Archivio tag: wim wenders

Il Cielo sopra Berlino e The Million Dollar Hotel: due drammi esistenziali diretti da Wim Wenders disponibili in edizione restaurata blu-ray

Già qualche settimana fa vi abbiamo parlato di questa bellissima iniziativa intrapresa da CG Entertainment in collaborazione con Wim Wenders Stiftung che sta portando, a poco a poco, all’uscita su supporto ad alta definizione blu-ray – e in edizioni restaurate dallo stesso autore – buona parte della preziosa filmografia di Wim Wenders. Qualche articolo fa vi abbiamo parlato di Alice nelle città e Nel corso del tempo, ma anche di L’amico americano e Non bussare alla mia porta. Oggi vi parliamo di altri due titoli diretti da Wenders, Il Cielo sopra Berlino e The Million Dollar Hotel, rispettivamente uno dei suoi film più celebrati e noti ed uno dei suoi meno citati. Due drammi esistenziali, uno contaminato con il fantasy mentre l’altro con il thriller che, oltre ad essere editati rigorosamente in blu-ray disc e nella versione restaurata di recente da Wenders, sono accompagnati anche da un reparto di contenuti extra particolarmente nutrito ed interessante. Dunque, quella offerta da CG Entertainment si conferma un’occasione davvero ghiotta per poter recuperare la filmografia del cineasta di Düsseldorf.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

CG Entertainment restituisce un viaggio in alta definizione nel cinema di Wim Wenders: in blu-ray Alice nelle città, Nel corso del tempo, L’amico americano e Non bussare alla mia porta. [parte 2]

Abbiamo più volte tessuto le lodi in favore dell’operato di CG Entertainment che, sempre più spesso, si dimostra attenta nei confronti di quella che possiamo definire la memoria cinematografica. Quando non è impegnata a guardare alle moderne uscite del cinema italiano, infatti, CG è solita editare/rieditare classici del cinema internazionale con l’obiettivo di rendere questi titoli sempre reperibili sul mercato. Una delle iniziative più nobili e interessanti intraprese dalla label negli ultimi mesi è senza ombra di dubbio quella di rieditare (in alcuni casi, per la prima volta in alta definizione blu-ray) l’opera di Wim Wenders in edizioni restaurate e ricche di contenuti speciali. Tra i titoli dell’autore di Düsseldorf rieditati in blu-ray da CG Entertainment troviamo Alice nelle città, Nel corso del tempo, L’amico americano e Non bussare alla mia porta.

Dopo avervi parlato di Alice nelle città e Nel corso del tempo (in questo articolo), qui analizziamo le edizioni home video di L’amico americano e Non bussare alla mia porta.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

CG Entertainment restituisce un viaggio in alta definizione nel cinema di Wim Wenders: in blu-ray Alice nelle città, Nel corso del tempo, L’amico americano e Non bussare alla mia porta. [Parte 1]

Abbiamo più volte tessuto le lodi in favore dell’operato di CG Entertainment che, sempre più spesso, si dimostra attenta nei confronti di quella che possiamo definire la memoria cinematografica. Quando non è impegnata a guardare alle moderne uscite del cinema italiano, infatti, CG è solita editare/rieditare classici del cinema internazionale con l’obiettivo di rendere questi titoli sempre reperibili sul mercato. Una delle iniziative più nobili e interessanti intraprese dalla label negli ultimi mesi è senza ombra di dubbio quella di rieditare (in alcuni casi, per la prima volta in alta definizione blu-ray) l’opera omnia di Wim Wenders in edizioni restaurate e ricche di contenuti speciali. Tra i titoli dell’autore di Düsseldorf rieditati in blu-ray da CG Entertainment troviamo Alice nelle città, Nel corso del tempo, L’amico americano e Non bussare alla mia porta.

In questa prima parte dello speciale vi parliamo dei primi due titoli.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Perfect Days, la recensione del film di Wim Wenders

Quando una cosa ha un buon sapore vorresti non smettere mai di assaporarla. È così che ci si sente durante la visione di Perfect Days, ultimo lavoro del regista tedesco Wim Wenders.

La vita al centro di ogni fotogramma – accentuata nell’intimità dalle comode proporzioni 1,33:1 – è quella di Hirayama (Kōji Yakusho) con relativamente poche parole ma un pozzo senza fondo di sentimenti. Ha quello che sembra il lavoro meno probabile per il protagonista di un film contemplativo di due ore: lavorare per un appaltatore privato che pulisce i bagni nei parchi pubblici di Tokyo.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 9.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Submergence, la recensione

La storia dei due amanti separati dalle circostanze protagonisti di Submergence è un bel polpettone di dramma e speranza che abbraccia una moltitudine di generi (romantico? thriller di spionaggio?) e che affronta non poche tematiche (crisi geologica, scoperta delle oceaniche profondità, Jihad) ma che purtroppo fatica a trovare una sua reale identità.

Danielle (Alicia Vikander) è una bio-matematica e studia le profondità dell’oceano ancora inesplorate; in un idilliaco albergo in cui soggiorna, incontra James (James McAvoy), una spia scozzese. Nell’arco di qualche giorno e a seguito di una serie di scambi di battute discutibili, scocca la scintilla e tra un camminata in spiaggia e una partita a  Shangai i due si innamorano profondamente soffrendo terribilmente al momento della separazione.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Venezia 73: Les beaux jours d’aranjuez

Wim Wenders e Peter Handke si risiedono a tavolino dopo ventinove anni (Il cielo sopra Berlino, 1987) per adattare la celebre pièce del drammaturgo austriaco a un film 3D dal carattere fortemente esistenzialista.

A cosa serve utilizzare la tecnica del 3D per produrre una pellicola interamente ambientata nel giardino di una villa nell’ile-de-France? Se ve lo state chiedendo, vuol dire che il cinema di Wim Wenders non fa per voi.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)