Archivio tag: sam claflin

Resta con me, la recensione

Cast Away, All is Lost, Vita di Pi, Open Water… ma non dimentichiamo I prigionieri dell’oceano di Alfred Hitchcock. Tutti titoli celebri che hanno eletto l’oceano a grande temibile avversario dell’uomo, un luogo tanto affascinante quanto ostile, soprattutto se ad affrontarlo sono persone sole, impaurite e ridotte a condizioni estreme. Oggi alla lunga lista dei film di sopravvivenza in mare si aggiunge Resta con me, infelice titolo italiano per ben più calzante Adrift, dramma ispirato alla vera storia di Tami Oldham Ashcraft, che nei primi anni ’80 rimase vittima di una violenta tempesta mentre si trovava in mare aperto insieme al fidanzato Richard Sharp.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 7.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Rachel, la recensione

Nei primi anni dell’Ottocento, in Cornovaglia, il ventenne Philip viene raggiunto dalla notizia che suo cugino Ambrose è gravemente ammalato. Philip è rimasto orfano da bambino e Ambrose gli ha fatto praticamente da padre, prima di partire per l’Italia e sposare Rachel. Preoccupato per il parente, Philip raggiunge la sua casa a Firenze, dove scopre che Ambrose è morto e sospetta che la responsabile sia proprio la schiva Rachel. Tornato in Cornovaglia, il ragazzo si vede presto piombare in casa proprio la moglie di suo cugino, rimasta senza alcun avere, e nel vederla si propone di ospitarla. Ma col passare dei giorni, Philip comincia a cambiare il suo parere su Rachel, anzi si infatua di lei e decide di farla rimanere nella sua tenuta, anche contro il parere del suo avvocato.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Io prima di te, la recensione

Tratto dall’omonimo best-seller di Jojo Moyes, Io prima di te racconta la storia di Louisa Clark detta Lou (interpretata da Emilia Clarke), cameriera di un’adorabile minuscola bakery situata in un altrettanto adorabile e minuscolo paesino inglese. Nonostante conduca una vita piuttosto abitudinaria e senza emozioni, Lou se ne ritiene soddisfatta… almeno finché non viene licenziata dalla bakery. Per aiutare la propria famiglia che versa in ristrettezze economiche, Lou decide quindi di accettare, suo malgrado, un lavoro come badante di Will Traynor (Sam Claflin). Will era un banchiere che amava gli sport estremi e viaggiare in giro per il mondo: purtroppo un tragico incidente l’ha costretto sulla sedia a rotelle, trasformandolo così in un uomo arrogante e arrabbiato col mondo intero. Ma persino per lui sarà impossibile resistere alla spumeggiante vitalità di Lou, tanto che in breve tempo i due diventeranno buoni amici.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte 1, la recensione

Avevamo lasciato Katniss Everdeen disperata per aver perso Peeta Mellark, abbandonato dai rivoluzionari di Panem al suo destino nell’arena in cui si stava svolgendo l’edizione commemorativa degli Hunger Games. Un vero e proprio cliffhanger con il quale lo scorso anno si era concluso il fluviale secondo film tratto dalla saga di romanzi di Suzanne Collins, Hunger Games: La ragazza di fuoco. Adesso arriva la prima parte del capitolo conclusivo, Hunger Games: Il canto della rivolta, che annuncia da subito un netto taglio col passato e un doveroso passo in avanti nella saga fanta-avventurosa che ha lanciato il talento di Jennifer Lawrence.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 6.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)

Hunger Games: le video interviste ai protagonisti dalla premiere londinese

Si è svolta ieri sera a Londra la premiere mondiale di Hunger Games: Il Canto della Rivolta – Parte 1, l’atteso terzo capitolo della saga milionaria di ispirazione letteraria, che arriverà anche sugli schermi italiani il 20 novembre grazie a Universal Pictures.

