Non bussate a quella porta e XX – Donne da morire in Blu-ray Midnight Factory

Grazie all’etichetta Midnight Factory, distribuita come sempre da Koch Media, il caldo torrido del mese di luglio è stato accompagnato dall’arrivo in Blu-ray disc (nella preziosa edizione Limited Edition) di due piccoli film dell’orrore capaci di rivelare delle piacevolissime e inaspettate sorprese. Una doppietta “da brivido” che vede arrivare sul mercato italiano l’inquietante Non bussate a quella porta e l’antologico XX – Donne da morire.

Quando sei davanti a quella porta, non bussare due volte (Dont’t Knock Twice, recita il titolo originale) perché con il primo “toc” sveglierai il demone dagli inferi ma solo con il secondo lo autorizzerai a risorgere dalla morte per impossessarsi della tua anima.

Attorno a questa semplicissima leggenda “urbana”, che prende spunto da classici del genere come Nightmare o Candyman, il regista Caradog W. James costruisce un efficacissimo horror d’atmosfera capace di giocare molto bene con l’inquietudine, in grado di riuscire lì dove molti film simili falliscono, ossia nel tentativo di far paura.

Una vecchia casa in rovina sita nella periferia della città funge da innesco per la vicenda. Dicerie e leggende aleggiano su quella casa da sempre e si crede che all’interno viva ancora lo spirito tormentato di Mary Aminov, la vecchia proprietaria creduta una strega e spinta al suicidio a causa delle malelingue locali. Un sera, per gioco e insieme al suo ragazzo Danny, la giovane Chloe (Lucy Boynton) bussa due volte al portone della vecchia abitazione di Mary Aminov così da violare l’unica “regola” della leggenda. Qualcosa di sinistro e molto determinato è stato risvegliato. Un raccapricciante demone che si annida nel buio è pronto a tutto pur di prendere l’anima di Chloe, alla quale non resta altro da fare che chiedere aiuto a sua madre Jess (Katee Sackhoff), una tossicodipendente in recupero che ha individuato un nuovo inizio nel mondo dell’arte come scultrice.

C’è poco da discutere. Traendo inspirazione dalla mitologia slava di Baba Yaga, Mary Aminov è un boogey(wo)man che funziona e che potrebbe meritare una saga tutta per se. Costantemente celata dall’ombra e con quel verso gutturale decisamente malsano, la strega che sfila in Non bussate a quella porta fa davvero paura.

Una narrazione un po’ confusionaria e frettolosa nell’ultimo atto è l’unica pecca individuabile all’interno di un horror che riesce egregiamente a fare il suo lavoro. Piccola grande sorpresa!

Come da tradizione Midnight Factory, Non bussate a quella porta arriva sul mercato dell’home video in edizione limitata sia DVD che Blu-ray disc. Vi parliamo del supporto ad alta definizione, assolutamente pregevole sotto ogni punto di vista. Esteticamente, il prodotto presenta quell’eleganza a cui Midnight Factory ci ha ormai abituati grazie ad uno slipcase cartonato e un piccolo booklet interno utile a svelare curiosità ed approfondire il film. Ma il prodotto riesce a convincere anche sotto il profilo tecnico, grazie ad un quadro video molto nitido capace di mantenere alta la cura per il dettaglio anche nelle numerose sequenze buie del film, e un reparto audio in DTS-HD MA 5.1 sia per la traccia originale che per quella italiana.

Soddisfacente anche il reparto dedicato ai contenuti extra, non abbondanti in quanto minutaggio ma indubbiamente diversificati. Troviamo un making of di 13 minuti, un breve extra di 4 minuti dedicato alla storia (questo contributo è un estratto dal making-of) e una featurette di 4 minuti dedicata alle scelte di casting. Si aggiunge un interessante contributo utile ad approfondire il lavoro sugli effetti speciali artigianali e, in particolar modo, come è stato realizzato il look del demone (Scoprendo Ginger). Per concludere, una breve featurette interamente dedicata agli effetti visivi del film e l’immancabile trailer.

Voltiamo pagina e passiamo al secondo titolo della doppietta.

Midnight Factory ha un debole per i film antologici, ormai è appurato. Dopo alcuni titoli editati in passato, come la trilogia di V/H/S, i due ABC of Death, Tales of Halloween e Holydays, torniamo a parlarvi di cinema horror ad episodi.

Il titolo del mese è XX – Donne da morire e si tratta di un interessante esperimento desideroso di porre al centro della scena quattro registi donne. Un horror antologico tutto al femminile dove la Donna redime la sua immagine all’interno di un genere che l’ha sempre voluta come “vittima” della situazione. Quattro racconti del terrore, dunque, partoriti dal gentil sesso e in cui vengono raccontate storie dove è sempre una donna a divenire motore dell’intera vicenda.

