Il diritto di uccidere ed Escobar in Blu-ray Disc

«In guerra, la verità è la prima vittima.»

Con questa celebre massima di Eschilo, il regista Gavin Hood decide di aprire Il diritto di uccidere, un complesso e teso thriller-bellico che racconta la guerra contemporanea da un punto di vista innovativo o comunque poco esplorato. Citazione, quella di Eschilo, tanto adeguata al film di Hood quanto pertinente all’esordio dietro la macchina da presa dell’attore italiano di fama internazione Andrea Di Stefano che, per la sua opera prima, ha scelto di raccontare un “personaggio” ambiguo del mondo criminale post ’70. Pablo Escobar, anche noto come Il Re della Cocaina, un uomo divenuto leggenda che, ancora oggi, divide l’opinione pubblica: eroe o mostro? Due film differenti ma simili al tempo stesso. Due opere di grande intrattenimento ma capaci di far luce su storie (vere) avvolte da grandi zone d’ombra. Arrivano in home video, grazie a CG Entertainment, Il diritto di uccidere ed Escobar.

Le guerre oggi sempre più di rado vengono combattute direttamente sul campo. Le azioni militari “fisiche” stanno lasciando il passo a procedure di difesa più fredde, quasi astratte, indubbiamente virtuali. Oggi i veri soldati sono i piloti, ma non quelli che guidano jet e rischiano la vita in ogni istante, parliamo di piloti “speciali” che, seduti comodamente all’interno di tecnologici box siti in avamposti militari, pilotano a distanza microscopici droni e velivoli nascosti all’occhio umano ma muniti di missili balistici ad alta precisione in grado di colpire, riducendo i rischi, una persona, un’automobile o un’abitazione. A trattare questa nuova frontiera di guerra c’era già stato il modesto Good Kill di Andrew Niccol, adesso la tematica viene riesplorata dal ben più incisivo e coinvolgente Il diritto di uccidere, un thriller ben scritto, diretto con il giusto mordente da Gavin Hood e interpretato da un cast di prim’ordine tra cui il premio Oscar Helen Mirren, Aaron Paul e il compianto Alan Rickman qui alla sua ultima interpretazione.

Il colonnello inglese Powell (Mirren) dirige a distanza un’operazione militare contro una cellula terroristica individuata in un’abitazione sita in un piccolo villaggio keniano, nei pressi di Nairobi. I terroristi si stanno armando per sferrare due nuovi attentati e quindi non c’è scelta, bisogna agire tempestivamente per evitare sanguinose stragi. Un missile ad alta precisione deve essere immediatamente lanciato per distruggere quell’abitazione. Quando un civile, più precisamente una bambina, entra nel campo d’azione militare per vendere del pane, le cose cambiano drasticamente. Bisogna rivedere i piani e ricalcolare la percentuale dei danni collaterali. Nella “war room” londinese nessun politico vuole prendersi la responsabilità di quello che potrà accadere. Ma la decisione va presa all’istante, prima che sia troppo tardi.

Il diritto di uccidere arriva in home video con Teodora Film che, attraverso i canali di CG Entertainment, distribuisce il film sia in DVD che in Blu-ray Disc. Il supporto ad alta definizione, di cui vi parliamo, propone il film di Hood in un’edizione ben curata nella sua veste tecnica ma anche sotto il profilo degli extra, tra i quali troviamo una ricca galleria di interviste utili ad approfondire nel modo giusto il film. Reparto video-audio risultano inattaccabili, grazie ad un’immagine molto nitida capace di sfruttare a pieno le potenzialità dell’alta definizione e un reparto sonoro potente in doppia traccia, sia per la versione originale che quella italiana, in DTS-HD e Dolby Digital 2.0. Tra i contenuti extra, come accennato, una buona quantità di interviste alla produzione (l’attore Colin Firth, qui coinvolto come produttore, Ged Doherty e Guy Hibbert), al regista Gavin Hood e agli attori Helen Mirren, Alan Rickman e Barkhad Abdi. A concludere il pacchetto di extra, l’immancabile trailer.