Per l’occasione, vi mostriamo i video con le interviste ai protagonisti di questo film che gli attori hanno rilasciato proprio ieri in occasione dell’evento londinese.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +1 (da 1 voto)

Roma 2014. Le nostre interviste a Richard Gere, Sam Claflin e Lily Collins [VIDEO e FOTO]

Il red carpet della quarta giornata del Festival Internazionale del Film di Roma ha ospitato tre amati protagonisti del cinema di Hollywood: Richard Gere, il premio Oscar® Benicio del Toro, Josh Hutcherson, Claudia Traisac, Lily Collins, Sam Claflin. In calce, vi presentiamo il video e la fotogallery delle nostre interviste al divo di Pretty Woman e ai giovani protagonisti di Love, Rosie – #ScrivimiAncora.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +8 (da 8 voti)

POSH, la recensione

Debutta oggi nelle nostre sale, distribuito da Notorius Pictures, Posh: il teen movie divenuto in men che non si dica, nel Bel Paese, l’indiscusso caso cinematografico del momento. Questo perché, si sa, a dettare le regole dello show business, e non solo per quanto riguarda il cinema, sono loro, i teenagers. Soddisfare e incontrare i loro gusti significa, infatti, garanzia assoluta di successo e ritorno economico; i giovanissimi sono avidi e instancabili consumatori di social network, appassionati adepti di fenomeni di massa e, soprattutto, hanno il potere di stabilire cosa è ‘trendy’ e cosa è ‘out’. È chiaro perché, anche per produttori e distributori cinematografici, essi rappresentino, e non a torto, la fetta di pubblico più ambita.

VN:R_N [1.9.22_1171]
Valutazione: 5.0/10 (su un totale di 1 voto)
VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +10 (da 10 voti)

#PoshCastInItaly: la conferenza stampa di POSH con Douglas Booth, Sam Claflin e Max Irons [VIDEO e FOTO]

Sono giovani, belli e famosi ma, al tempo stesso, avvolti da un incredulo candore, quasi fossero inconsapevoli o, senz’altro, increduli rispetto al proprio successo. Sono i protagonisti di Posh, teen movie in uscita nelle sale italiane con la promessa di diventare un cult istantaneo. Anzi, in un certo senso, Posh è già cult ancor prima di essere stato apprezzato dal pubblico del Bel Paese, che, incuriosito dal film e innamorato dei suoi interpreti, ha fortemente desiderato che questi ultimi venissero a promuovere il film in Italia. E per realizzare il proprio intento, ha creato un vero proprio caso mediatico, facendo balzare l’hashtag #PoshCastInItaly direttamente in cima ai cinguettii più ‘caldi’ di Twitter. Un’ennesima prova, qualora ce ne fosse bisogno, di quanto oggi i social network possano profondamente incidere su strategie di mercato e scelte promozionali. Oppure, volendo interpretare tali dinamiche in maniera più ‘ingenua’ e gradevole, dell’interesse nei confronti dei propri ammiratori da parte delle star che, in questo caso, non si son fatte pregare, accettando di buon grado l’invito a volare nella Capitale e far la gioia di tante ragazzine in piena tempesta ormonale.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +5 (da 7 voti)

Posh: DarksideCinema.it incontra Douglas Booth, Sam Claflin e Max Irons! [VIDEO e FOTO]

Il cast di Posh è approdato nella capitale, portando con sé un’incontenibile dose di entusiasmo e delirio tra le fan dei tre giovani e fascinosi protagonisti: Douglas Booth, visto recentemente in Noah, Sam Claflin, il Finnick della saga di Hunger Games, e Max Irons, figliolo del grande Jeremy.
DarksideCinema.it ha avuto l’opportunità di incontrare a tu per le star in ascesa e scambiare rapidamente due chiacchiere con loro. A seguire, vi presentiamo la clip dell’intervista e una piccola gallery fotografica.

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: +4 (da 8 voti)

Posh: locandina italiana in anteprima e immagini ufficiali

Prendete il più esclusivo club studentesco nella più prestigiosa università inglese, Oxford. Piazzateci dieci nuovi studenti ricchi e viziati fino all’osso desiderosi di vivere una vita agiata e piena di svaghi fin dalla giovane età. Aggiungete, causa abbondante utilizzo di liquidi ad alta gradazione alcolica, un grave incidente che li metterà di fronte a un bivio che segnerà per sempre le loro vite e avrete POSH (in inglese The Riot Club, dal nome del club in questione), ultima fatica della regista danese Lone Scherfig (conosciuta qui in Italia soprattutto per One Day, con Anne Hathaway e Jim Sturgess, e An Education, candidato a tre premi Oscar).

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)