sta per approdare al cinema grazie al blockbuster diretto da Zack Snyder Batman V Superman: Dawn of Justice, dove ha le fattezze della modella israeliana già apparsa in più capitoli di Fast & Furious Gal Gadot.

Ma prima di poter vedere in azione la nuova incarnazione della principessa delle amazzoni, abbiamo deciso di stilare una top 10 delle donne più toste mai apparse al cinema e non c’è occasione migliore per celebrare la femminilità tenace e combattiva che la festività dell’8 marzo, festa di tutte le donne.

 

10. Clarice Starling

clarice-starling

Nessuno è riuscito a domare il più terrificante dei serial killer, Hannibal Lecter, come è riuscita a fare Clarice Starling. Ne Il Silenzio Degli Innocenti, con il volto di Jodie Foster, e in Hannibal, con quello di Julianne Moore, la giovane e bellissima poliziotta è l’unica capace di tenere testa al temibile Dottor Lecter. Il suo aspetto debole trae in inganno; Clarice si dimostra un eccellente agente, astuto, forte e determinato, ed entra senza difficoltà nella classifica delle donne più cazzute della storia del cinema.

9. Hit Girl

hit girl

All’anagrafe è Mindy McCready, ha solo undici anni ma “rompe culi” come una trentenne. Hit Girl nasce sulle pagine del fumetto Kick-Ass, creato da Mark Millar e portato sul grande schermo nell’omonimo film del 2010 diretto da Matthew Vaughn e nel sequel del 2013 a firma di Jeff Wadlow e in entrambi i film a darle corpo è Chloe Grace Moretz. La piccola e agguerritissima Mindy è cresciuta con il padre, ex poliziotto, che l’ha addestrata nel combattimento corpo a corpo e nell’utilizzo delle armi, fino a trasformarla in Hit Girl, vigilante che prima fa da spalla al genitore e poi si unisce a Kick-Ass nella guerra contro il crimine metropolitano.

8. Mulan

mulan

Protagonista di un’antica fiaba cinese, Mulan è portata alla celebrità dal 36° lungometraggio d’animazione di casa Disney, arrivato nei cinema nel 1998 e proseguito nel 2004 con un sequel per l’home video. Cina, Dinastia Sui. Il Paese è invaso dagli Unni e per far fronte al nemico è chiesto ad ogni famiglia di inviare in guerra un figlio maschio. Ma la famiglia Fa ha una sola figlia femmina, Mulan, e quindi è suo padre a dover affrontare l’armata unna, così Mulan, tenace e combattiva, per non far combattere il genitore, già ferito in precedenti conflitti, decide di tagliarsi i capelli e fingersi uomo. Con il nome di Ping va a scontrarsi con Shan Yu, capo dell’armata unna.

7. Maggie Fitzgerald

maggie fitzgerlad

Maggie Fitzgerald è la donna pugile del bellissimo Million Dollar Baby del 2004, di e con Clint Eastwood. Interpretata dall’affascinante Hilary Swank, che ha iniziato alla sua carriera da piccola già nel ruolo di “spaccaculi” in Karate Kid 4, Maggie Fitzgerald dimostra di avere carattere e coraggio da vendere a partire dalle prime scene del film, quando decide di dimostrare al rude e scettico allenatore e proprietario della palestra Frankie Dunn quello che è capace di fare sul ring e nella vita. A poco a poco, infatti, diventerà un osso duro da battere, tanto che Dunn faticherà a trovarle delle avversarie disposte a farsi massacrare.

6. Shè/Luz

luz

L’insospettabile paninara Luz in Machete e Machete Kills, è in realtà quella che tutti chiamano Shè, il capo della “Rete”, un’organizzazione che aiuta giovani immigrati clandestini che combattono contro i vigilanti che sterminano a vista questi ultimi sui confini tra Messico e America. Luz/Shè è interpretata dalla guru del cinema action Michelle Rodriguez, già famosa per aver prestato il fisico a “donne con le palle” in film come Fast and Furious, Resident Evil, S.W.A.T. e Avatar. Shè combatte per se stessa, per gli ideali dei suoi sostenitori e contro i cattivi al fianco di Machete. E ci rimette pure un occhio… anzi due!