L’attenzione sembra essere tornata alta sulla figura di Pablo Escobar, noto criminale colombiano nonché il più ricco trafficante di cocaina  di sempre. Se di recente, infatti, abbiamo potuto assistere alla serie tv prodotta da Netflix, Narcos, adesso è la volta di Escobar, anomalo biopic sulla vita del narcotrafficante che approda sul mercato italiano con leggero ritardo rispetto all’anno di produzione (il film è del 2014, anno in cui venne presentato in anteprima alla Festa Internazionale del film di Roma dove si aggiudicò il riconoscimento come Miglior opera prima e Miglior fotografia). L’idea vincente che vige alla base del film di Andrea Di Stefano è quella di costruire un film su Pablo Escobar fuggendo dalla logica del classico biopic. Escobar, interpretato da un sempre bravo Benicio Del Toro che appare perfetto per il ruolo,  non è il vero protagonista della vicenda. Tutto ruota attorno a lui, certo, ma il vero punto di vista è quello del giovane Nick (il dimenticabile Josh Hutcherson), un surfista canadese giunto in Colombia assieme a suo fratello e convinto d’aver trovato qui il paradiso ideale in cui vivere. Nick fa presto la conoscenza della bella Maria (Claudia Traisac), tra i due è subito amore e presto la ragazza decide di introdurre Nick all’interno della sua famiglia. Qui, Nick fa subito la conoscenza dello zio di Maria, Pablo Escobar, un uomo dal carisma insuperabile che si occupa, giorno e notte, della sua famiglia e del suo Paese. Nel film di Di Stefano, dunque, Pablo Escobar è solo uno tra i vari personaggi, però si tratta della pedina centrale, il Re, inserita in un contesto più ampio in cui hanno peso e rilievo anche altri personaggi ed altre storie. In questo il film è senz’altro vincente, peccato solo per una sceneggiatura non sempre all’altezza che vede nel “ritmo” il suo principale tallone d’Achille.

Distribuito da Good Films e CG Entertainment, Escobar arriva sul mercato in doppia offerta DVD e Blu-ray Disc. Anche in questo caso il supporto blu-ray del film si traduce in un’edizione ben curata che “rispetta” il film e lo approfondisce a dovere grazie ad un corposo contributo extra. Molto buono il video, che restituisce un’immagine “viva” e limpida, così come di qualità appare il reparto sonoro, anche questa volta in doppia traccia sia nella versione originale che quella italiana (DTS-HD MA e Dolby Digital 2.0). Tra i contributi extra, oltre al trailer del film, troviamo un ricco making of della durata di 31 minuti con retroscena durante la lavorazione del film ed interviste al regista e la produzione.

Giuliano Giacomelli

IL DIRITTO DI UCCIDERE di Gavin Hood

Label: CG Entertainment e Teodora Film

Formato: Blu-ray disc (disponibile anche in DVD)

Video: HD 1080 24p 2.35:1

Audio: Italiano DTS-HD MA 5.1, Originale DTS-HD MA 2.0, Italiano e Originale Dolby Digital 2.0

Sottotitoli: Italiano e per non udenti

Extra: Trailer, Interviste.

Potete acquistare il DVD o il Blu-ray Disc di Il diritto di uccidere cliccando su questo link

ESCOBAR di Andrea Di Stefano

Label: CG Entertainment e Good Films

Formato: Blu-ray disc (disponibile anche in DVD)

Video: HD 1080 24p 2.35:1

Audio: Italiano e Originale DTS-HD MA 5.1, Italiano e Originale Dolby Digital 2.0

Sottotitoli: Italiano e per non udenti

Extra: Trailer, Catching Pablo: il making of.

Potete acquistare il DVD o il Blu-ray Disc di Escobar cliccando su questo link

VN:F [1.9.22_1171]
Valutazione: 0 (da 0 voti)
Condividi questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *