Archivio tag: natalie dormer

Picnic ad Hanging Rock: il film e la miniserie rivivono in Blu-ray

Nel 1967 vedeva la luce un romanzo insolito, Picnic ad Hanging Rock, scritto dall’australiana Joan Lindsay e destinato ad alimentare discussioni nei lettori che vi si imbattevano. Discussioni sia relative alla veridicità dei fatti narrati, sia per il misterioso epilogo che lascia tutta la vicenda sospesa in un’atmosfera surreale e mistica su cui, nel tempo, molto si è speculato. Nonostante la scrittrice abbia poi specificato che tutta la storia fosse frutto della sua fantasia, Hanging Rock, formazione rocciosa realmente esistente nel monte Macedon in Australia, è diventata luogo di pellegrinaggio di curiosi e il mistero è stato accentuato dall’uscita del film di Peter Weir che si rifaceva al romanzo della Lindsay.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

In Blu-ray con Midnight Factory: The Devil’s Candy e Jukai – La foresta dei suicidi

Midnight Factory, l’ormai nota etichetta distribuita da Koch Media e specializzata nella distribuzione di film dell’orrore, ha recentemente lanciato sul mercato dell’home video una doppietta davvero niente male. In un sol colpo, infatti, ha distribuito due tra i titoli più prelibati del suo listino 2017. Due film che, a differenza di altri, hanno goduto anche di un rilascio cinematografico. Si tratta dell’interessante metal-horror The Devil’s Candy e dell’inquietante Jukai – La foresta dei suicidi. Horror sui generis il primo, molto più convenzionale il secondo, entrambi accomunati da un enorme potenziale di base che però non è stato sfruttato fino in fondo.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 2 voti)

Jukai – La foresta dei suicidi, la recensione

Esistono luoghi capaci di emanare un tale fascino da riuscire ad ispirare film, romanzi e quant’altro con la sola forza delle suggestioni che vi aleggiano. Un caso emblematico è rappresentato da Aokigahara, una foresta situata ai piedi del monte Fuji in Giappone, conosciuta dai locali anche con il nome di Jukai (letteralmente mare di alberi) e a livello internazionale con l’appellativo “foresta dei suicidi”. Eh già, perché al di là della verdissima distesa di alberi, che vista dall’altro appare, appunto, come un mare, Jukai è un luogo di morte, scelto da centinaia di persone all’anno per togliersi la vita. Una tendenza che va ormai avanti da secoli e che ultimamente sta crescendo, tanto che si parla di ben 247 tentativi di suicidio nel solo 2010.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte 1, la recensione

Avevamo lasciato Katniss Everdeen disperata per aver perso Peeta Mellark, abbandonato dai rivoluzionari di Panem al suo destino nell’arena in cui si stava svolgendo l’edizione commemorativa degli Hunger Games. Un vero e proprio cliffhanger con il quale lo scorso anno si era concluso il fluviale secondo film tratto dalla saga di romanzi di Suzanne Collins, Hunger Games: La ragazza di fuoco. Adesso arriva la prima parte del capitolo conclusivo, Hunger Games: Il canto della rivolta, che annuncia da subito un netto taglio col passato e un doveroso passo in avanti nella saga fanta-avventurosa che ha lanciato il talento di Jennifer Lawrence.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Hunger Games: le video interviste ai protagonisti dalla premiere londinese

Si è svolta ieri sera a Londra la premiere mondiale di Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1, l’atteso terzo capitolo della saga milionaria di ispirazione letteraria, che arriverà anche sugli schermi italiani il 20 novembre grazie a Universal Pictures.

Per l’occasione, vi mostriamo i video con le interviste ai protagonisti di questo film che gli attori hanno rilasciato proprio ieri in occasione dell’evento londinese.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

POSH, la recensione

Debutta oggi nelle nostre sale, distribuito da Notorius Pictures, Posh: il teen movie divenuto in men che non si dica, nel Bel Paese, l’indiscusso caso cinematografico del momento. Questo perché, si sa, a dettare le regole dello show business, e non solo per quanto riguarda il cinema, sono loro, i teenagers. Soddisfare e incontrare i loro gusti significa, infatti, garanzia assoluta di successo e ritorno economico; i giovanissimi sono avidi e instancabili consumatori di social network, appassionati adepti di fenomeni di massa e, soprattutto, hanno il potere di stabilire cosa è ‘trendy’ e cosa è ‘out’. È chiaro perché, anche per produttori e distributori cinematografici, essi rappresentino, e non a torto, la fetta di pubblico più ambita.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +10 (da 10 voti)

Hunger Games: il Canto della Rivolta – parte 1: ecco i poster dei ribelli!

La Universal ha diffuso online nuovo materiale promozionale formato Hunger Games. Oggi, è la volta dei poster dei ribelli, i cui protagonisti sono Cressida (Natalie Dormer), Gale (Liam Hemsworth), Messalla (Evan Ross), Boggs (Mahershala Ali), Castor (Wes Chatham) e Pollux (Elden Henson). Le immagini sono disponibili in calce.

Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1, nuovo capitolo della saga cinematografica tratta dai romanzi di Suzanne Collins, sarà nei nostri cinema a partire dal 20 novembre. 

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +2 (da 2 voti)

Posh: locandina italiana in anteprima e immagini ufficiali

Prendete il più esclusivo club studentesco nella più prestigiosa università inglese, Oxford. Piazzateci dieci nuovi studenti ricchi e viziati fino all’osso desiderosi di vivere una vita agiata e piena di svaghi fin dalla giovane età. Aggiungete, causa abbondante utilizzo di liquidi ad alta gradazione alcolica, un grave incidente che li metterà di fronte a un bivio che segnerà per sempre le loro vite e avrete POSH (in inglese The Riot Club, dal nome del club in questione), ultima fatica della regista danese Lone Scherfig (conosciuta qui in Italia soprattutto per One Day, con Anne Hathaway e Jim Sturgess, e An Education, candidato a tre premi Oscar).

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)