5. Alice

alice resident evil

Protagonista della saga cinematografica Resident Evil, Alice non compare nei videogiochi della Capcom che hanno ispirato il film diretto nel 2002 da Paul W.S. Anderson, ma è un’invenzione del grande schermo! A dare corpo alla coriacea action woman c’è Milla Jovovich, che in quanto ad azione non ci ha risparmiato altri ruoli iconici, come la Leloo di Il quinto elemento, Giovanna D’Arco nell’omonimo film di Luc Besson e Ultraviolet di Kurt Wimmer. Nel primo film della saga, che conta ad oggi 5 capitoli più un sesto (e ultimo) in arrivo, Alice è impiegata nella sicurezza dell’Alveare, una struttura scientifica a proprietà dell’industria farmaceutica Umbrella Corp., che sta sviluppando il T-virus, capace di creare tremende mutazioni genetiche e riportare in vita i morti. Alla fine del primo film scopriamo che la stessa Alice è stata sottoposta all’iniezione del virus e ha sviluppato incredibili poteri soprannaturali. In Resident Evil: Apocalypse, Resident Evil: Extinction, Resident Evil: Afterlife e Resident Evil: Retribution, Alice si mette a capo di una squadra di mercenari intenzionati a fermare la Umbrella Corp., vede i suoi poteri incrementare di film in film e viene perfino clonata!

4. Imperatrice Furiosa

mad max immagine new1

Già il fatto di indossare un braccio meccanico fa di Furiosa un personaggio figo! Interpretata magistralmente dalla bellissima Charlize Theron, già eroina in Æon Flux, l’Imperatrice Furiosa è avversaria e poi alleata di Max Rockatansky nel film Mad Max – Fury Road. Rapita quando era ancora una bambina per diventare la concubina del tiranno Immortan Joe, una volta diventata adulta e forte decide di ribellarsi e scappare, portando con lei altre giovanissime e sfortunate concubine destinate ad una vita di schiavitù. Alla guida di un enorme cisterna, Furiosa attraversa il deserto in cerca di redenzione.

3. Beatrix Kiddo

kill bill beatrix

Se siete sulla lista di Beatrix Kiddo, allora siete spacciati. Conosciuta come “The Bride” o “Black Mamba”, la donna, con il volto di Uma Thurman e partorita dalla mente di Quentin Tarantino, è una delle donne più pericolose e letali della storia del cinema. Era solo una giovane ventenne quando entrò a far parte della squadra di spietati killer capeggiati da Bill Gunn, i Deadly Viper Assassination Squad. Ma da suo capo ed amante, Bill si trasformerà presto nel suo più grande nemico. Beatrix si dimostra essere una donna “tosta” anche fisicamente, dopo essere sopravvissuta ad una spietatissima strage ed essersi risvegliata da un coma durato ben 4 anni, in seguito al quale decide di vendicarsi contro chi ha rovinato la sua vita, comincia ad uccidere uno ad uno coloro che la dividono da Bill.

2. Sarah Connor

sarah connor

Creata da James Cameron nel 1984 per il capolavoro Terminator, Sarah Connor all’epoca non aveva ancora le caratteristiche della donna cazzuta che tutti abbiamo imparato a conoscere con Terminator 2: Il giorno del giudizio, ma è già destinata a cambiare le sorti dell’umanità. A darle volto per due volte è Linda Hamilton, sostituita nel recente Terminator: Genysis dalla Daenerys di GoT Emilia Clarke e incarnata in Tv dalla Cercei di GoT Lena Headey per la sfortunata serie The Sarah Connor Chronicles. Madre del capo della resistenza contro le Macchine, Sarah viene raggiunta da Kyle Reese, mandato dal futuro da suo figlio John per proteggerla da un killer robotico che vorrebbe ucciderla per far sì che lo stesso John non venga mai messo al mondo. Nel secondo Terminatror, vediamo Sarah non più donna in pericolo ma agguerrita donna d’azione pronta a formare il futuro salvatore dell’umanità.

1.Ellen Ripley

ellen ripley

È stato lo sceneggiatore Dan O’Bannon a crearla e Ridely Scott a portarla sul grande schermo nel 1979 con Alien, Ellen Ripley – a onor del vero – può essere considerata il personaggio fondante di tutta una schiera di donne cinematografiche forti e guerriere. A darle corpo è stata Sigourney Weaver, divenuta con questo ruolo famosa ed entrata nell’immaginario collettivo come donna pronta a vender cara la sua pelle. Nel film di Scott Ripley è ufficiale della USCSS Nostromo, nave cargo di ritorno sulla Terra che si vede costretta a fare tappa sul pianeta sconosciuto LV-426 in seguito a una richiesta di soccorso. Qui un membro dell’equipaggio viene contaminato da un parassita alieno che dà vita a un mostro che scatena il panico sulla nave, decimando l’equipaggio; solo la tenacia di Ripley riesce a porre fine alla minaccia aliena. Ma l’ufficiale torna a combattere gli xenomorfi in Aliens – Scontro finale, Alien 3 – dove si suicida per fermare l’espansione aliena – e Alien: La clonazione, dove, appunto, viene clonata e torna a uccidere mostri spaziali in seguito a un tentativo andato a male di ricreare la vita aliena in laboratorio. A lei la mimosa per essere la tipa più tosta del cinema!

Roberto Giacomelli, Rita Guitto, Chiara Carnà

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.