Un film ad episodi differente dal solito, ben amalgamato e con una buona personalità, ma frutto di una gestazione non facile che si lascia dedurre dalla comparsa, in teaser-poster che si possono trovare sul web, di nomi di alcune registe che poi non sono entrate di fatto nel film (tra questi nomi “fantasma” possiamo trovare quello di Jennifer C. Lynch, The Soska Sister e Mary Harron).

Il primo racconto, il più bello del lotto, è The Box e porta la firma di Jovanka Vuckovic. L’episodio, tratto dall’omonimo racconto di Jack Ketchum, pone lo spettatore dinnanzi ad un male astratto e indefinito. Una donna assiste impotente alla lenta morte di tutta la sua famiglia per denutrimento. L’improvvisa perdita dell’appetito è il risultato dell’eccessiva curiosità del figlio più piccolo che, durante un viaggio in metropolitana, chiede ad uno sconosciuto di vedere cosa è contenuto nel pacco regalo che porta con se. Il secondo segmento, The Birthday Party, è il debutto alla regia della cantante Annie Clark (nota come St.Vincent) che sceglie la commedia nera come linguaggio per il suo racconto. Nel giorno del compleanno della propria figlia, una mamma facoltosa scopre che suo marito è deceduto durante la notte colto – probabilmente – da un infarto. Presa dal panico, la donna non sa come nascondere l’accaduto dal momento che non ha nessuna intenzione di rimandare la festa di compleanno organizzata per la figlia. Si procede con Non cadere, diretto da Roxanne Benjamin (l’horror Southbound), che probabilmente è l’episodio più horror dei quattro e presenta più di qualche analogia con il recente The Darkness, film con Kevin Bacon a marchio BlumHouse. Un gruppo di amici decide di fare una scampagnata nel bosco e durante il tragitto, la più fragile del gruppo si imbatte in una pittura rupestre che sembra avere origini molto antiche. Nel momento in cui, per sbaglio, la ragazza si graffia con quella roccia, un’entità demoniaca si impossessa del suo corpo spingendola ad una lenta metamorfosi. L’ultimo capitolo, il più ambizioso, è Il figlio unico e porta la firma di Karyn Kusama (regista di Aeon Flux, Jennifer’s Body e The Invitation). Una donna entra in crisi nel giorno del diciottesimo compleanno del suo unico figlio. Il ragazzo, preda di un’indole ribelle, è finalmente pronto a ricevere informazioni sulla sua misteriosa paternità.

Anche XX – Donne da morire arriva con Midnight Factory sia in DVD che in Blu-ray disc, sempre in edizione limitata da collezione, con un elegante slipcase cartonato e booklet interno d’approfondimento. Ancora un prodotto di qualità va ad aggiungersi alla lista delle offerte Midnight ed anche in questo caso non c’è nulla da lamentare sotto il profilo tecnico. Il quadro video appare nitido e ben dettagliato, così come il reparto audio svolge un ottimo lavoro grazie alla traccia audio in 5.1 DTS-HD MA sia per la versione originale che quella adattata alla lingua italiana.

I contenuti extra non particolarmente abbondanti prevedono un’interessante ed esaustiva intervista (18 minuti) a tutte e quattro le registe, che ci raccontano la genesi del progetto e le motivazioni che si annidano dietro la scelta di ogni singolo episodio. In aggiunta a quest’intervista, a fare da “contorno” potremmo dire, troviamo una featurette di 4 minuti (che altro non è che un riassunto delle interviste) e il trailer.

Giuliano Giacomelli

NON BUSSATE A QUELLA PORTA di Caradog W. James

Label: Midnight Factory per Koch Media

Formato: Bluray Disc (disponibile anche in DVD)

Video: 2.35:1 (16:9)

Audio: Italiano 5.1 DTS-HD Master Audio, Inglese 5.1 DTS-HD Master Audio

Sottotitoli: Italiano

Extra: Making of, La storia, Il cast, Scoprendo Ginger, Gli effetti speciali, Trailer

XX – DONNE DA MORIRE di J.Vuckovic, A. Clark, R. Benjamin, K. Kusama

Label: Midnight Factory per Koch Media

Formato: Bluray Disc (disponibile anche in DVD)

Video: 2.35:1 (16:9)

Audio: Italiano 5.1 DTS-HD Master Audio, Inglese 5.1 DTS-HD Master Audio

Sottotitoli: Italiano

Extra: Featurette, Interviste, Trailer

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *