Un sequel per Balle Spaziali? La parola a Mel Brooks!

Il geniale Mel Brooks, autore di insuperabili cult quali Frankenstein Junior e Mezzogiorno e Mezzo di Fuoco, sembrerebbe tentato di dirigere il sequel di un’altra sua celeberrima creazione: Balle Spaziali (1987), parodia di Guerre stellari e del filone cinematografico fantascientifico.

Con l’uscita nelle sale di Star Wars: Episodio VII – Il risveglio della Forza, l’occasione per trasformare questa idea in realtà sembrerebbe ghiotta. Ecco cosa Mel ha dichiarato in proposito durante il podcast di Adam Carolla Take a Knee:
“Forse potrei fare un altro musical, forse potrei girare un altro film. Stavo pensando a Balle spaziali, l’altro giorno. Nel film, Bill Pullman mi chiede: ‘Yogurt, semplicemente Yogurt, pensi che ci incontreremo di nuovo?’ E io rispondo: ‘Beh, non lo so… Magari in Spaceballs 2: The Search for More Money’. E a pensarci bene, se il film uscisse dopo Star Wars – anche un paio di mesi più tardi – potrei avere un gran bel fine settimana d’esordio! Non importa quel che sarà, potrebbe anche rivelarsi un flop e non recuperare il budget… ma quel primo week end, l’attesa di vedere Balle spaziali 2… ho ancora Daphne Zuniga e, se lo volesse, Rick Moranis, e ho ancora me stesso”.

Difficile capire, come di consueto, se Mel Brooks, 89 anni a giugno, faccia sul serio oppure no. Quel che è certo è che Rick Moranis, che in Spaceballs interpretava Casco Nero, si è da anni ritirato dalle scene; inoltre, John Candy, alias Rutto, scomparso nel 1994, dovrebbe necessariamente essere sostituito. Altrettanto sicuro è che i milioni di fans del regista di di The Producers e Dracula morto e contento non starebbero nella pelle all’idea di vedere un nuovo film diretto da uno dei massimi alfieri della comicità contemporanea. A maggior ragione alla luce delle commedie parodistiche per lo più scadenti che il grande schermo sforna più o meno regolarmente.

Chiara Carnà

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.