Il mistero della casa del tempo, la recensione

C’era una volta Eli Roth, regista di proibitissimi film horror, uno dei pochi ad essersi beccato il VM18 per la distribuzione in sala in Italia per ben due volte (Hostel: Part II nel 2007, e The Green Inferno nel 2013), uno cresciuto a pane e splatter, pupillo di Quentin Tarantino e tra gli apripista dell’ormai tramontato filone del torture porn. C’era una volta e forse non c’è più perché il maggior successo economico mai realizzato da Roth è un film per bambini, Il mistero della casa del tempo (The House with a Clock in the Walls), prodotto dalla Amblin di Steven Spielberg e interpretato da re della risata Jack Black.

Ispirato a La pendola magica, primo dei dodici libri per ragazzi di John Bellairs, Il mistero della casa del tempo si ambienta negli anni ’50 e ci fornisce il punto di vista del giovanissimo Lewis, orfano di dieci anni che va ad abitare dallo zio Jonathan dopo la morte dei genitori in un incidente stradale. Jonathan vive in una grande e lugubre villa insieme alla Signora Zimmerman, una sua vecchia amica che ha perso la sua famiglia. I due sembrano da subito fin troppo eccentrici, ma mai Lewis poteva immaginare di essere finito in casa con uno stregone e una strega! Dapprima timoroso, poi incuriosito dalle arti magiche, ben presto il bambino sarà entusiasta di apprendere dallo zio lezioni di stregoneria.

Con un’atmosfera che mescola efficacemente il lugubre al giocoso, con un uso dei colori attento a riprodurre scenografie barocche e allo stesso tempo fedeli ai canoni dei fantasy, Il mistero della casa del tempo si presenta come un buon film per ragazzini. Allo stesso tempo, però, non riesce a superare quel sottile limite che lo possa rendere perfettamente fruibile anche a un pubblico adulto e questo perché gli manca completamente quel senso dell’avventura che trasforma una storia per ragazzi in una storia senza età.

Il film parte in maniera fin troppo brusca, scaraventandoci nella vita di Lewis nel mentre sta per conoscere per la prima volta suo zio Jonathan, si fatica un po’ ad entrare nella storia, ma una volta familiarizzato con il mondo descritto, si ci riesce perfettamente a muovere al suo interno, anche perché è popolato da una marea di cliché facilmente vendibili a dei bambini. Si passa dal fascino per un mondo fantastico che si apre all’interno dell’abitazione del protagonista (come ogni buon romanzo per l’infanzia a sfondo fantasy insegna) alla difficoltà ad ambientarsi in un ambiente ostile come quello della scuola, popolato da bulli e figli di papà.

Curioso notare, comunque, che nonostante si tratti di un film fortemente targhettizzato, Il mistero della casa del tempo alza l’asticella del macabro portando comunque in scena morti viventi e immagini abbastanza spaventose per un bambino. Ed è in questi momenti che si nota la mano di un regista devoto alla causa.

Nel cast troviamo il mattatore Jack Black, reduce da un altro fanta-horror per bambini come Piccoli Brividi, nel ruolo dell’eccentrico zio Jonathan e al suo fianco c’è una sempre affascinante Cate Blanchett che interpreta la strega Zimmerman, abito viola, ombrello magico e chioma argentata. Su tutti, comunque, convince il piccolo Owen Vaccaro, incredibilmente espressivo e capace di reggere sulle sue spalle gran parte del film. Ah, c’è anche il lynchiano Kyle MacLachlan nel ruolo del putrefatto villain, ma non credo che sarà questo il ruolo per cui ricordare il protagonista di Velluto Blu e Twin Peaks.

Il mistero della casa del tempo è stato presentato nella selezione ufficiale della 13esima Festa del Cinema di Roma e arriverà nei cinema italiani dal 31 ottobre distribuito da 01 Distribution.

Roberto Giacomelli

PRO CONTRO
Atmosfera abbastanza accattivante.

Bravo il piccolo protagonista.

Ha una marcia horror in più in confronto ad altri fantasy per ragazzi.

Effetti speciali non sempre di primissima qualità.

È un film per bambini che difficilmente riuscirà a catturare anche l’attenzione degli adulti.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Il mistero della casa del tempo, la recensione, 6.0 out of 10 based on 1 rating
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.